Ora che ero direttore delle vendite potevo veramente sposarmi e far felice anche la mia compagna di vita, lo stipendio era raddoppiato, feci trasloco e scelsi una casa molto vicina alla dtta, era bella molto luminosa la arredai con tutto il gusto che avevo con mobili di qualità e alla fine rimasi soddisfatto.

Non avendo nessuno potevo dedicarmi completamente al mio nuovo lavoro, telefonavo, trattavo, ottenevo dei buoni risultati ma passava il tempo e dalla Thailandia nessuna nuova e piano piano non ci pensai più fin quando una mattina guardando la posta notai una lettera che veniva da quel paese, aprìì la busta, la lettera era scritta in inglese, la lessi
"Caro Ivano sono Giada, sai con la tua idea di sposarti mi hai messo veramente in crisi, ho passato notti insonni Paul mi spronava di accettare ma un matrimonio è una cosa importantissima, non è da prendere alla leggera, tu mi avevi detto che eri innamorato di me e da quando sei andato via mi sono accorta che mi manchi tantissimo, mi manchi come se mi mancasse l'aria, ho visto dopo tanto tempo il mio passaporto, era tanto che non lo usavo, dove avrei potuto andare! ho notato che il mio nome da maschio è scritto male e può benissimo passare per un nome femminile, con te ero Giada una trans che ti ha preso il cuore, forse adesso dopo tanto tempo non pensi più a me però ti dico solo due cose, mi sono accorta che anch'io sono innamorata di te, mi sono accorta appunto appena te ne sei andato via, ho sentito appunto subito la tua dolcezza, secondo ed è molto importante se mi vuoi ancora sono pronta a partire subito e venire da te per sposarti e finalmente diventare tua moglie, se mi vuoi ancora ti mando la mia email, ti amo Ivano"
Leggere queste parole mi scaldò subito il cuore, si ero ancora innamorato di lei, ero cotto di lei, ero disposto ad essere io la sua donna nel caso fossimo soli per cui presi subito il computer e gli mandai una email indicandole la città e l'indirizzo giusto e nel caso avvisarmi quando sarebbe arrivata e a che ora, la inviai subito, solo al pensiero di essere ancora frà le braccia di Giada mi emozionai e mi eccitai anche, dopo 5 minuti mi arrivò la risposta
"Vengo tra tre giorni, dovrei arrivare alle 11 di sera"
Guardai il calendario e mi accorsi che sarebbe arrivata di venerdì per cui avevamo due giorni per fare sesso, per sentire dentro di me il suo cazzo godere e lasciarmi dentro il succo del suo godimento.

Arrivò venerdì e appena uscito dalla ditta mi diressi in un porno shop, comandai un completo di intimo femminile, il più sexy che aveva, l'impiegato percepì che era per me perchè mi guardò e sorrise maliziosamente, una volta pagato uscìì e mi diressi all'aeroporto, mi sedetti in una delle sale di attesa mi bevvi due wisky, il mio cuore man mano che arrivava l'ora di arrivo aveva aumentato le palpitazioni e finalmente arrivarono le 11 lo speaker annunciò che l'aereo proveniente dalla Thailandia era atterrato, aspettai ancora un pò poi eccola Giada sorridente come sempre, aveva un carrello con tre valigie, una volta vicina ci abbracciammo e ci baciammo poi andammo verso la mia auto caricai le valigiie e partimmo verso casa mia.
Lei fù molto entusiasta della casa, preparai un piatto di spaghetti col sugo di salsiccia e ce lo mangiammo velocemente poi vidi i suoi occhi stanchi, le feci vedere l'intimo che avevo comprato e a lei piacque tantissimo
"Giada già da questa notte inizierò a essere la tua femmina, lo sò che sei stanca del viaggio ma io lo metto ugualmente quell'intimo ok?"
"Ivano ceto che lo devi mettere sarai presto mia moglie"
Ci mettemmo a letto e lei appena appoggiò la testa sul cuscino si addormentò subito"

Io dormo sempre come mia abitdine col culo per aria, era forse le 4 della notte quando percepii un peso su di me quando mi svegliai mi accorsi che Giada era sopra di me e aspettava che io mi svegliassi per scoparmi
"Ivano sei sveglio?"
" Si Giada prendimi pure scopami godi dentro di me fai di me la tua femmina"
"Sai ho fatto un sogno, io e te eravamo sposati da un pò e tu ti eri leggermente effeminato per cui gli abiti da femmina ti stavano benissimo, mi sono eccitata e mi è venuta voglia"
"Tu puoi scoparmi ogni volta che vorrai quando siamo soli io e te ricordalo, io sono tua"
Giada cominciò a muoversi dentro di me, lei aveva un gran bel cazzo per cui in breve tempo mi portò al delirio
"Siiiii siii Giada siiiiiiii chre bello siiiiiiii vai avanti così amore mio"
"Mi ricordavo che avevi un bel culo ma rivederlo è tuttsa un'altra cosa"
"Allora scopami scopami mio signore scopa la tua femmina scopala a lungo"
"Siiii moglie mia sii ti scopo ho tanta voglia di scoparti e goderti dentro, ti riempirò le budella del mio godimento mia bella troietta in calore, come mi mandi in estasi tu non mi manda nessuno, sei un uomo da letto tu"
"Allora dai scsatenati ohhh sii si dai ahh mmmmmm"
"Guarda come geme la mia femminucca"
"Sei tu che sei bravo a scoparmi"
"Certo frà poco sarò tuo marito e ti scoperò scoperò al posto del sangue avrai la mia sborra tesoro mio"
"Dai si si mi piacerebbe satebbe bello amore"
"Ohhhhhhh sborro amore mio sborro sborro si tutta nel tuo bel culetto porcellino mio"
"Giada mi riversò nel culo una cascata immane di sborra calda e densissima, subito mi diede della carta per bloccare la fuoriuscita della sua sborra poi io le pulii il cazzo rendendolo come nuovo, ci baciammo poi abbracciati ci addormentammo.
Visualizzazioni: 2 656 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti