Era tanto tempo che non andavamo fuori per il w.e. con mia moglie, prenoto un albergo e colgo l’occasione per avvisare che vorrei la sala con la piccola piscina e bagno turco con relativa saletta, in esclusiva per un’ora. Normalmente se non c’è molto movimento, con una somma decente, si può godere il tutto da soli.
Arriviamo posiamo quel poco che si siamo portati in stanza e andiamo a goderci la nostra ora di relax.
Ci dicono che per un’ora saremo da soli senza essere disturbati e dopo esserci cambiati negli spogliatoi entriamo.
Mia moglie Eva la trovo già in acqua che nuota, si immerge e noto che ha evitato di infilare il costume. A questo punto sfilo il mio e mi tuffo. Ci stendiamo nella vasca idromassaggio scambiandoci baci e carezze. Sentire il cazzo nelle sue mani è sempre fantastico e il suo corpo spalmato di olio profumato lo trovo inebriante. Sono disteso, con lei sopra, ho l’uccello appoggiato tra le sue grandi labbra, sto pregustando la penetrazione, quando improvvisamente entra una coppia più o meno della nostra età. Ci scambiamo degli sguardi e sottolineo che la sala era prenotata per un’ora. Si scusano, parlando in inglese, ma anche loro avevano prenotato, sicuramente deve esserci stato un errore. Ci chiedono se ci sono problemi, se rimangono. Rispondiamo che va bene lo stesso, anche se a dire il vero, le mani sulle tette di mia moglie potevano e dovevano far pensare diversamente. Vedendoci nudi, ne approfittano anche loro. Entrano in acqua, scambiamo due chiacchiere e scopriamo che sono danesi e che rimarranno in Italia 10 giorni circa, si sono sposati recentemente e si affrettano a dire che lei è incinta di un mese. Non è visibile la pancia, è alta bionda e suppongo che lo sia anche tra le gambe. Non si vede essendo come mia moglie depilata, anche lei ha un bel culo come mia moglie, potrebbero fisicamente essere sorelle. Lui invece, fisico da atleta, con un uccello che da moscio faceva pensare a grandi cose in erezione. Mentre parliamo, continuo ad accarezzare mia moglie, non disdegnando di guardare la sua lei, ma anche lui. Mi attira il suo seno enorme, non riesco a capire se rifatto, ma comunque fatto benissimo. Lui parla e distrattamente ogni tanto si struscia il pisello, che emerge dall’acqua. Si nota il movimento del braccio di mia moglie, che sta menando il mio uccello sotto l’acqua. Eva è così e probabilmente ha ragione, questo suo scavalcare continuamente il buon senso. Loro nuotano nell’acqua, e la posizione di Eva torna ad essere quella di prima. Monta sopra di me e il suo sedere esce per metà dall’acqua. Ogni tanto i loro occhi sono puntato su di noi, e i miei occhi non possono non essere attratti da quelle grosse tette, che il marito spesso si ritrova tra le mani. Si accorge di essere guardata, ed è molto attenta alle nostre effusioni. Ogni tanto afferra il cazzo del suo uomo, che sta crescendo visibilmente. Diventa palese che Eva sta cavalcando il mio cazzo, il suo viso da porca non nasconde ciò che facciamo. Ora si sente più chiaramente la voce di mia moglie, che accompagna il movimento con la sua voce. Un rapido orgasmo di Elena, la rende estremamente scivolosa e attira se fosse necessario l’attenzione dell’altra coppia. I due si guardano e scambiano alcune parole non comprensibili. Sorridono e lui avanza verso di noi, osserva se siamo infastiditi dal suo movimento. Comprende che non siamo contrari. E’ vicinissimo a noi e vedo la sua mano accarezzare il culo di mia moglie, mi eccita sempre quando la palpano. Sento sul pisello, le dita dell’uomo che sta frugando mia moglie, inserisce un dito e mentre lei cavalca il pisello il suo dito e tra la parete della figa e il mio cazzo. Mia moglie con la mano destra, cerca il cazzo dell’uomo e quando l’afferra, sottolinea il suo gradimento con un gemito e leccandosi le labbra. L’altra donna sorride e mi mostra le tette. Mia moglie punta la cappella dell’altro sulla figa, ora la sento mentre la scopo. Lentamente se la spinge dentro, il viso della mia vacca è una smorfia di dolore che precede il godimento. Lo sento entrare, la sua cappella struscia il mio cazzo facendosi strada dentro Eva. Le afferra il culo e spinge. Mia moglie ansima godendosi la doppia penetrazione, urla che la stiamo spaccando. La figa è completamente aperta e i cazzi ora la stantuffano. La moglie del danese ora è con noi e sta leccando i cazzi che spingono, si dedica a leccare il culo del marito per poi scendere sui piselli. Mi offre il seno enorme da leccare, e prendendomi la mano se la mette tra le gambe per farsi massaggiare la figa. Le due puttane si baciano e mia moglie spalanca la bocca quando i due cazzi riescono ad arrivare su per la figa insieme. La danese le sputa la saliva nella bocca. Le mie dita masturbano la figa della donna, ha delle labbra gonfie a differenza di mia moglie che sono piatte e delimitano il suo sesso. Non senza fatica, riusciamo a sfilarci per andare nei lettini. Mia moglie è in ginocchio davanti a lui, con il cazzo in bocca e vedo la sua figa come una caverna enorme, larghissima. Succhia quel cazzo, carezzando le palle, la trovo bellissima con il cazzo in gola, l’altra mi ha alzato le gambe e fa capire come le piace infilare la sua lingua nel culo. Mi sega e mi penetra il culo con la lingua. Riesco a prendere le sue tette che saranno una 4°. Eva sbocchina da troia consumata, mentre la danese ora si sdraia di schiena su di me e si infila il cazzo nella figa. La scopo non perdendo di vista mia moglie mentre continua a gustarsi il cazzo dell’altro. Ora si sente anche la vacca danese, sembra di essere in una stalla con le vacche da mungere che gemono. Ora mia moglie si mette come una cagna in calore, carponi e gradisce il cazzo che sta per entrare nel culo. L’altra invece se lo sfila per farsi impalare da sopra, ora capisco che è incinta appoggiando le mani sulla pancia. Si sentono solo le due donne che gemono sotto i colpi dei cazzi. Eva mentre il cazzone del danese la incula sculetta come una cagna in calore, il suo sguardo da ninfomane ma soprattutto la lingua che muove fuori dalla bocca fanno capire la sua necessità di succhiare un altro cazzo. Io mi ritrovo con le palle che sbattono sul culo di quest’altra zoccola, che vorrebbe infilare anche quelle. Le strizzo le tette, quasi non riesco a tenerle nelle mani per quanto sono grosse. Il tempo sta finendo, e dobbiamo uscire. Mia moglie gradisce farsi schizzare sul viso, mentre la danese ingoia, mostrandomi la lingua sborrata. Prendiamo la tisana e rimaniamo altri 10 minuti a parlare, poi entriamo negli spogliatoi a fare una doccia. Nella doccia siamo io e lui e nell’altro le vacche da monta. Ammiro il suo uccello moscio arrivare fino alla coscia e comprendo il gusto di mia moglie nel succhiarlo. Mi avvicino, verso del sapone sulla mano e la struscio sul suo cazzo. Gradisce che lo palpo e anche lui maneggia il cazzo ancora moscio. Li mettiamo vicini e strusciandoli ce li seghiamo, mi devo per forza inginocchiare e come già fatto da mia moglie assaporo quel cazzo, lecco le palle, le tengo in bocca sono caldissime, lo succhio pregustando la sborra invadere la mia bocca. Capisco perché lo succhiava avidamente. Mi fa cenno di alzarmi, ridendo dice che ora deve gustare anche lui come la moglie. Me lo prende in bocca, è quasi più bravo della moglie. Gli tengo la testa e la muovo sull’uccello. Strofino il cazzo sul suo viso, mi guarda dritto negli occhi mentre ciuccia il cazzo. Si alza e con sorpresa mi mostra il culo, non mi tiro indietro, questa intimità tra maschi va sfruttata. Lentamente entro, si inarca e ora lo pompo. Ha un bel culo capiente, ed è sempre bello fottersi la coppia, e confrontare come si fanno scopare. Mani appoggiate sul muro, a pecora e dietro lo spingo. Faccio fatica a trattenere la sborra. Si muove come una femmina, mentre il suo cazzo saltella mantenendosi duro. Comprendo che ora vuole invertire le parti, ora mi appoggio io sul muro e da dietro me lo sento salire per il culo. Sembra non finire mai, fa male ma non è il primo che prendo in culo, entra completamente ed imitando mia moglie sculetto, ridendo dice che in famiglia sculettiamo bene. Mi incula e mi piace la sensazione, sono preso per i fianchi e me lo sbatte ben dentro, riesco a sentire le palle che strusciano sulle mie. Aumenta il ritmo e spinge sempre più forte,mi afferra il pisello e lo sbatte. Non posso dire che mi sta rompendo il culo, perché quello me l’hanno già fatto, ma spinge come un ossesso e per come mi masturba, comprendo il finale. Intanto mia moglie, mi chiama dalla porta, siamo nelle docce e a fatica riesco a rispondere. Le dico di aspettare 5 minuti e lei richiude la porta. Arriva la sua sborrata nel culo, sono una serie di schizzi, sembra che ci stia pisciando dentro. Ora anche io sborro, mentre sento che il suo cazzo che si sta ammosciando nel culo. Ora possiamo uscire. Loro vanno nella città vicino all’albergo e noi a prendere qualcosa al bar. Mia moglie bevendo un succo mi chiede se negli spogliatoi è accaduto qualcosa, le chiedo cosa le fa pensare questo, e mi risponde che ho una piccola chiazza dietro nei pantaloni….Mi sta colando lo sperma….
La sera a cena, riparliamo della piscina, e lei tranquillamente mi dice che ha voglia di ripetere l’esperienza. Le dico che non ci sono in albergo e lei scherzando mi dice che la sottovaluto. Mi dice che se non ho nulla in contrario, vorrebbe con noi un altro maschio. Le è piaciuta l’esperienza della doppia in figa, dopo tanto tempo, e vorrebbe farsi due maschi. Mi indica un ragazzetto giovanissimo che la intriga. Trovo che scegliere a tavolino le persone sia eccitante, ma forse è troppo giovane e lei risponde che è meglio, sono più carichi e instancabili. Poi si lasciano guidare e sono disposti pur di scopare ad accettare altre varianti, compresa quella di un maschietto che li stuzzica. Le dico che è perversa e porca e che ho già il cazzo duro. Anche l’idea del giovanissimo è intrigante, sono pieni di ormoni e inclini a provare un po’ tutto.
Sale in camera, ed io mi avvicino al ragazzo. Ha una magliettina e un paio di jeans, appare molto timido. Non è particolarmente atletico. Sta parlando con il barista di calcio. Gli chiedo se cortesemente può aiutarmi con il cellulare che non da segni di vita. Lo controlla e mi dice che è scarico, gli dico che forse il caricabatteria è rotto e gli dico se può dargli un’occhiata. Si rende disponibile, saliamo in camera. Eva è in doccia, mentre lui prova a controllare il cavo. Mia moglie esce e dimentica di chiudere la porta del bagno mentre spalma la crema sul corpo. Faccio finta di nulla, ma noto che i suoi occhi la guardano cercando di non farsi accorgere. Ha un respiro pesante, e vedere mia moglie appoggiata al lavandino con quel culo pazzesco. Assodato che il cavo funziona, sta per andare via quando mia moglie esce dal bagno. Si intravedono le sue tette sode, si avvicina al ragazzo e si allarga leggermente l’asciugamano intorno al corpo. Lei gli chiede…ma te sai mantenere un segreto….beh….dipende ma i miei amici sanno che sono leale…mia moglie lascia l’asciugamano e rimane nuda, mette la mano sui pantaloni e sente il cazzo…mmm bravo sei duro…fammi vedere. Si volta imbarazzato verso di me e sbottona il pantaloni, mia moglie gli tirà giù gli slip e afferra l’uccello giovane con le mani. Se lo strofina sul corpo, lo guarda, si mette le mani del ragazzo sul corpo facendosi toccare. Le afferra le tette e le munge, gli piacciono, mi eccita vederlo eccitarsi toccandola. Le carezza la pancia, avvicinandosi alla figa, ma non la tocca, mia moglie gli prende la mano e là fa toccare. Poi si gira le mostra il culo e gli chiede…ti piace….dai toccalo. Si avvicina e l’afferra, ora il cazzo del ragazzo è duro…e anche il mio. Ha un pisello liscio con dei peli radi biondi, le palle belle tonde attaccate al pisello. Non lunghissimo saranno 15 cm ma dritto. Mi moglie si piega e succhia il cazzo, mi pace da morie come succhia, e anche a lui. Se lo tiene in bocca, e la lingua si muove intorno alla cappella. Lo tiene con le mani appoggiate sul culo, e se lo spinge in bocca. Lui accenna un movimento con il bacino, ora è leggermente piegato in avanti, ha un culo bello liscio da ragazzo, mia moglie mentre pompa vede che sto guardando il culo al ragazzo. Lui è preso dal pompino di mia moglie, e dalle sue tette da strizzare. Mi avvicino, tolgo i pantaloni e i boxer. Ho il cazzo duro, mi eccita la pompa. Tocco il culo al ragazzo, si sposta leggermente, sembra imbarazzato ma non si preoccupa molto. Ora mia moglie alterna i cazzi, il ragazzo si eccita a vedere come li pompa. Eva infila il cazzo giù per la gola, vedo il suo viso cambiare espressione, il tipo non ha resistito molto, le ha sborrato in bocca. Mostra lo sperma, il ragazzo fa per togliersi, ma lei lo blocca…tranquillo ora torna di nuovo duro…fai fare a me. Continua a pompare il cazzo moscio, intanto io masturbo Eva e preparo la strada per farmela a pecorina mentre succhia. La stantuffo sotto gli occhi del ragazzo, che in effetti torna duro. Sfilo il cazzo dalla figa e dico al ragazzo di accomodarsi su mia moglie. Non trova il buco con il pisello, mia moglie lo guida. Ora se la sbatte. Mi sdraio ed esaudisco le voglie di mia moglie. Lei sale sopra il mio cazzo, ed aiuta il ragazzo a metterglielo nel culo. Siamo in doppia, la puttana inizia il suo concerto di orgasmi. Prende fiducia il ragazzo e spinge sulla mia vacca. Credo sia ora e poi era nell’idea iniziale. Mi tolgo e lui continua ad impalare Eva, mi avvicino dietro di lui. Gli struscio il cazzo, si sposta leggermente, Eva gli dice di stare sereno, che è un esperienza eccitante. Ora lo punto sul buco strettissimo, è bravo rimane fermo, trovo la strada e lentamente riesco ad entrare. Mia moglie, lo invita a riprendere di incularla. Ci muoviamo in sincrono, ora ho il cazzo completamente dentro di lui…
Mia moglie ha i suoi due cazzi ed io il culetto vergine deflorato…
La troia gode, e poco dopo lui annaffia il culo di mia moglie, riesco a resistere altri pochi colpi, poi devo sborrare.
Visualizzazioni: 8 696 Aggiunto: 3 anni fa Utente: