Una mia grandissima passione sono i cavalli , sempre andato a cavallo e sempre adorato questi animali.
Post laurea ci concedemmo un po di riposo e feci un giro per i maneggi li vicino.
Mi imbattei in un bellissimo maneggio,tra l'altro vicino a casa nostra, forse 10 minuti di macchina.
Parlai col proprietario , Fabrizio, un ragazzo sui 35 simpatico alla mano , ci sapeva fare con le persone ,insomma un tipo brillante mi invitò a rimanere e mi fece montare qualche suo cavallo.
Mi disse che erano soliti organizzare festicciole cene li nella club house e che gli avrebbe fatto piacere se fossi andato anch'io , mi disse anche che aveva un negozio selleria ma anche vestiario e gli dissi che sarei andato a trovarlo.
Nel frattempo i giorni trascorrevano e arrivammo all'estate.
Così, un giorno, di ritorno dal mare decisi di passare dal negozio di Fabrizio
Valeria era con me ciabatte vestitino da mare metà coscia un po' trasparente , scollatura non esagerata ma molto aderente sui seni , risaltandone la forma valorizzate dal reggiseno del costume , la trasparenza lasciava intravedere le mutandine del costume , una bella culotte da brava ragazza ma che comunque strizzava le chiappe del suo bel culo abbondante , la sua pelle olivastra ancora piu scura dell'abbronzatura capelli legati ...
entrammo nel negozio Fabrizio ci venne incontro " ciao ragazzi! Bravo mi ga piacere che sei venuto a trovarmi!" "Beh si siamo ripassati da qui vicino e sono passato, lei è Valeria la mia ragazza" con un'occhiata e un sorriso la squadro "piacere Valeria" , facemmo un giro del negozio parlammo un po e notai lui che gettava sguardi sulle tette di Valeria.
"Ragazzi venerdì sera facciamo una festicciola su al maneggio... perché non venite!" "Ma si perché no...dai allora ci vediamo venerdì!".
Salutammo e risalimmo in macchina
Lei "Ma lo hai visto? " io"Cosa?? Visto cosa? Come ti gusrdava le tette?" Lei "Ma hai visto che razza di pacco ha?" Le misi la mano tra le gambe "no amore non l'ho visto.."
" Ma come hai fatto a non farci caso...
Mio dio si vedevano due palle enormi dai jeans " le affondai le mani nella figa , era bagnata " ti sei eccitata... così mi piaci' "mmm la colpa è tua ..." Rispose con la voce rotta dal ditalino "vuoi farti scopare vero ? Magari ti scopa meglio di Alessandro" "mmm dici .." " vuoi provarlo?? Hai visto come ti guardava ..."
"Se lavessi saputo entravo in costume...cosi guardava meglio e chissa come diventava cross e duro" "mmmm mi fai impazzire così amore ... già ti stava scopando con gli occhi " " e se l'avesse tirato fuori e fossi stata sola li ?" "...lo avrei preso subito senza pensarci... chissà quanto è grosso... sarebbe stato eccitante lì nel negozio.. ." "Siii tu prendevi il cazzone e io ti aspettavo a casa!! " "Sii secondo me ci sa fare ..." Ovviamente tornati a casa scopammo di brutto eccitati.
Fabrizio entrò nelle nostre fantasie e lei sembrava per la prima volta davvero attirata da qualcuno..
Arrivò il venerdì ed ovviamente io ero stra eccitato... "Vediamo come ti vesti per il superdotato..." "Ahaha stupido...alla fine è una cena all'aperto, fuori, di certo non posso mettermi in tiro !" Indossò una gonna di jeans , che difficilmente indossava in pubblico , abbastanza corta , sopra la metà coscia , delle zeppe ,non altissime , ma comunque avevano un bell'effetto slanciando le sue gambe, sopra un top azzurro che lasciava scoperte le spalle e metteva in evidenza il suo seno . truccò solo gli occhi , capelli sciolti , semplice ma stupenda.
Tutta abbronzata , le bastava davvero poco per mettersi in risalto ,piedino smaltato di nero in mostra "mmm quella gonnellina lo farà eccitare ..." " Dici....beh le gonnelline sono fatte per essere alzate .." " da dietro la gonna lasciava vedere le belle cosce carnose abbronzate con quell accenno leggerissimo di cellulite ,che partiva da appena sopra il ginocchio , dalla parte di dietro , la gonna le evidenziava quella forma fantastica del bacino largo da latina ..."dai fammi vedere che hai messo sotto ", alzò la gonna , man mano che saliva però vedevo le chiappe nude segnate dell'abbronzatura del costume ,si intravedeva una riga bianca in mezzo fino ad un triangolino all'inizio della spaccatura delle natiche , sui fianchi scorreva quella sottile striscia di tessuto dando una sgambatura pazzesca , sotto la forma abbondante delle chiappe leggermente scese , li in mezzo si vedeva quel pezzo bianco che copriva la figa, ad ogni movimento ballava tutto .." e quel perizoma da dove salta fuori? Non li hai mai indossati?" " Mi sto adattando...non sei contento??" "O si ...sono stra contento...stasera ti sbavano addosso.."
Arrivammo al maneggio, un bel tavolo con le panche le griglie accese e molto movimento...
Subito si fece incontro Fabrizio che ci salutò e squadrò per bene Valeria... effettivamente ci feci caso anch'io... aveva un pacco davvero vistoso...con i jeans stretti poi si notavano anche le grosse palle...ci salutammo e ci unimmo alla comitiva , iniziammo a rompere il ghiaccio e chiacchierare con gli altri.
Lasciai Valeria da sola per lasciare campo libero.... effettivamente dopo poco si avvicinò Fabrizio e vidi che parlavano.
Rimasero a parlare in piedi , di profilo il volume del pacco era piu evidente...
Ci sedemmo a tavola su delle panche... guarda caso sempre vicini a Fabrizio ma Valeria era seduta dalla sua , sulla panca ovviamente la gonna risalì offrendo la visuale sulle belle cosce abbronzate, proprio li sotto gli occhi di Fabrizio.
Si era trasformata... ormai era diventata una provocatrice , senza piu freni , ovviamente dove l'ambiente lo permetteva, prima non avrebbe mai messo in mostra tutta quella carne , sarebbe stata imbarazzata , ma adesso invece lo faceva , e lo faceva sicura ... maliziosa , con l'intento di provocare un'erezione...
Era seduta tra me e Fabrizio e potevo vedere quello che vedeva lui ... Da seduta la gonna di jeans risalita quasi arrivava a mostrare le mutandine ... La birra scorreva a fiumi , misero un po di musica ci gettammo a ballare ... non vi dico quando fu il momento di alzarsi dalla panca e scavallare per uscire ...i movimenti resi lenti dall'alcol ...un bello spettacolo...
Iniziammo a ballare, di proposito mi allontanai con la scusa del bagno .
Eccitato mi nascosi e guardai cosa succedeva , lei accennava a ballare e vidi Fabrizio avvicinarsi , parlarono fitto , la mia troia lo avrebbe spompinato seduta stante senza battere ciglio... Poi entrammo tutti nella club house..tutta di legno con due grossi divani , un bancone e degli sgabelli
Lei si sedette su uno sgabello in maniera indecente scosciando in maniera imbarazzante... con quei sandali che mostravano il suo piedino curato e abbronzato, fino a risalire alle cosce mostrate senza freni , offrendo una visuale quasi fino alla chiappa accavallata , vidi Fabrizio che parlava con un suo amico , guardava Valeria e lo vidi sistemarsi il pacco ...ci stava riuscendo..gli stava facendo venire il cazzo duro...poi si alzò in piedi e poggiò solo il culo sullo sgabello..
Dietro la gonna era risalita al punto da vedersi l'inizio delle natiche di lato allo sgabello...lei faceva finta di nulla continuando a chiacchierare...
Dopo un po' si avvicinò a me "amore devo andare in bagno... sai dov'è?" " E che ne so...devi chiedere a Fabrizio" ci avviciniammo a lui " dai ti accompagno io
Che devo fare una chiamata" così si allontanarono insieme...
Li seguii con lo sguardo dalla porta ..
Li vidi salire sull'appartamento della casa annessa al maneggio.. mi defilai e li seguii
Come immaginavo...dalla porta finestra vidi lei attaccata faccia e braccia al muro , lui dietro che già aveva alzato la gonna e palpava morbosamente le chiappe di Valeria .. vidi lui che si abbassò piegandosi sulle gambe e
Sprofondò con la faccia tra le chiappe....lei emise un genito ... Sentivo il rumore della lingua che si impastava di saliva tra culo e figa lei che socchiudeva gli occhi e si mordeva le labbra lui le allargò le gambe per avere più spazio per mangiarla .
Poi si alzò in piedi e la fece girare , uniziarono a slinguare mentre lui le massaggiava la figa , ormai a vista , l'esile stoffa che doveva coprirla era praticamente sparito tra le labbra scure poi la troia audace di sua iniziativa slacciò i jeans e la patta facendo saltar fuori quel mattarello in tiro ,ero lontano ma si vedeva che era enorme , davvero largo , "quanto è grosso" disse lei iniziando subito a smanettare ,la mano non riusciva a prenderlo per intero ...
"Brava dai ... che mani che hai" e ricominciarono a slinguare lei mugolava e segava il cazzone ...poi lui la afferra dai fianchi e passa dietro di lei tira su la gonna lasciandola con il culo all'aria...prese il cazzone e lo infilò tra le cosce sotto la figa da dietro ... vedevo la cappella fare capolino sotto la figa tra la carne delle cosce abbronzate "vieni in negozio domani che ti scopo come si deve..." "Siiii lo voglioo..". "lo vuoi il cazzo grosso eh ...ti piacciono i cazzi grossi" intanto continuava , poi di scatto lei si fermò si piegò sui polpacci riprese in mano quel palo e guardandolo con meraviglia inizio ad assaporarlo ... faceva fatica a prenderlo tutto, affamata cercava di affondare sempre di piu ... mentre succhiava piegata sulle gambe le spalancò , completamente aperte si vedeva benissimo la figa con i segni dell'abbronzatura ai lati.
"Adesso mi fai un pompino e domani ti scopo " lei non rispose neanche per non staccarsi...lo succhiava senza sosta mi accorsi che stavano per finire e per non farmi beccare me ne tornai dagli altri.
Dopo un quarto d'ora circa tornó solo lei.
"Belli i cavalli in scuderia!! " E dopo venti minuti ecco tornare lui che faceva finta di parlare al telefono .
La festa finì e dopo i saluti ripartimmo
In macchina le misi subito la mano sulla figa "dai racconta. Allora era grosso?"
" Mmm mai visto un cazzo così..."
" Ahh allora lo hai preso eh" "te l'avevo detto che se l'avesse tirato fuori l'avrei preso subito" "porca ... l'hai succhiato"
"Sii ..era così grosso e duro... proprio come immaginavo...poi sapere che tu eri nelle vicinanze mi eccitava da morire "
"Ti sei fatta scopare??" " No purtroppo... l'ho solo succhiato .." " che troia...hai ingoiato??" " E che dovevo fare... tornare dilla con gli schizzi addosso!" "Poi Mi ha detto di passare in negozio per scoparmi ..." " mm lo vuoi eh...lo vuoi prendere!!" " sii Mi sarei fatta scopare anche Stasera... Mi dispiace ma stavolta non potrai assistere .." mi disse " non credo sia prudente se scoprisse il nostro gioco..se poi lo racconta.. così Invece sarà la classica scopata da tenere segreta.. " " va bene sarà una tortura aspettarti... ma va bene" naturalmente eccitati a casa scopammo di nuovo.
L'indomani mattina , la vidi prepararsi, non in maniera appariscente o in tiro..
"Vado a fare un po'di spesa..tu sistemami l'armadio che è un casino"
"Va bene..a dopo !"
Iniziai a sistemare le cose... trascorsero un paio di ore ..." Quanto cazzo ci mette pe r sta cazzo di spesa. Preparai anche il pranzo.
Dopo quasi 3 ore fu di ritorno.
"Le buste??" Mi fece un sorriso..."dai le prendiamo dopo " "ok dai allora mettiamoci a tavola che è pronto"
"Io sono sazia..." " Ti sei fermata a mangiare?" "E si... pranzo offerto da Fabrizio..." Mi salì una palla di fuoco dallo stomaco "naturalmente sai cosa mi ha offerto vero " "sei andata da lui??"
Mi fece un bel sorriso..."sì sono andata da lui...non ho resistito.." " ti sei fatta scopare dai dimmelo" nel frattempo ci sedemmo sul divano "mi ha sbattuto in ogni modo "
"Cazzo ..." " Ci sei andata senza dirmi nulla" "si...mi ha eccitato da morire farlo così..." " Mi ha distrutta con quel palo "
"Mi ha fatto impazzire... voglio scoparci ancora..." Non resistetti le saltai addosso e la scopai...
Visualizzazioni: 7 422 Aggiunto: 3 anni fa Utente: