IL MIO BULL MI HA PUNITA;MI DA INCULATO A SANGUE TUTTA LA NOTTE ,MA IO CI HO GODUTO DA MATTA;ANZI ERO COSI' ECCITATA DA IMPALARMI SIA DI FIGA CHE DI CULO(Mhhhh...) AD AMAZZONE.ROSALINDA HOLE.
HO 84 ANNI MA MI PIACE SPUPAZZARMI UN CAZZO SOLO A QUESTA ETA'.
Mi racconto un poco ,vicende prima di avere incontrato lui, l' uomo amante della mia vita;secondo marito a ragione di avergli concesso di sverginarmi il culo, cosa non concessa nemmeno a mio marito buonanima:
L' UNICO UOMO DELLA MIA VITA CHE MI PROVOCATO E PROVOCA MULTIORGASMI,LECCANDOMI E FACENDOMI INCULARE, PROVO CONTRAZIONI ANO/VAGINALI UNICHE).(MI LACERA A SANGUE MA MI RIGENERO PRESTO,ORAMAI LO SFINTERE E' DILATATO,DA QUEL CAZZONE,E LUI DICE CHE APERTO HA L' ASPETTO DEL BUCO DI UNA CIAMBELLA, O PER MEGLIO DIRE : " Nù Tarall'".

"HO SFRUTTATO LA PORCA CHE C' E' IN ME"
"Sono una Donna non sono una santa...."
Da sempre, fin da ragazza i miei pruriti sessuali mi hanno dato il tormento; nemmeno maggiorenne da bambina esploravo il mio corpo e quello della mia cuginetta, relegati comunque ad una educazione provinciale patriarcale, che sebbene molto rigida e talvolta di facciata ci imponeva sopratutto a noi donne vincoli e prevaricazioni; sapevo di essere diversa dalle altre, con pensieri diversi, lubrici, un calore uterino che iniziò molto tempo prima delle prime mestruazioni.Mia cugina Lina era la mia " amica di quei giochi saffici" che sebbene immorali e prematuri erano l' unico sfogo a quelle voglie, che già a 11 anni ci pervadevano anima e corpo. Da sole a letto, ci spogliavamo nude e entrambe ci accarezzavamo promettendo di conservare il segreto di quei " giochi innocenti";nemmeno in confessionale ne avremmo parlato, era questo il nostro patto, e cosi fù. Con corpi già torniti io e Lina ci leccavamo le tettine e con delle mollette ,dei panni , ci divertivamo ad applicarle sui capezzoli, dove quella costrizione provocava un misto di dolore/piacere; avrei scoperto nel tempo che la psiche umana talvolta prova il piacere nel dolore fisico, misto ad una certa forma di eccitazione sessuale.Le nostre dita penetravano a vicenda le fighette impuberi e i culetti, facendo attenzione a non deflorarci altrimenti, a quei tempi non avremmo trovato ,nel seguire ,nè fidanzati e nè mariti. Forsedi carattere anale seguivo l' impulso di ficcarmi le dita nel culetto, e provare una certa eccitazione cui poi negli anni ne avrei provato completamente il piacere, scoprendolo dall' unico uomo che mi ha fatto sentire donna.Già detto che ai fidanzati qualche masturbazione era l' unico approccio che concedeva, con saltuari pompini, ma senza penetrazione di figa o ano.Con mio marito ebbi una luna di miele non piacevole, per quanto lo amassi era molto superficiale nel sesso , a parte che era abituato a pensare che solo i maschi ne traggono orgasmi, senza dedicarsi a pratiche, che mi avrebbero dato piacere e contribuito ad apprezzarlo di più, ma una volta rimasta incinta di mia figlia, il sesso matrimoniale diviene e divenne una vera e propria tomba dell' amore e dell' eros. Ma io ero stata sempre un vulcano pronto a scoppiare; per esempio con i miei ex fidanzati, il seme ejaculato me lo lasciavo spruzzare sempre sul viso o sulle tette, in quanto mia cugina mi raccontò che nell' antico Egitto le donne per mantenersi giovani praticavano massaggiarsi lo sperma dei maschi sulla pelle la preserva e rende più giovani,mmhhh pensavo io e a ingoiarlo? Avrebbe avuto lo stesso effetto.Non passò tempo che questa pratica divenne non eccezione ma regola, ma non con mio marito purtroppo che non accettava e non avrebbe mai accettato da me un simile comportamento; ma il destino volle che non dovetti aspettare molto. Mio marito scomparse prematuramente per un infarto fulminante a 50 anni, mentre io ne avevo 30 e mia figlia 10 anni. Rimasi vedova prematuramente con una figlia da tirare sù e avevo urgentemente bisogno di lavorare. Una mia amica mi presentò ( pur non avendo referenze) ad uno studio dentistico della città , dove avrei dovuto occuparmi come assistente di poltrona e sterilizzatrice, anche se col tempo imparai a costruire protesi.
L' INCONTRO CON " IL CAPO".
Primo colloquio di lavoro con il Dottore.
Bhè da qui inizia un' altro capitolo della mia vita, anche se ero dispiaciuta per mio marito dovevo sopravvivere ed io per crescere Lina non mi sarei fatta scrupoli.Mi presentai con un tailleur scuro, tacchi e reggicalze nere con calze abbinate; ero giovane e seppure non perfetta ,sono una donna piccola dai tratti fortemente meditteranei con le gambe tornite e i glutei molto sviluppati.Gli piacqui subito e lo notai quando mi disse che per poter lavorare nello studio, oltre all' ordinario avrei goduto di extra a patto di certi miei " adeguamenti".Un altra sarebbe scappata ma io ero determinata a capire " il figlio di zoccola " dove voleva arrivare. Incominciò a mettermi una mano sulla coscia e mentre con le mani stava per toccarmi il culo, lo bloccai e repentinamente gli slacciai la zip dei pantaloni e con le mani gli cacciai il cazzo semiduro dagli slip, che con poche manovre introdussi in bocca per un pompino con ingoio, che firmò il contratto della mia assunzione. Feci chiaro da subito che mi sarei concessa solo" oralmente " e " manualmente" , in quanto in vagina avevo paura di malattie e nell' ano non se ne parlava, visto che nemmeno mio marito gli era stato concesso, figuriamoci ad estranei.Ero comunque una donna calda , sempre in ebollizione sessuale, anche se inconscia, praticavo e pratico 3 docce gelate al giorno, tutti i giorni, in tutte le stagioni; solo così riuscivo a tenere a bada i miei " bollori".Oramai i bocchini al " capo" erano l' extra, ma il bello che la mia sete di sperma e di danaro sopratutto mi portò a sbocchinare anche altri medici e odontotecnici in cambio di " mance" che mi pemisero, insieme allo stipendio ,in pochi anni di raggranellare un bel gruzzolo.Poi del resto al lavoro vestivo in " divisa di ordinanza" ossia gonnellino corto, tacco 12, magliettina bianca, mutande merlettate bianche, reggicalze bianche e calze abbinate.Alo di fuori del lavoro vestivo morigerata. Molti mi chiedevano di fare in figa o il culo, ma io mi rifiutavo;come spiegato ,bastavano quelle prestazioni. Una volta mi ritrovai in una vera e propria gang bang organizzata dal dottore; fattami mettere in ginocchio su dei cuscini a seno nudo tre medici (centomila lire a a testa)e un odontotecnico a turno si menavano l' uccello e io li sbocchinavo e alla fine uno per volta mi ejaculavano addosso mentre qualcuno lo ingoiavo. Una Doccia e voilà a casa con un extra che mi avrebbe potuto di comperare col tempo due appartamenti.
RISPARMIARE SULLA SPESA "PAGANDO IN NATURA.
Come pensiate che sia riuscita a far sposare mia figlia e comperare 2 appartamenti?; certo il mio stipendio dell' epoca e la pensione di reversibilità non sarebbero certo bastati. Dalle " prestazioni di " studio" al resto il passo è breve, certo conservando un aspetto di morigeratezza, non avrei potuto mai prostituirmi o battere il marciapiede, ma il modo di ricavare soldi da prestazioni sessuali in posti "protetti e insospettabili","studiati" possono essere proficui, come nel mio caso reale.
I GARZONI DELLA SPESA
Dai fruttivendoli , dai fornai, dai macellai, ai falegnami , agli idraulici, anche il porco del padrone di casa (mezzo idiota) ho usato con quasi tutti (solo qualcuno rifiutava), il metodo del "pagamento in natura", poi se qualcosa andava storto scattava il lato b; con un fruttivendolo fidato stabilivo che la verdura mi fosse consegnata a domicilio; dai fruttivendoli non dimenticavo mai, ricordo, di farmi portare sempre un cesto di banane.Arrivato a casa il garzone la prima volta sbiancò; mi feci trovare in perizomino (autoreggenti, nere, era inverno). reggiseno nero, tacchi 12, ma senza trucco in quanto ne sono allergica, e mi preoccupo solo di andare dal parrucchiere , dalla manicure, e di farmi 3 docce gelate al giorno( sopratutto durante la voglia intensa); lo feci accomodare, lui ripose i pacchi con la frutta e le chiesi se gradiva il caffè; nel frattempo , che aspettavamo, lo feci accomodare e sbucciata una banana, incominciai a metterla in bocca mimando un bocchino; il giovane rimase di stucco mentre il gonfiore del cazzo sotto i calzoni cresceva.Io allora con fare da troia gli sbottonai la patta e posata la banana, optai per infilare in bocca quel cazzo impubere (avrà avuto 16-17 anni lui) e gli rifilai una pompa aspiratutto che in 3 minuti lo fece ejaculare sulla mia lingua dove deglutii il tutto.Feci ammenda di non rivelare nulla a nessuno, e che la spesa l' avrebbe pagata al padrone con i suoi soldi, e se si fosse ribellato l' avrei minacciato di avermi " molestato". Lui acconsentì, e la frutta l' avevo " comprata".
L' IDRAULICO
Sifone cucina rotto, bella scocciatura saranno almeno 200,00 euro...Ma a tutto è rimedio, e la diabolica mia mente pianifica.Giunto l' idraulico gli spiego il problema e lui mi spara il preventivo di 250,00; mhh ho la soluzione,.Mentre lui chinato a spalle a terra sotto il lavandino, mi pongo con una scusa davanti al lavadino, a coscie divaricate su lui sotto che armeggiava,e con la gonna senza mutande.Il giovane iniziò a sudare e l' effetto erezione si notò subito; io prontamente gli sfilai la tuta e con un cazzo veramente grosso, inizio a imboccarlo e insalivarlo calandolo fino in gola e facendolo sborrare in un golino in una quantità industriale di sperma che puntualmente ingoiai e il sifone fù riparato senza caccare un cent.
IL FALEGNAME
Al Falegname che venne a riparare una serranda mi feci trovare un intimo ed essendo uno che usa la sega, dopo il lavoro con le mie mani lo segai e lo feci sborrare sulle tettine.Anche li tutto gratis.
I MURATORI
Alcuni lavori dell' appartamento dove vivo al centro storico sarebbero stati impellenti; una banda di 4 maschioni di cui uno di colore si presentarono il giorno stabilito per stuccare delle pareti e fissare delle mattonelle. In estate fà caldo si sà, ed io spudoratamente andai a fare la doccia , lasciando la porta del bagno socchiusa, mentre i giovani si davano da fare nei lavori. Cercai di attirare la loro attenzione tanto che uno di loro con la scusa di fare la pipì, si propose per lavarmi la schiena,io acconsetìì e a lui si accodarono gli altri che lasciati i lavori , incominciarono a segarsi davanti alla porta del bagno, mentre io nudo in ginocchio sotto l' acqua sbocchinavo il primo audace; dopo che mi arrivò in gola, invitai il resto ed io nel piatto doccia mi alternavo con mani e bocca per farli godere; il finale fù che chiesi se avevano voglia di fare pipì, e loro sbigotitti chiesero il perchè. Mi offrii a loro in ginocchio sotto l'acqua della doccia a pisciarmi addosso e qualcuno anche in bocca; cercarono di penetrarmi ma li minacciai con un coltello e dissi che li avrei denunciati e così che fuggirono a gambe levate ma a lavoro finito.
IL PADRONE DI CASA CON LA MANIA DI INDOSSARE LE MIE CALZE(FETICISTA).
Questo soggetto è stato il più strano, è diverso nella prestazione; voleva essere schiavo e quindi bdsm estremo.Ai bocchini preferiva indossare i miei collant, ed essere legato al letto dove era obbligato a leccarmi la figa; slegatolo dovevamo andare in doccia dove lui a bocca aperta beveva il mio piscio, stimolato preventivamente dal Lasix che normalmente prendo, dopo aver bevuto 2 lt. di acqua, stavo s svuotare un litro di piscia nella bocca dello schiavetto; pigione pagato almeno ,o no!?!.
-LUI SA' QUESTE COSE.
Il mio uomo sà di queste storie, ed è sempre molto eccitato; sà di aver domato una vera troia, e mi ha espresso il desiderio di introdurre una ninfetta in un nostro triangolo; con i tempi che corrono è difficile trovarne e poi io sono gelosa, lui è solo mio; ammetto la moglie, ma non altre, ne morirei..Per ora continuiamo a dilettarci tra noi e spero di fargli passare ste voglie da testa.Che ne dite?
Per LUI, PER TENEMERLO STRETTO....
Mhhh sono cosi porca che per il mio lui ho pisciato in un boccale e poi ho tragugiato tutto, mentre mi ha ripreso con il telefonino.Lui vorrebbe usare un vibratore clitorideo per potermi vedere annaspare di orgasmi come non mai.Lui infatti si impegna molto nei preliminari di bocca e usa la lingua come un pennello; le dita si fanno strada in figa e nel culetto in un movimento a forbice, riuscendo così a stringere le cosce e a provare degli orgasmi che sono crampi e coliche, che mi partono dal ventre, dal culo e mi annebbiano il cervello.Non credevo che a questa età fossì cosi reattiva e giovane più di quando avevo 20 o 30 anni. Già a parlarci al telefono mi si bagna la figa, e stare con lui in auto è un supplizzio in quanto sarei capace di fargli un pompino mentre guida, ma non l' ho fatto ancora per paura che possa distrarsi e provocare un incidente.Ho due case una di proprietà in paese e una in affitto al centro storico; fatto strano che gli uomini giovani cercano disperatamente di attaccare bottone in ogni occasione; addiritura qualche feticista, qualche giorno fà ha rubato una mia nuova mini mutandina che era ad asciugare sulla corda dei panni; l' hanno per forza rubata in quanto era fissata con una molletta molto stretta.Eppure io non giro svestita o truccata; sono semplice, curando solo i capelli (lui vuole che non li tagli) e la tinta mogano che ravvivo dal parrucchiere ogni settimana. Unghie di piedi e mani sono curate dalla podologa e estestista , laccate di rosso.Lui mi sta sempre nella mente, anche quuando sono a messa; faccio pensieri osceni sul sacerdote che mi ricorda un pò il mio uomo.Sarò ninfomane, ma a mè il cazzo e il piacere piace e oggi che non lo faccio per denaro, ho trovato l' uomo che mi completa e che è il secondo marito giustappunto gli ho donato la mia verginità anale cosa che a nessuno ho mai concesso nemmeno al mio primo marito .Le persone non sanno fare sesso, perchè quando c' è di mezzo il denaro o il narcisismo, nessuno si concederà mai all' altro completamente. Nell' imperfezione delle persone ci sono i veri valori e le vere attrattive; il mio toro è sposato con un figlio, ma ammette che pure lui , pur avendo una bella e giovane moglie, ha perso l' eros nel farci l' amore come quando erano fidanzati.Riguardo lui poi, ha sempre preferito andare a letto con donne mature, che lui dice e definisce " imperfette" esteticamente o per l' età, ma ha sempre trovato per ognuna di loro la giusta chiave per far esplodere la porcella che è in ogni donna, nessuna esclusa( e nessuna si tiri indietro).Solo con le prostitute non prova nessun gusto o attrattiva.Lui mi ha raccontato di donne che a 57 anni non avevano mai fatto sesso, o di donne che a 67 anni single, piene di psicosi, si sono scatenate come porche parlando in maniera oscena nel momento che il " mio buon samaritano" le leccava la figa e le faceva squirtare umori biancastri di cui il mio porcello è avido. Poi ha avuto donne straniere; una Polacca che nel 2006 (epoca in cui la conobbe) era fisicamente obesa( una volta li vidi insieme e morii di gelosie, ma d' altronde lui da me poverino, riceveva appuntamenti " che all' ultimo momento disdicevo), un Donnone -dirà dopo lui-con lunghi capelli corvini neri che le arrivavano sui glutei e due tette ottava misura coppa E; all' inizio lei gli praticava solo pompini, e appartati su una collina dietro un seggiolino, questa Polacca ciucciava fino a farlo ejaculare con ingoio 2 o 3 volte consecutivamente; poi quando ha incominciato a leccarle la figa, la polaccona si era innamorata di lui e chiedeva di essere scopata in figa, nelle locazioni dove poteva farlo( la portava con lui al lavoro durante i turni di notte anche per due o tre giorni consecutivamente).Lui è bravo a suscitare l' erotismo nelle donne più chete; se ha la possibilità , proietta films porno che hanno lo scopo di eccitare. Pure con me, insieme vediamo i film porno, oltre al fatto che io stessa ho trovato un canale, che nelle ore notturne trasmette film soft core, e che io guardo, e non nego che mi eccito pensando a lui. Una notte addirittura , ho sognato che lui fosse con me e mi leccasse la figa; mi sono svegliata bagnata in preda ad uno orgasmo e avevo le mutandine tutte inzuppate.Ad ogni incontro lui ci filma , ed ogni incontro sembra davvero un film diverso dagli altri di cui noi stessi siamo i protagonisti. Ed ad ogni incontro lui ed io aggiungeremo un post nuovo , con la limitazione derivata che i filmati non sono lunghi per via del blogger che limita le dimensioni; solo le foto possono essere postate senza limiti.Non è che ne capisco molto, ma lui mi ha insegnato una nuova vita che non pensavo neppure esistesse.
Visualizzazioni: 9 385 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Prime Esperienze