Ormai ero consapevole delle mie idee e fantasie da cornuto , la mia bellissima valeria aveva ormai
capito il gioco e sembrava accettare la cosa e i lati positivi che comportava e la cosa iniziava a instaurare una grande complicità
ma sempre tutto confinato alle nostre scopate, che trasformavano gli episodi di tutti i giorni in racconti eccitanti.
In seguito andammo a convivere e trovammo una casetta davero carina con un padrone di casa
abbastanza giovane sui 40 fausto un tipo tranquillo , un po sfigato in tuta tutti i giorni
single per scelta di altri capello lungo un po unto , e fu li che lei davvero iniziò a calarsi nella parte e iniziare davvero a giocare in maniera più concreta.
Dalla prima volta che ci vedemmo per vedere casa notai lo sguardo di fausto su valeria
e l'idea che il mio propietario di casa volesse chiavarla mi eccitava da pazzi, in piu lui abitava al piano di sopra.
Ci trasferimmo e iniziammo la vita da conviventi.
Da subito iniziai a fantasticare e gli episodi eccitanti non tardarono ad iniziare.
Ci trasferimmo e giugno e il caldo facilitava molto le cose.
io cercavo di prendere confidenza con lui per farlo sentire piu libero .
Ad esempio ricordo di un pomeriggio in cui Valeria decise di andarsene in piscina e sapendo l'oario di rientro invitai fausto a bere qualcosa a casa
Dopo una ventina di minuti eccola tornare zeppe gonnellina di jeans a metà coscia con le sue lunghe gambe e cosce carnose ben in vista un top sul reggiseno, la sua carnagione olivastra
già scura al primo sole. Notai subito l'espressione di fausto cambiare incantarsi su quelle gambe.
I saluti qualche battuta e si sedette su una sedia davanti a noi seduti sul divano.
Leggermente piu bassi la visuale di lei sulla sedia era fantastica la gonnellina
risalita conteneva a fatica le cosce carnose con un filo di cellulite appena visibile
che la rendeva ancora piu cavalla da monta, lei che notava lo sguardo di fausto ormai
spudoratamente fisso sulle sue cosce cercava di tirare giu il gonnellino per coprisi
Ad un certo punto si alzò "beh io vado a farmi la doccia" e si diresse verso il bagno
incominciammo a parlare io e fausto ma dopo 2 minuti eccola tornare in costume
senza gonnellina una mutandina molto sgambata che tipo coulotte ma che rendeva il suo culo abbondante ancora piu sexy "ho dimenticato il telefono"
vidi fausto sgranare gli occhi e il mivimento delle cosce e delle chiappe non coperte completamente dal costume.
Inutile dire cosa successe la sera stessa a letto eccitati come matti da quell'episodio , scopammo eccitatissimi.
Dopo un po fausto era praticamente di casa , la confidenza era tanta e il suo debole per valeria sempre piu palese, e cercavamo di metterlo in mezzo
ai nostri giochi soft.
Una sera eravamo a casa , valeria sotto la doccia, lui passo fuori casa lo fermai e iniziammo a chiacchierare
lo feci entrare e gli offrì una birra .
Dpo 10 minuti eccola arrivare in accappatoio pensando di trovare solo me non aveva allacciato completamente
lasciandolo aperto di lato sulla coscia entrata in sala vedendo fausto subito
lo strinse per bene coprendo frettolosamente "oh fausto ci sei anche tu!"
ma con mia sorpresa non se ne andò subito anzi si sedette vicino a me ...
il pensiero che lei sotto era completamente nuda mi fece indurire subito
iniziammo a chiacchierare e lei non accennava ad andarsene per vestirsi..come avesse capito
che la cosa mi eccitava . Iniziò ad accavallare spesso le gambe giocando con lo spacco che formava l'accappatoio sulla giunzione , con i movimenti si esponevano
pezzi del suo gran corpo da cavalla . Chissà come veniva duro a fausto .
Andato via fausto non resistetti e la presi li sul divano scansai l'accappatoio
ed era davvero nuda sotto , davvero era rimasta nuda appena uscita dalla doccia , capezzoli turgidi eccitata.
"che porco che sei ti sei eccitato perchè ero in accappatoio davanti a lui vero"
"siii mi hai fatto venire l'uccello di marmo ..cazzo eri nuda mmm " "o si ero nuda mm mi sono
eccitata anch'io a stare nuda davanti a lui vedendo che c'eri anche tu.."
"mmmm avrebbe potuto vederti la figa !" "sii e sai che mi sono eccitata ...mmm tutta nuda con te e un altro!" "o sii ti eccita porco vero! poteva vedermi la figa e a te
viene duro! " "siii cazzo sii dovevi fargliela vedere!! sai come gli sarà venuto duro a vederti così mezza nuda!" "mm ti piace se lo faccio venire duro agli altri vero! attento
che poi magari qualcuno mi monta davvero!" "mmm magari cazzo te lo meriti! " "oh siii me lo merito quando faccio la troietta vero!"
Capii che la cosa iniziava ad eccitarla davvero quando iniziò a stuzzicarlo anche quando non c'ero e poi mi raccontava tutto .
Una sera tornai a casa dopo la partitella a calcetto con gli amici cenammo e ci stendemmo
sul divano a guardare la tv, dopo un pò iniziò a massaggiarmi il pacco tirò fuori il cazzo e iniziò a smanettare
"adesso ti racconto cos'è successo mentre non c'eri porco.." il cuore mi parti a mille
non risposi nemmeno " ho lasciato la porta aperta per far asciugare il pavimento
e sono andata a farmi la doccia, mi stavo asciugando i capelli ancora nuda...con il rumore del phon non ho sentito
entrare fausto che portava le bollette, ero chinata in avanti a testa in giu tutta nuda e quando ho rialzato la testa
l'ho intravisto dallo specchio ....pensava non l'avessi visto ed è rimasto li dietro..." intanto il mio cazzo era diventato di marmo
tra le sue mani "cazzo ti sei coperta quando l'hai beccato??" "mmm no...ho fatto finta di nulla l'ho lasciato guardare.."
in un baleno me la ritrovai a cavalcioni sul cazzo fradicia "mmm che cazzo duro...ti piace vero....dimmelo che ti piace!! mi ha vista tutta nuda..
sei contento eh porco! mi ha visto culo e figa! ti piace vero?"
"cazzo stai diventando una troia!!! siii mi piace ti sei fatta guardare la figa cazzo !!!" "sii continuavo a piegarmi in avanti per fargli vedere bene tutto da dietro!!"
"e se fosse entrato e ti avesse scopata ! eri sola cazzo!" "mmmm e che potevo farci...ero tutta nuda...potevo solo prendere il cazzo!
non è questo che vorresti porco!" "ooohhh siii cazzo siii" A sentire quelle parole non ci capivo piu nulla eccitato come non mai , ormai mi rendevo conto che il gioco le stava piacendo davvero..stava prendendo gusto a troieggiare ,ormai
non ero molto lontano dal vederla alle prese con il cazzo di un altro, era davvero eccitata davvero l'essere quasi nuda davanti a qualcun'altro con me presente
ormai era questione di tempo e mi avrebbe cornificato .
dimmi che è successo dopo "ho fatto finta di nulla ho messo un asciugamano e sono uscita lui ha fatto finta di essere appena arrivato...ma era imbarazzato....e poi..
poi dai pantaloncini ho visto che gli era venuto duro..." "cazzo gli hai fatto venure il cazzo duro!"
"mmm siii ...come piace a te.." "poi se andato subito dicendo che sarebbe ripassato...si vergognava di stare
a cazzo duro davanti a me..."
Quella sera scopammo come ricci per ore
Visualizzazioni: 4 440 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Racconti Cuckold