Dopo più di 10 anni di matrimonio decisi di mettervi fine, ridotto ormai ad una routine quotidiana immersa nel silenzio! Niente dialoghi se non quelli strettamente di servizio, niente sesso, niente svago, insomma, niente più vita! Così mi ritrovai a 40 anni ad iniziare una nuova vita con mia figlia di 6! All’inizio fu durissima, dovetti conciliare lavoro e attività sportive della bambina! Il mio ex non fu molto presente e per questo dovetti rinunciare alle mie attività extra lavorative! Porto regolarmente mia figlia in piscina 3 volte la settimana e per non fare sempre avanti e indietro ogni volta, la aspetto sugli spalti! Vedo più o meno sempre le stesse persone, con cui a volte scambio 4 chiacchiere! Una di queste, un signore di una mezza età circa, ben curato e sempre ben vestito, un pomeriggio si siede a fianco a me e mi passa un biglietto con su scritto: SABATO SERA ORE 20, PARCHEGGIO CENTRO COMMERCIALE. Leggo il biglietto senza capire cosa stia succedendo, pensando ad uno scherzo di cattivo gusto! L’uomo mi dice di essere puntuale, e senza figlia a seguito! Una macchina nera sarebbe venuta a prendermi e mi avrebbe portata in una località segreta per il weekend! Mi sarei dovuta portare soltanto gli effetti personali e i documenti! Lì per lì ho pensato di essere su qualche candid camera, ma l’uomo in questione ha l’aria più che seria! Decido di accettare l’invito e mi metto quindi d’accordo con i miei genitori per tenermi la bambina! Passo tutto il sabato a farmi mille domande su cosa indossare, come pettinarmi e come truccarmi! Mi depilo totalmente la zona inguinale, gambe, braccia e ascelle e metto una crema profumata al muschio bianco! Scelgo un completino intimo sexy e provocante con un tanga striminzito di pizzo nero e reggiseno abbinato! Infine mi metto le autoreggenti color carne e un vestitino rosso con un coprispalle bianco! Trucco leggero ma visibile e capelli raccolti con qualche ciocca libera sulle spalle! Nonostante i 40 sono ancora una bella donna! Arrivo sul luogo dell’appuntamento e vedo una berlina nera ad aspettarmi! Scende un uomo e mi invita a prendere posto sul sedile posteriore, dove trovo un mazzo di rose rosse e un altro biglietto: DIANA I TUOI OCCHI TRISTI MERITANO LA FELICITÀ. NON TI DELUDERÒ. Mi passano per la testa pensieri erotici e mi ritrovo dapprima a sorridere e poi a darmi della scema! Ma allora perché mi ero vestita così?? Dopo pochi minuti imbocchiamo un vialetto sterrato che conduce ad una villa antica stratosferica! Mai visto nulla di simile! Immediatamente la porta d’ingresso si apre e la governante mi fa accomodare! Dove sono finita??? Arriva Marco, in smoking, e alla sua vista un brivido mi percorre la schiena fino ad arrivare nel basso ventre.
<< accomodati Diana, fai come se fossi a casa tua! Tra poco ci serviranno la cena e poi ti rivelerò il motivo per cui ti ho fatta venire qui>>
Ci gustiamo una cena succulenta e prelibata e parliamo dei nostri figli, delle nostre storie e di altre frivolezze! Al termine Marco mi prende per mano e ci avviamo verso una stanza enorme con un divano in pelle. << accomodati Diana! Dalla prima volta in cui ti ho vista non ho fatto altro che pensare a te, mi piaci da impazzire e se me lo permetterai, stanotte ti farò provare un piacere tutto nuovo. Tu non dovrai fare altro che rilassarti, lasciarti andare e godere>>.
A quelle parole sussulto dal piacere. Non facevo sesso da mesi e l’idea di passare una serata erotica mi allettava e non poco! Ci spostiamo in camera da letto e ho un sussulto nel vedere che al letto sono incorporate delle cinghie. Marco lentamente mi spoglia ispezionando ogni cm di pelle con gli occhi e con le dita. La mia eccitazione sta salendo vertiginosamente. Mi sfila il tanga e il reggiseno e mi fa accomodare a pancia in su in posizione vitruviana. Mi lega dapprima i polsi e poi le caviglie e poi mi benda! << sei divina Diana.. hai profumo inebriante>>. Sento che si sta spogliando, e in men che nn si dica mi ritrovo la sue palle in bocca! Inizio a leccarle avidamente, prima una e poi l’altra. Le succhio fino a farle entrare in bocca. Mi sposto lungo l’asta di marmo e arrivo alla cappella e inizio un pompino da favola, alternando movimenti lenti e superficiali a succhiate profonde e veloci da vera zoccola. Improvvisamente Marco si stacca lo sento armeggiare con qualcosa di metallo. La mia eccitazione è quasi al culmine. Sento le sue mani poggiarsi sul clitoride e sussulto e gemo dal piacere. Sto grondando umori e non so quanto ancora riuscirò a resistere. Il dito si sposta senza fretta verso l’apertura e un attimo viene inghiottito dalla mia figa bollente. Mi dimeno a scoparmi il dito, vogliosa di esplodere ma quasi sull’orgasmo ricevo una frustata sulla pancia! <> a quelle parole mi ammutolisco. Sento le frange della frusta sfiorarmi la pancia e il clitoride e poi SLAP un colpo secco sulla figa. Sussulto, ansimo in attesa di qualcosa in più, un piacere mai provato. Di nuovo carezze ma questa volta sulle cosce e poi SLAP un altro colpo sul clitoride, ma questa volta più forte. Sono bagnata e questo mix di dolore e piacere mi sta facendo scoppiare. Dopo 10 frustate il dito torna dentro di me e questa volta ho quasi un orgasmo immediato, ma riesco a trattenermi. Sento un pizzico sulle grandi labbra, poi un altro e un altro ancora. <> chiedo ansimante. << ti divarico le grandi labbra, così posso lavorare meglio. Non muoverti, è un ordine>>. Mi vorticano nella testa mille pensieri, sto godendo come una vera troia. Prende una pennello e inizia a solleticarmi con le setole il clitoride sempre più gonfio e turgido. Contemporaneamente prende un’asticella di metallo e me la strofina sull’ureta fino a farmela entrare. Sento le contrazioni dell’orgasmo impossessarsi di me ma ancora una volta mi interrompe con uno schiaffo sul fianco. <>. Non ho mai provato un’eccitazione simile e sono vogliosa come una puttanella! Inizia a stantuffare il tubicino di metallo mentre con il pollice disegna dei cerchietti sul clitoride e con l’altra mano mi penetra la figa grondante fino a schiacciarmi e strofinarmi il punto G. Godo come una maiala, sento le contrazioni arrivare e mentre sto per esplodere mi sfila velocemente il tubicino e preme com tutta la sua forza dentro di me. Vengo come mai prima d’ora, squirtando per la prima volta in vita mia, in un orgasmo lunghissimo e intenso e in bagno di umori. Tremo di piacere e ansimo e gemo e urlo con tutta la forza. Mi toglie le mollette e senza troppe preparazioni, mi incula con un vibratore. I miei spasmi non si fermano e aumentano nuovamente quando lui mi penetra con il suo membro enorme e marmoreo e inizia a scoparmi con decisione. Il secondo orgasmo non tarda ad arrivare, e la figa inizia nuovamente a mungere. Urlo sfinita dal piacere, soddisfatta e appagata. Qualche istante dopo sento Marco aumentare il ritmo, gemere fino a sfilarsi e mettermelo tutto in bocca per una sborrata colossale. Ripulisco tutto con la lingua, e ingoio da vera ingorda. Mi slega e poi si stende a fianco a me accarezzandomi a capezzoli. <> e ci abbandoniamo a noi stessi in un lungo bacio.
Visualizzazioni: 6 184 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Bondage e Sadomaso