Cosa si risponde, di solito, quanto ti viene chiesto:"cosa desideri? Cosa ti piacerebbe/ti farebbe felice, in questo momento?".
Certo, dipende dai contesti. Però, generalmente, si finisce con il rispondere, senza troppa attenzione e partecipazione cose abbastanza banali...soldi? soddisfazioni personali? libertà totale? successo? del buon sesso? o semplicemente (nei casi veramente più bassi) solo cose materiali del tutto inutili. Pessima cosa...non bisogna mai, mai, mai rispondere a questo tipo di domande...tergiversare, guardare dritto negli occhi la persona che ti ha fatto in quel momento la domanda e andarsene in silenzio è meglio che dare risposte banali. I desideri, quelli veri, non vanno sprecati in modo così mediocre...vanno tenuti per sè e poi esauditi. Perchè prima o poi ci si riesce sempre, o quasi, a realizzarli...ed è quella la più grande soddisfazione!

Circondarsi di cose belle, goderne con tutti i sensi (siano esse oggetti o persone); avere intorno persone interessanti stimolanti, che non ti mollano mai...che non ti danno un attimo di respiro, perchè sono sempre pronte a proporre: idee, situazioni, giochi, giochini...e tanto meraviglioso sesso di qualità superiore di cui non ti stancheresti mai. Ti entrano dentro, nella testa e nel corpo, e non ti mollano più, tu non le molli più perchè il connubio è fantastico!
Tanto sano ed estremo esibizionismo, immaginando e programmando di fare cose che fanno impallidire anche te stessa quando le pensi...e quando pensi al piacere impossibile da trattenere in chi ti guarda fare quelle cose, come se fossero le più normali del mondo. Li guardi e vedi come ti mangiano con gli occhi, si avvicinano, vogliono toccarti, averti in tutti i modi...e tu per un po' glielo lasci fare, poi passi oltre...ci sono tante altre cose che attirano la tua attenzione e il tuo interesse.
L'arte, in tutte le sue meravigliose forme...strepitosa valvola di sfogo di tutte le idee e i desideri umani, da sempre! Pittura, musica, teatro, poesia, scultura, arti da palcoscenico...tutto è espressione di ciò che è umano e sublime, dei desideri umani più alti e più infimi allo stesso tempo.
Arte e sesso: semplicemente geniali! Si questo è quello che intendo e che (forse) voglio più di tutto...solo queste due cose ti soddisfano pienamente, insieme! La vita "normale" non ti offre niente di simile, a meno che tu non voglia accontentarti...ecco, mai fare neanche questo!
Un uomo sconosciuto, a cui ti interessi e a cui inizialmente ti unisce la passione per l'arte. Lo senti per un po', mai la sua voce, solo quello che scrive, che ti scrive e che parla sempre di libertà estrema in tutti i campi. Le sue opere, quelle già realizzate e quelle a cui sta lavorando che capisci, un giorno all'improvviso, che ti fanno impazzire...come lui che ci lavora. Bello, con i muscoli ben torniti in tensione, concentrato, perchè in quel momento non esiste nient'altro intorno, nel mondo...lui e la sua arte...
Dopo mesi di "frequentazione virtuale" capita che..."sai dovrò venire a Milano la prossima settimana e probabilmente, se le cose vanno bene, anche molte altre volte nei prossimi mesi. Posso venire a stare da te? Mi ospiteresti per qualche notte?".
Sfrontato, penso. "Certo, volentieri, così ci conosciamo di persona", gli dico, ardente di desiderio.
Quella settimana di attesa sembra non passare più...desideri, dubbi, immaginazione che corre come un treno in alcuni momenti, ripensamenti...quando finalmente, eccolo! E' qui davanti a me, mi chiama subito "amore" e ha portato con sè un sacco di cose per sdebitarsi dell'ospitalità. Compresa la sua voglia di me, che percepisco e che dopo neanche dieci minuti, ci vede già avvinghiati, mezzi nudi, in cucina a baciarci e toccarci come se non ci fosse nient'altro al mondo. Mi tocca e palpa tutto il mio corpo come solo chi è abituato a scolpire fa...mi vuole studiare, come se la mia carne fosse un materiale nuovo e diverso da modellare. Adoro il suo tocco..farei di tutto per lui...e faccio di tutto, senza più remore, dubbi, paure. Finisce di spogliarmi e mi prende, deciso, ormai nudo anche lui e con una meravigliosa erezione...anche il suo uccello perfetto, bello e grande alla vista, sembra essere una sua scultura. Una stupenda opera d'arte che da quel momento sarà il mio dio personale! A letto mi bacia, gli piace molto baciare e ovviamente lo fa benissimo, mi tocca e lecca ovunque e mi eccita da morire, finchè sono io a gridargli di scoparmi senza fermarsi mai. Mi prende con forza e decisione, davanti, dietro, e poi ancora davanti per un tempo indefinito. E non ne abbiamo mai abbastanza, neanche lui, che viene, viene e continua ad assecondare i miei orgasmi. E' divino...pazzo, perfetto come amante, con la sua immaginazione fervida e il suo corpo insaziabile.
"Ci sentiamo, amore, ci vediamo la settimana prossima, la galleria esporrà le mie opere. Dobbiamo festeggiare martedì!"
Ci sono stati, da allora, tanti altri martedì, e mercoledì, giovedì, qualche weekend....
Giorni fa mi chiama (sì adesso ci sentiamo anche al telefono): "Da settembre espongo qui...devo venire la settimana prossima a fare un sopralluogo...puoi ospitarmi un paio di notti?". Rido, Ride.
Ti aspetto "amore"...desiderio mio unico e inconfessabile...
Visualizzazioni: 2 218 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Confessioni