Per un po' mia moglie sembro'non realizzare quello che stava succedendo. La vedevo con gli occhi sgranati fissare nostro figlio che le stava addosso. Sicuramente lo sentiva dentro di lei , visto che non riusciva a trattenere i gemiti ad ogni suo affondo , ma faticava a realizzare che quello che stava succedendo fosse reale. Solo quando lui inizio'a penetrarla con una certa irruenza la sentii iniziare a dirgli di fermarsi, se fosse impazzito. Ma lui prosegui' nella sua azione. Anzi il ritmo divenne indiavolato. "Ti prego ...fermati...fermati..." la sentivo implorare a fatica sotto gli affondi violenti di lui."Ho mamma...mamma" lui ripeteva mentre lo vedevo cercare di baciarla sulla bocca. "Ti prego...ti prego.." lei continuava a ripetere sempre piu' a fatica. Poi lui riusci' a centrare la bocca di lei con la sua, zittendola definitivamente. Ormai potevo udire solo il rumore dei due corpi che cozzavano uno contro l'altro , e il letto che sbatteva rumorosamente contro il muro.
Io ero come in trance. Avevo sperato che quella sera succedesse qualcosa che potesse stimolare la mia fantasia, ma non certo quello che stava succedendo. Vedendo mio figlio penetrare sua madre con tutta quella irruenza , lei in balia di quella foga incestuosa praticamente piegata in due sotto di lui , mi paralizzava.
"Vengo mamma...vengo" improvvisamente lui disse alzandosi un po' dalle labbra di lei. "No..no.." lei sussurro' con tono spaventato. "Mammaaaaaaa.." lui biascico' invece venendole immediatamente dentro noncurante di tutto. Anche del fatto che sapeva, perche' ne avevamo parlato, che per un problema ginecologico lei aveva tolto la spirale , quindi...
Per un po' lo vidi contrarsi , immagino scaricando tutto quello che aveva dentro sua madre. Poi , lasciandosi sfilare le gambe avvolte ancora dalle calze a rete da sopra le spalle, si accascio' lungo disteso su di lei.
"E' stato incredibile ma'" lui sussurro'appogiando la testa accanto a quella di lei.
Per un tempo che mi sembro' eterno tutto sembro' congelarsi. Lui tra le cosce di lei sembro' come addormentarsi. Lei , immobile, sotto di lui, con il viso coperto da un braccio.
"E' da tantissimo che sognavo di farlo...ti amo ma'...ora sei mia "ad un tratto sentii lui dire. "Cosa ? Ma ti rendi.." lei inizio' a dire togliendosi il braccio dal viso e mostrando tutto il trucco colato dalle lacrime . Inizio' a dire , perche' la porta si apri' e comparve mio figlio piccolo che, con aria assonnata , chiese "Che state facendo?"
Vidi mia moglie subito afferrare un lembo di lenzuolo e coprire lei e nostro figlio che le stava ancora addosso.
"Niente tesoro...stiamo facendo un gioco" lei disse cercando di abbozzare un sorrisetto .Sfilandosi da sotto di lui e dalle lenzuola la vidi alzarsi dal letto col neglige' abbassato e abbracciare nostro figlioletto dicendo" Ora andiamo a dormire pero'...e' tardi". Mentre lei lo prendeva per mano accompagnandolo fuori, nostro figlio grande si alzo' anche lui dal letto vestendosi alla bellemeglio e sgattaiolando fuori anche lui dalla stanza.
L'immagine di mio figlio piccolo mi fece riprendere subito. Misi tutto via e mi avviai a rientrare. Al mio ritorno tutti sembravano dormire. Mia moglie girata dall'altra parte sul letto , anche lei. Io cercai di dormire , ma devo dire che non riuscii a farlo fino quasi alla mattina.
Al mio risveglio mia moglie era gia' alzata. La sentivo in cucina a preparare la colazione .Non sapevo cosa sarebbe potuto succedere quella mattina.Che decisioni avrei preso quando lei mi avrebbe raccontato quello che era successo.
Entrai in cucina pronto a tutto. Ma non successe nulla. Lei mi accolse con un sorrisetto forzato salutandomi , porgendomi la colazione , e tornando al suo da fare. Come al solito alla mattina scalza , il neglige' della notte prima aveva lasciato il posto alla maglietta ovesize che indossa spesso a casa . "Tutto a posto?" le chiesi in un momento in cui lei mise sul tavolo qualcosa."Certo.." mi rispose sorridendomi .
Un attimo dopo arrivo' nostro figlio maggiore . Mi saluto' distrattamente , poi si avvicino' a sua madre cingendole la vita con un braccio e baciandola delicatamente sulla guancia vicino all'orecchio." Buongiorno mamma" sussurro'. Lei non rispose.
"Come e' andata ieri sera?" domandai io mentre lui si sedeva." Non te lo ha detto mamma? Benissimo...ci siamo divertiti un casino...vero ma' ?" lui disse iniziando ad abboffarsi. Lei non rispose , sempre girata a fare qualcosa. "Allora?" aggiunsi io.
"Si'..si''" lei mormoro' fingendosi indaffarata.
" E sai una cosa pa'..penso che con me si diverta piu'che con te " aggiunse lui con aria compiaciuta. Lei si volto' un attimo fulminandolo con lo sguardo.
"E' vero papa'...stanotte giocavano e facevano un sacco di rumore" mio figlio piccolo' disse entrando in cucina.
"Zitto tu..e andiamoci subito a vestire ,che e' tardi" disse subito mia moglie nervosamente prendendolo per un braccio e portandolo via.
Io feci finta di nulla.
Subito dopo suono' il campanello.Era l'amico di infanzia di mio figlio maggiore. Mi saluto' distrattamente. Mentre quando comparve mia moglie con mio figlio piccolo pronta per uscire non manco' di salutare pieno di attenzioni.
Come spesso capita,lei indossava un tailleur .Nulla di cosi' provocante . Ma lui non manco' di squadrarle il fondoschiena quando lei si chino' a sistemare le scarpe di nostro figlio piccolo. Cosa che noto' mio figlio maggiore , che lo sgomito' irritato.
Io facevo finta di guardare il telegiornale , ma notavo queste cose . Come non mi persi il bacio frugale sulle labbra che improvvisamente mio figlio stampo' sulle labbra di sua madre prendendola alla sprovvista .Mentre lei si alzava lui le afferro' il collo con una mano e la bacio' sulle labbra.Una frazione di secondo. Ma che lascio' lei esterrefatta e imbarazzatissima di fronte all'amico di infanzia di lui che era proprio li'. "Ti amo." lo sentii dire anche a bassa voce mentre usciva con l'amico al fianco.
Continua.
Visualizzazioni: 9 718 Aggiunto: 3 anni fa Utente: