Quell'estate feci diversi lavoretti e mi procurai un bel pò di soldi, volevo assolutamente da Manuel, ogni giorno che passava mi mancava sempre di più, e una sera rubai un perizoma e calze autoreggenti a mia madre poi corsi da lui, entrai senza problemi, e lui era lì libero, sembrava che mi aspettasse, ci guardammo negli occhi e lui mi rapì i cuore, mi venne incontro il suo sguardo era serio, mi prese per mano e lo seguii senza dire una parola
"Susanna ! sono felice di rivederti"
"Manuel io stò male se per un pò di giorni non ti vedo, non ti sento dentro di me"
"Le tue parole mi fanno felice perchè vuol dire che l'altra volta sei stata bene con me"
"Tu ora sei il mio signore"
"E' una parola importante"
"Manuel cos'hai sei freddo questa sera con me"
"Fino a che punto sei capace di arrivare pur di amarmi?"
"Manuel io non sono ricco, non lavoro ancora"
"No non voglio soldi, saresti disposto veramente a diventare la mia femmina, la parte femminile di un rapporto omo?"
"Questo te lo assicuro"
"Ti voglio mia Susanna, ti voglio mia hai capito?"
"Sono già tua"
"Spogliati"
Mi spogliai e quando Manuel vide il mio intimo sorrise compiaciuto
"Come vuoi che ti prenda?"
"Tu sei il mio uomo decidi tu"
"Brava allora vai verso quel muro e appoggiati con le mani"
"Manuel io ti amo"
Mi appoggiai al muro, lui mi venne dietro in modo da farmi sentire la sua presenza dietro di me, mi abbracciò stretto e ci baciammo, sentii il suo cazzo duro e dritto appena fuori dal mio culo
"Entra ti prego entra Manuel
"Certo ragazzina, oggi ti scopo come se tu fossi una vera puttanella, ti scopo in piedi"
"Si Manuel"
SEntii entrare dentro di me il cazzo di Manuel, entrò tutto e mi strinse ancora più a sè poi cominciò a scoparmi, scoparmi ben presto prese un ritmo incalzante ed io persi la testa
"Ohhhh, siiii siii scopami scopami mio signore"
"Susanna sei un'amante deliziosa"
"Manuel tu scopami e mi avrai x sempre"
"Sono parole importanti queste"
"Manuel io ti amo da quel giorno, mi sono sentita subito tua"
"Susanna certo, ti ho conquistata subito col mio sesso"
"Manuel io mi farei scopare 24 ore su 24 da te"
"Per fare questo dovremmo vivere insieme"
"Si io la tua donna e tu il mio uomo"
"Susanna tu vorresti un uomo che fà il mio mestiere?"
"A me basterebbe che il tuo cuore sia solo mio con gli altri sarebbe solo sesso"
"Tu mi fai tenerezza Susanna"
"Dai adesso ti sborro nel culo e poi mi pulisci il cazzo va bene?"
"Certo mio signore"
Manuel mi scaraventò nel culo una cascata di sborra bollente e densa, mi rimase ancora un pò dentro poi una volta uscito gli pulii il cazzo rendendolo come nuovo.
Ci guardammo in viso poi lui mi disse
"Vieni domani sera a questo indirizzo verso le 19, io ti truccherò e vestirò da femmina poi andremo a cenare, ricordati che se non ti vedo non ti vorrò più vedere neppure qui.
La sera dopo tutto emozionato suonai alla sua porta, lui fù molto felice nel vedermi, mi prese per mano e mi portò alla toilette qui mi spogliò completamente e mi truccò poi mi vesti da ragazza.
Visualizzazioni: 964 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex