Il mese scorso abbiamo conosciuto una coppia un po' avanti con gli anni, molto simpatica. Lei credo abbia raggiunto ormai quello che si dice la pace dei sensi mentre lui sembra ancora arzillo, forse anche un po' mandrillo. Certamente nelle speranze. Sempre curato, sbarbato, profumato, cambia vestito due volte al giorno, Rayban anche al buio, in altre parole narcisista, molto superficiale, anche logorroico ... e forse non brilla di intelligenza. La persona perfetta per i miei piani.
Anche se mia moglie non mi crede ritengo di essere un vero cuckold ma finora non si è verificata alcuna situazione che potesse stabilire chi dei due ha ragione. Finora non sono riuscito a convincere Lalla ad avere qualche tipo di rapporto sessuale con altri fondamentalmente per il semplice motivo che non ho trovato la persona giusta. Fino ad ora.
L'altro giorno mia moglie, stremata dalle mie lunghe insistenze, ha accettato di avere una forma di contatto con il nuovo amico solo perché la situazione da me proposta non era troppo coinvolgente.
Ho invitato l'amico Marcello a casa nostra per mostrargli un quadro che avevo appena acquistato dicendogli che saremmo stati soli perché Lalla era in giro per spese natalizie. Entrati in casa gli ho detto di accomodarsi mentre io sarei ritornato in macchina a prendere il cellulare dimenticato.
Lui, appena entrato in soggiorno, ha sentito dei gemiti e dei rumori provenire dalla porta aperta della camera di Lalla ... si è avvicinato pian piano e l'ha vista messa sul letto alla pecorina col culo rivolto alla porta, il vibratore al massimo sulla figa e la telecamera a riprendere tutto, con il faretto al posto giusto. In pratica lei non poteva vedere se qualcuno la guardava, e questo è stato uno dei motivi che l'ha fatta accettare la mia proposta. Da una telecamera nascosta ho poi visto l'amico Marcello che ha cominciato a masturbarsi guardando Lalla e ascoltando i suoi gemiti e le sue urla per i vari orgasmi, con un occhio alla porta per paura che io rientrassi. La telecamera era collegata al mio cellulare per cui ho aspettato che lui terminasse, ho fatto uno squillo a mia moglie e sono rientrato. Lei ha spento il faretto e la telecamera, ha indossato un accappatoio, è entrata in soggiorno e si è seduta davanti a Marcello che aveva un'aria indifferente, proprio mentre stavo arrivando. Ciao Marcello che bella sorpresa, ciao caro rivolta a me, sono rientrata prima e così ho approfittato per fare quella cosa che volevi per Internet.
Ora, a prescindere da rapporti in qualche modo sessuali che lei non ha mai avuto con altri, a Lalla piace esercitare il suo potere su quelli che chiama maschietti: con sorrisi, atteggiamenti, movimenti del corpo le piace vedere che i maschietti reagiscono alla sua femminilità dimostrando così la loro semplicità d'animo.
Questa esperienza l'ha molto coinvolta perché è riuscita a eccitare un maschietto senza turbare in alcun modo il rapporto di amicizia in quanto apparentemente l'unico a sapere è Marcello. Non occorre dire che parlando del più e del meno, a causa dell'eccitazione che aleggiava per la stanza, l'accappatoio, dispettoso, si apriva continuamente mostrando alternativamente le tette e la figa a un Marcello sempre più rosso in viso.
Ci siamo salutati dandoci appuntamento fra qualche giorno per vedere il famoso quadro nuovo che oggi non abbiamo visto.
Visualizzazioni: 5 766 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Racconti Cuckold Trio