Il mio lavoro e’ abbastanza impegnativo e mi consuma le energie soprattutto mentali, perché devo gestire le problematiche dell’avere un’attività in proprio.
Il mio lavoro mi mette a contatto con tanta clientela sia maschile che femminile e d’estate può’ essere anche piacevole perché le donne, ragazze, mamme, sposate e fidanzate sono tutte più accaldate e spesso fanno intravvedere parti del corpo che d’inverno non vedi.
Gli ormoni aumentano come anche le fantasie quelle che tutti noi abbiamo come quella di fotterci una donna sposata che ci fa andare di proposito su di giri.
E ‘ quello che mi e’ capitato la scorsa estate con Adele una donna di 45 anni con la quale nel tempo era nata una complicità solo virtuale in quanto ci sentivamo ogni tanto con messaggi più o meno espliciti .
Questo mese di agosto e’ venuta a trovare i genitori anziani, e quindi ogni tanto si e’ avvicinata a lavoro stimolando le mie fantasie in quanto le ho chiesto esplicitamente di sganciarsi dai genitori e di venire a trovarmi a lavoro in un momento meno impegnativo perché avevo voglia di farle provare qualcosa di nuovo da quello del maritino .
Un pomeriggio viene a trovarmi e la ricevo nello studio dove gesticola parte amministrativa della mia attività .Si presento’ in gonna ed una camicetta bianca, con dei tacchi vertiginosi, un po’ preoccupata perché l’attività era aperta.
Le dissi che avevo una telecamera dalla quale avremo potuto vedere se entrava qualcuno.
Mentre lei era girata verso la telecamera a guardare io mi avvicinai e le sollevai da dietro la gonna, le allargai le cosce spingendola verso il basso e lei infilai il mio cazzo già’ duro nella sua figa che era già’ un lago.
La pompai da dietro facendola ansimare come una troia in calore, mi accorsi che qualcuno era entrato e quindi mi spostai nel lato vendita cecando di mantenere la calma .
Finita la vendita mi riavvicinai nello studio dove lei era seduta nella poltrona e si stava facendo un ditalino perché era troppo eccitata, quindi tirai fuori nuovamente l’uccello e glielo miei davanti alla faccia.
In un attimo lo prese in bocca ed inizio’ a farmi un bel pompino, ingoiando la cappella e tutto il cazzo per i suoi 20 cm di lunghezza, sputandomi sopra e segandomi come la migliore puttana.
Poi dopo iniziai a leccare la sua figa depilata assaggiando le sue labbra e leccando tutto il suo buco del culo mentre lei di infilava due dita nella figa.
Non resistetti più, la girai mettendola a pecora e le infilai il mio cazzo in quel buco del culo facendola gridare che le facevo male e che non lo aveva mai fatto.
Ah si troia, le dissi adesso te lo spacco così torni a casa da tuo marito tutta aperta e continuai ad infilarla così violentemente che lei venne in un attimo in culo, quindi eccitato glielo tirai fuori da quel culo aperto e le venni in faccia ed in bocca con tanta di quella sborra che non riusciva più a vedermi.
Cara Adele sai dove trovarmi per farti aprile il culo nel modo giusto.Ti aspetto per la prossima
Visualizzazioni: 5 161 Aggiunto: 3 anni fa Utente: