Arrivai a casa che ero ancora sconvolto dalla mia non reazione, quel giorno capii cos'ero, ero un ragazzo gay e a cui piaceva tantissimo avere un cazzo nel culo, quando arrivarono i miei dal lavoro non dissi chiaramente nulla di ciò che mi era successo dissi solo che ero stato promosso con la media dell'8, mio padre volle subito festeggiare per cui andammo fuori a mangiare la pizza, lì vicino era appena stata aperta una di queste e avevamo saputo che era molto buona.

La pizzeria era molto grande, forse 80 posti e il menù prevedeva 40 tipi di pizze, io e mio padre scegliemmo una pizza sul piccante mia madre invece una 4 stagioni e per bere una birra media, il cameriere fù abbastanza veloce nel portarci le pizze e le birre e ci demmo dentro ad un tratto mi si ferma il sangue, vedo entrare in pizzeria le due trans che mi avevano scopato, anche loro mi vedono ma capiscono la situazione e mi fanno solo l'occhiolino
"Meno male" penso e continuo a mangiare la pizza, finita questa vado in gabinetto e non mi accorgo che una di queste mi segue, ad ogni modo entra nel wc chiudo la porta e faccio il mio bisogno sento che lei è entrata nell'urinatoio vicino a me, quando riapro la vedo davanti a me sorridente
"Non ci siamo neppure p
presentati nel metro, io sono Carmen e la mia amica Dolores"

"

"Io sono Ivano"
Ma non è che abitiamo vicini? sarebbe bello"
"Io il biglietto vostro non l'ho ancora preso in mano per leggerlo, ad ogni modo abito in via c..... 8"
"Ma veramente? ma tu guarda, io e lei abitiamo nella tua stessa via ma al numero 60"
"In quel casermone?"
"Si"
"Ma quanta gente abita dentro quel coso"
"Ci sono 8 scale e ogni scala porta a 50 appartamenti"
"Madonna santa un formicaio"
Adesso che la vedevo bene al chiaro mi accorsi dell'avvenenza di Carmen, era molto sexy, con tette della 4 misura capelli lunghi lisci biondi e un viso da gattona, era proprio bella e glielo dissi
"Carmen adesso che ti vedo al chiaro sei proprio una bambolona"
"Ohhh grazie Ivano anche tu sei molto carino, è bello sapere che abitiamo vicini, il nostro invito è valido, con te non vogliamo essere mercenarie, tu ci piaci molto"
Carmen dicendo questo mi prese il viso frà le mani e mi diede un bacio tenerissimo
"Allora ci vediamo vero?
"Penso proprio di si ragazza"
Tornai in sala, mio padre mi chiese se avevo voglia di qualcos'altro
"Se mi fai compagnia si"
"Va bene allora?"
"Penne all'arrabbiata"
"Anche per me e altre due birre"
Mia madre invece bastava così ma all'orecchio mi disse "Vergognati, sei diventato un mangione"
Finì in fretta anche la pasta, mio padre pagò e uscimmo per andare a casa, vidi che le mie amiche non c'erano più, una volta in casa mio padre e mia madre si misero a guardare la televisione invece io chiesi di fare due passi.

Naturalmente andai dalle mie amiche
"Ciao sono Ivano"
"Vieni scala 4 secondo piano"
Una volta alla porta venne ad aprirmi Dolores, era già in desabillè, mi prese per mano e mi condusse in casa poi mi fece sedere sul divano e si sedette vicino a me, mi baciò teneramente, anche Dolores era bella lei era nerissima di capelli e pure lei li aveva lunghi,
"Sai sono felice che abitiamo vicini così ti è più facile venirci a trovare, noi di solito siamo mercenarie ma tu ci piaci troppo per questo con te vogliamo essere naturali, sulla metro quando ti abbiamo visto ci è scattata subito qualcosa in noi, cosa vuoi da bere Ivano"
"Una bibita analcolica se l'avete altrimenti qualcos'altro"
"Abbiamo la birra del nostro paese"
"Ma di dove siete"
"Peruviane di Callao" Dolores andò a prendere la birra, era molto fresca e nera, la sorseggiai e capii che non era di certo leggera, lei mi prese ancora il viso e mi ribaciò ma stavolta mi mise la sua lingua in bocca, mi abbracciò stretto e il bacio divenne ardente pieno di passione, percepii che dietro di me era arrivata Carmen che subito mi slacciò il pantalone, si mise sotto di me e infilò subito il suo cazzo nel mio culo, rimase ferma poi una volta messosi a posto cominciò a scoparmi, il ritmo divenne subito forte martellante ed io non ce la feci più a resistere
"Ohhhhhh siiii siii daii continua continua che bello siiii"
"Vedo che ti piace molto essere scopato, avevi avuto altre esperienze? mi chiese Dolores
"Noooo voi siete le prime ahhhh ohhhh siiiii mmmmmm daiii"
"Siamo felici che hai scoperto che ti piace essere scopato e noi siamo le prime, vedrai ogni volta che ci verrai a trovare ti scoperemo tantissimo"
"Siii siiii ancora daiiii Dolores dopo tocca a te "
"Certo tesoro"
"Ohhhhhh mmmm che bello siiii siiii dai Carmen riempimiiiii"
Si Carmen mi aveva sborrato nel culo, furono svelte a cambiarsi e in men che non si dica avevo già il cazzo di Dolore nel culo e pure lei partì velocemente ed io continuai a gemere come una troia"
"Ohhhhhh troppo bello siiii siii ohhhhhh mmmmmmm"
"Sei proprio un porcellino Ivano"
"Adesso che ho scoperto che mi piace voglio guadagnare il tempo perso, ohhhhhhh siii daiii daii siiii"
"Ivano scusami msa sei un ragazzo da monta"
"Si montatemi ogni volta che sarò con voi, riempitemi del vostro godimento siiiiii"
"Ma se sei così voglioso potremmo presentarti anche a qualcuno o qualcuna"
"Io voglio voi"
"Ma certo tesoro ma se non ti bastiamo allora ci penserà a soddisfarti qualcun'altro"
"Ohhhhhhhhhhhh"
Sborrai sborrai tanto Carmen mi pulii accuratamente il cazzo con la sua lingua poi toccò a Dolores sborrarmi nel culo e alla fine pulii il cazzo ad entrambe.
"Senti Ivano noi vorremmo presentarti ai nostri amici, perchè anche loro possano conoscerti e apprezzarti, ti avvisiamo va bene?"
"Come volete"
"Ahh dimenticavo naturalmente non ti hanno mai nè truccato nè effeminato con vestiti da donna"
"No naturalmente"
"Allora la prossima volta appena arrivi ti svestiamo completamente ti trucchiamo e ti vestiamo da femmina"
"Va bene amiche mie devo scappare ciaooooo"
"Ciao tesoro" mi disse Dolores"
"Ciao ragazzino da letto" sorrise Carmen
Visualizzazioni: 2 414 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti