La mia timidezza frenò la voglia di tornare da Ursula ma un pomeriggio non ce la feci più, la voglia di vederla e stare con lei superò la mia timidezza, quando arrivai da lei rimasi affascinato aveva un intimo rosa shocking che risaltava sul suo stupendo corpo, quando mi vide mi sorrise col suo viso d'angelo mi prese per mano e mi condusse in casa, mi fece sedere dove c'era lei, aveva un divano che si trasformava in un ampio letto e così era quel pomeriggio
"Ivano perchè hai aspettato così tanto prima di tornare da me"
"Ursula io sono timidissimo e questa cosa ,mi frena molto, mi inibisce"
"Ma tesoro mio, io pensavo invece che mi avevo già dimenticata"
"Come si fà a dimenticare una bellezza come te, è impossible"
"Ivano allora hai voglia di giocare un pò?"
"Si cosa vuoi fare?"
"Vorrei vedere come stai truccato e vestito da femmina, la mia femminuccia"
"Dai proviamo allora"
Ursula mi prese per mano e mi portò in bagno, qui mi denudò completamente poi iniziò a truccarmi, io non capii nulla ma vidi che il mio viso in poco tempo si effeminò moltissimo e alla fine il mio viso era molto femminile, finito questo mi portò in camera e qui mi diede da mettere un intimo rosso fuoco molto sexy ma prima mi applicò sul corpo un corpetto di una plastica strana molto morbida che si adattava molto bene al mio torace e che aveva proprio all'altezza di quresto due seni della 4 misura mordbidi proprio come dei veri seni, mi strinse dietro il corpetto poi mi diede le calze autoreggenti a rete il perizoma e un body, mi diede pure una parruca dai colri ramati lunga e pieni di grossi riccioli che mi scendeva fin dopo le spalle e ai piedi un paio di sandali col taco di 8cm.
Quando Ursula mi mise davanti ad un grande specchio per vedermi completamente mi emozionai tantissimo
"Irsula ma sono veramente io questa figa siderale?"
"Certo Ivano Lulù"
"Lulù?"
"Si da femmina sei la mia Lulù"
Ursula mi aiutò a camminare su quei trampoli e insieme tornammo in sala,qui ci sedemmo e poi sdraiammo sul letto lei mi venne subito sopra e mi abbassò il perizoma, le sue braccia le sue mani sulle mie, il suo respiro eccitato sulle mie orecchie
"Lulù adesso provo ad entrare dentro di te, sentirai un pò male ma se è troppo mi fermo e mi metterò qualcosa per facilitare il mio uccello"
"Prova Ursula"
Ursula sempre col suo viso vicino al mio mi penetrò un pò e si fermò
"Come và?"
"Per adesso và bene"
Mi penetrò per metà e cominciai a sentire dolore
"Cominci a sentire dolore? ma forte?"
"Si sento dolore ma è sopportabile fino adesso"
Ursula con un ultimo affondo mi penetrò completamente e subito rimase ferma
"Allora Lulù?"
"Ohhhsiii sento dolore"
"Sono tutta dentro di te tesoro, adesso rimango ferma fin quando il tuo culo si abitua"
Ursula difatti mi rimase dentro ferma per un bel pò, il dolore lentamente scemò fino a scomparire e cominciai a provare piacere ad avere un cazzo nel culo, provai un bellissimo senso di appartenenza a colei che mi aveva profanato il culo, mi sentii suo
"Allora Lulù?"
"Adesso mi piace sentire il tuo cazzo nel mio culo, mi piace molto, mi sento tuo"
"Adesso comincio a scoparti dapprima lentamente per poi aumentare sempre più, vedrai che quel piacere aumenterà sempre di più fino a godere"
Ursula cominciò a muoversi dentro di me, mi entrava dentro nel più profondo per poi uscire quasi tutta, andò avanti un bel pò ed io come mi aveva anticipato lei cominciai a sentire un leggero godimento pervadermi, mi piaceva sempre di più sentire quel cazzo muoversi dentro di me, quando poi Ursula aumentò gradatamente il ritmo io persi complrtamente la testa e cominciai a gemere forte e ad incitare Ursula
"Ohhhhh mmmmmm siiiii che bello siiiii"
"Ti piace adesso?"
"Siiii tanto tanto ohhhhhhhh"
"Lulù mi fai felice"
"Dai rsula dai daiii scopami scopami ohhhh che bello siiiiii"
"Se ti piace così tanto allora ti scoperò ogni volta che verrai da me"
"Ohhh siii siii ogni volta e a lungo e più volte"
"Lulù sei speciale"
"Grazie Ursua ma tu sei più che speciale sei divina ojhhhh che bello siiii sii ohhhhhhhh"
"Lulù hai il cazzo di granito se vuoi sborrare fallo pure"
Non fece in tempo a dirlo che non mi trattenni più e venni con 6 fiotti di sperma, lei scoppiò a ridere
"Adesso capisco che ti piace tanto proprio tanto essere scopato"
"Certo Ursula, adoro essere scopato da te"
"Lulù ti posso sborrare nel culo?"
"Siiii siii così sono ancora più tuo"
"Eccola arriva arriva sborroooooooooo"
Sentii il mio culo essere invaso da una marea di sborra calda densa, una sensazione stupenda di dipendenza"
"Allora Lulù ti è piaciuto?"
"Tantissimo Lulù, è bello sentire la tua sborra nel mio culo, è una sensazione stupenda, mi sento di tua proprietà"
"Mi hai detto delle bellissime parole Lulù grazie"
Stemmo abbracciati per lungo tempo, era difficile dividersi dopo quello che avevamo fatto ma venne sera ed io dovevo tornare a casa, Ursula allora mi aiutò a struccarmi e a riprendere i miei abiti.
Questa volta ci scambiammo i numeri di cellulare poi prima di andarmene ci abbracciamo e ci baciammo.
La mia timidezza lentamente stava scemando.
Visualizzazioni: 2 942 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti