Lo segui come un discepolo segue il suo maestro, arrivammo ad una casa, una piccola villetta con un giardino pieno di rose, dentro la casa le pareti erano tutte bianche ma il divano e le suppellettili erano rosa, mi fece sedere su un divano in pelle
"Ci beviamo una birra prima?"
"Si signore"
"Brava hai già imparatomi complimento con te"
La birra veniva dal suo paese, era nera molto forte di sapore, la bevemmo a canna con lui che si era seduto vicino a me e mi aveva messo il braccio intorno al collo, dopo aver bevuto la birra lui si abbassò verso di me e mi baciò, io rimasi passivo, la sua lingua penetrò nella mia bocca poi con l'altra mano andò sulle mie gambe poi sotto il sedere, io ero completamente nelle sue mani mi aveva plagiato, ero suo, poteva farmi qualunque cosa e avrei accettato,
"
Adesso andiamo in bagno ti tolgo tutti i tuoi vestiti, ti trucco e ti vesto da femmina, perchè tu sei femmina ed io la tirerò fuori"
Si alzò prima lui e poi dandomi la mano mi fece alzare, mentre andavano nella toilette lui mi teneva la mano sul mio culo tenendomi sempre caldo.

"Eccoci siamo in bagno, siediti su questo treppiede e spogliati completamente"
Ubbidii subito e mi spogliai anche velocemente cosa che lo fece sorridere e convincere che ormai ero suo, una volta completamente nudo iniziò a truccarmi e scoprii che era il suo mestiere, la sua mano sul mio viso era precisa e veloce, io non capii nulla di quello che mi aveva fatto ma alla fine il mio viso era completamente cambiato, ora assomigliava ad una ragazza civettuola molto carina.

"Adesso vieni in camera Jolanda"
Lo guardai meravigliato
!Si ora diventeria Jolanda e ti troverai anche molto bene"
In camera Manuel estrasse un sacchetto di plastica dall'armadio, poi lo versò sul letto
"Vuoi che ti aiuti?"
Mi misi le calze autoreggenti nere come pure il perizoma poi misi il body e lui mi aiutò a stringermelo dietro
"Guardati come sei sexy Jolanda?"
"Hai ragioneManuel", ora tesoro sali sul letto e mettiti supina"
Mi misi a letto e appoggiai la nuca al cuscino, qui toccò a lui spogliarsi e vidi un corpo massiccio ma tonico con molta peluria sul torace, quando abbassò la mutanda vidi un'opera d'arte, un cazzo maestoso che mi aveva già deflorato
"Manuel hai un cazzo meraviglioso"
"Si sono orgoglioso del mio cazzo e che ti ha mandata in visibilio"
"Si mi hai fatta impazzire di goduria"
"Parlo già al femminile, vedi, stà uscendo la tua femminilità"
Vieni da me Manuel fammi ancora tua"
"Certo Jolanda"
Manuel si mise vicino a me, il suo cazzo era già duro, granitico e stupendo nella sua potenza, prese le mie gambe e se le mise dietro le spalle puntò i suo cazzo e mi penetrò completamente, ero già calda, già pronta a riceverlo, ero la sua femmina in calore
"Jolanda sei bellissima così"
"Prendimi Manuel prendimi"
Manuel cominciò a scoparmi, iniziò lentamente per potermi andare fino in fondo poi gradatamente aumentò il ritmo e dentro di me cominciava a scoppiare il godimento, mi avvinghiai a lui mentre venivo scopata e andai in estasi
"Ohhhhhh Manuel Manuewl mio signore che bello siiiii"
"Mia carta Jolanda ora sei tutta femmina"
"Sii sii Manuel sono la tua jolanda, mio signore scopami ti prego, fammi tua, fammi sentire che mi vuoi completamente"
"Certo Jolanda tu sei tutta mia, mia tesoro"
"Ohhhhh mmmm sii sii che bello siiii ohhhh Manuel Manuel siii"
"Sei un'amante meravigliosa"
"Ohhh mmmm sii siii che cazzomeraviglioso, siiiiii"
Manuel mi scopò ancora per un quarto d'ora tempo che io andai in un delirio di piacere e alla fine il mio culo ricevette 9 fiotti di sperma caldo e denso, io gli pulii il cazzo roba che lo rese felice poi lui mi tappò ancora il culo.

Stemmo fermi e abbracciati per un pò di tempo, lui mi accarezzava i capelli ma io dovevo tornare a casa, lo dissi a Manuel che capìla mia esigenza, toldi l'intimo che mi aveva messo, mi struccai e ripresi i miei abiti, poi ci abbracciammo.

"Senti adesso torni ad essere Ivano ma sono sicuro che ormai sei cambiato, hai capito la tua femminilità, quando vorrai vienimi a trovare, io però vorrei che tu stessi con me per sempre, che tu diventassi per sempre jolanda e dentro di te un pò lo vuoinanche tu vero?"
"Si Manuel mi hai cambiata, ora sò cosa sono dentro di me"
"Aspettami prendo l'auto e ti porto a casa, ricordati dove abito"
"Certo l'ho impresso nella mente"
"Andiamo dai"
"Dopo 20 minuti scesi fuori di casa mia, salutai Nanuel con un bacio poi entrai in casa.
Visualizzazioni: 2 737 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex