Paola è una donna eccezionale ama profondamente suo marito ma non riesce a fare meno di essere al centro dell’attenzione e del cazzo grosso con due belle palle gonfie. Anche quando non lo desidererebbe lo è, con la sua statura, i suoi lunghi capelli biondi, i suoi occhioni azzurri e questi glutei sodi, ampi ed esposti al pubblico che catalizzano gli occhi di tutti i maschietti, le piace camminare lentamente, chinarsi un pò ad ogni occasione e sculettare libidinosamente.


Sono amico di Paola e di suo marito Pisellino da qualche tempo ormai, abbiamo una notevole confidenza, complicità e stima reciproca, quindi non ho esitato ad accontentare alcune richieste quando venerdì scorso mi sono state scritte attraverso un messaggino da questa donna sempre vogliosa, calda ed eccitata.
Pisellino da un pò di tempo è soddisfatto e felice, si masturba due, tre volte al giorno una delle quali davanti a Paola che lo guarda sfogliando un giornale o consultando il cellulare. Eiacula sui suoi addominali depilati e dopo qualche minuto si alza in piedi e restando a gambe divaricate raccoglie tutto il suo seme e se lo spalma sulla labbra e sul viso. Gli piace molto e sua moglie Paola lo accontenta. Spesso chattiamo in video e assisto alla scena con la moglie.


Sabato sera sono stato invitato a cena da loro, i figli erano fuori casa per il week and quindi abbiamo provato questa piacevole variante, il loro lettone nuziale nella loro abitazione principale, quella della Famiglia, quella della quotidianità dove i loro figli crescono e si educano.
Paola, nel messaggino, diceva che avrebbe voluto fare una piccola sorpresa a Pisellino facendosi penetrare da lui mentre io a sua volta avrei dovuto penetrare lui. In pratica, lei distesa nel lettone, suo marito Pisellino sopra di lei (missionaria) in penetrazione nella sua vagina e infine io dietro il marito in penetrazione nel suo ano. Inoltre “scopalo forte” sono state le esatte parole di Paola quando le ho chiesto come ci devo andare. Il desiderio della moglie era di guardare dritto negli occhi pisellino mentre scopa la moglie ma penetrato analmente dall’amente.


Suono il campanello mi apre il marito e dopo un attimo di chiacchiere appare la Dea, Paola. Tacco a spillo, scarpa rosso Valentino, autoreggenti rosse, tanga su dei glutei faraonici e camicetta di seta semiaperta. Bellissima, una vera Dea. La abbraccio, la stringo forte e le nostre labbra si incontrano. Lungo e profondo è il bacio che vede e spinge Pisellino a tirarsi fuori il pene e masturbarsi. Paola lo nota, alza il braccio espone la mano e muove il mignolino davanti al marito sorridendo. “Questo è il suo cazzetto amore lo sai” e si riattacca alla mia bocca.
Non resisto più e la spingo verso il basso, si mette in ginocchio e mi cala i pantaloni di cotone. Appoggia il viso sul mio pacco, lo venera, guarda il marito e mostra il mignolo. Il mio cazzo è duro, lo morde attraverso i boxer che tira giù e lo fa uscire in tutto il suo splendore. “Grosso, duro, lungo con le palle piene“ dice guardando Pisellino. Lo avvicina a me, siamo frontali e lei è in ginocchio nel mezzo. Ci guarda e prende in mano il mio cazzo e il pisellino del marito confrontandoli. Si alza e tirandoci per il pene ci accompagna in camera.

Troia in calore, vogliosa e libidinosa. Si stende sul loro lettone nuziale, divarica le cosce e dice a Pisellino “tesoro vieni a scoparmi dai voglio che me la prepari per quel pisellone là” e indica il mio pene. Pisellino eccitato non capiva più nulla, un miracolo che ancora non avesse eiaculato, sale sul letto e si appoggia tutto nudo sul corpo della moglie. Ha un pene piccolo quindi non capisco ne dalla prosemia della moglie ne guardando le loro intimità se l’ha penetrata quindi mi avvicino e accarezzo nel mezzo dei due. Ancora no, è moscio e non riesce. Allora glielo sego un attimo e subito diventa duro, guardo Paola e le dico che il marito si è eccitato non appena gli ho preso il pene in mano, lei ride. Infilo il pene di Pisellino nella vagina della moglie che quasi nemmeno se ne accorge. Resiste, è duro e non scappa fuori (Paola ha una vagina molto larga). Accompagno i colpetti che da alla moglie spingendogli un po' il culetto per aiutarlo ad essere più forte e mentre lo faccio gli tocco l’ano con una certa prepotenza. Lo penetro con un dito senza problemi, Paola intanto dice cose come “mmm ma che pisellino duro che hai oggi amore, bravo” è il segnale. Allora inizio.


Con la mano accarezzo la vagina bagnata della moglie e gli umori raccolti li spalmo sull’ano del marito che espone il culo verso di me e inizia a godere dicendo “si si continua ti prego”. Salgo sul lettone nuziale, appoggio la mia cappella sull’ano di Pisellino, con il braccio gli tengo il collo fermo e lentamente inizio a penetrarlo. Urla. Dice che gli fa male. Guarda la moglie negli occhi e inizia a piangere come un bambino dicendo che gli fa male. Paola lo accarezza con dolcezza infinita, sorride. “Tieni duro amore, è per te. Starai meglio dopo ti sentirai più appagato amore mio. Adesso baciami” sono alcune delle parole. Pisellino scopa la moglie più forte che può ma in realtà non è lui a decidere né la frequenza ne la forza dei colpi ma io. Quando decido di scoparlo forte (non era la sua prima volta nell’ano ma la prima volta mentre scopava la moglie si) scopo forte anche la moglie ed entrambi godono come puttane in calore. Pisellino eiacula e io non mi fermo. Ha l’ano spudoratamente divaricato. Li guardo mentre si baciano e stringono forte. Vado avanti per qualche minuto e dico al marito di levarsi. Soddisfatto va in cucina sorridendo per prenderci dell’acqua. Ci dissetiamo un pò e inizio la monta vera e propria di Paola con pisellino che ci guarda segandosi.


Una serata bellissima.
Grazie ragazzi
Visualizzazioni: 5 536 Aggiunto: 4 anni fa Utente: