Ciao a tutti sono un ragazzo di 20 e come si sa i ragazzi a questa età hanno gl ormoni a mille... amo tutto ciò che è trasgressivo quindi se volete potete contattarmi magari per fare qualche chiacchierata su esperienze e fantasie
trasgressionepura@hotmail.it
o su skype con nick : trasgressione.pura (napoli)
Naturalmente onde evitare problemi i nomi sono inventati :P

Gennaro è un ragazzo di 23 anni che abita nel mio parco, ci conosciamo da piccoli e siamo praticamente cresciuti insieme. Non è un bellissimo ragazzo ma ha il suo fascino; un pò di pancetta alto 176 capelli rasati ma la sua qualità è un'altra: un pisello da 23 cm e credetemi non sto scherzando, lo so bene perchè lo conosco bene. gennaro è molto esibizionista e quando era piccolo non faceva altro che far vedere il suo cazzo già molto grande,per non parlare di tutte le volte che si segava in mia presenza... oltre a essere lungo il suo pisello e anche molto grosso inoltre è circonciso quindi aveva sempre quella cappella fuori che faceva venir voglia di succhiare. purtroppo non sono stato io a godere di quel bastone di carne duro e venoso... ma mia mamma. ma è meglio che racconti tutto dall'inizio.

io e gennaro abbiamo perso un pò i contatti purtroppo visto che crescendo abbiamo scelto vie diverse ed erano mesi che non ci sentivamo tranne che per pc. anche se viviamo a pochi metri di distanza non ci sentiamo più spesso.
nell'ultimo periodo gennaro ha iniziato a bussare sempre più spesso ma non chiedeva di me bensi di mia mamma. All'inizio non ci feci molto caso capitava spesso che le nostre mamme si chiamassero passassero del tempo insieme e anche quando rispondevo io lui mi diceva che era la mamma a chiamare mia mamma. la storia andò avanti per alcune settimane poi un bel giorno accadde qualcosa che evidentemente i due porchi non avevano previsto. la mamma di gennaro, che evidentemente non era a casa, mi chiamò a casa chiedendomi di passargli mia mamma... qualcosa non quadrava mamma era già scesa giù! così le dissi che non c'era. per mia fortuna gennaro abita al primo piano così era semplice vedere cosa succedeva in casa sua. sceso giù senza farmi sentire mi metto vicino la finestra della camera di gennaro e non c'era nessuno ma quando vado nella finestra della camera dei genitori vedo una scena che non mi sarei mai aspettato: mamma con le gambe aperte sulle spalle di gennaro che si faceva scopare come una grande troia...la mia mammina che mi aveva messo al mondo ora scopava con un ragazzo della mia età? Rimasi scioccato di quanto mia mamma fosse troia... quella stronza ad ogni affondo gridava che ne voleva di più! ma come cazzo faceva se gennaro aveva una bastone di carne di 23 cm? ad un certo punto gennaro le disse che era una grande puttana e che era fantastico scoparsi la mamma di un suo amico se poi quell'amico ero io era ancora più eccitante...mamma gli chiese cosa avesse voluto dire e lui rispose che ero un coglioncello che non capiva un cazzo e anche se avessi visto mia mamma fare lo smorzacandela avrei pensato che stesse facendo ginastica. Cazzo che bell'amico che avevo non solo si scopava mia mamma ma mi prendeva anche per il culo! detto questo disse a mia mamma "mamma di antonio mettiti a pecorina" quella stronza eccitata da come l'aveva chiamata si mise a pecorina allargando le natiche e facendo uno squardo che avrebbe potuto gareggiare per l'oscar dell'espressione più troia! vidi gli occhi di gennaro diventare rossi e inizio a galopparla ma la cosa più bastarda era che ad ogni affondo diceva mamma di antonio lo senti il mio piccolo pisello dentro? mamma di antonio sei troia? poi ad un certo punto disse che ero finocchio e che mamma era così troia perchè in casa mancavano veri cazzi! la stronza confermava e rideva e continuava dicendo "si così più dentro amichetto di antonio spingi fammi troia mi piace il tuo piccolo cazzo!". penso che sia una scena che nessun figlio avrebbe voluto vedere ma io ero arrapato al massimo! iniziai un segone rischiando di farmi vedere dal vicinato ma quei due pervertiti erano riusciti a farmi talmente arrapare che basto poco per sporcare il muro del palazzo con la mia sborra, cavolo. mia mamma era scesa da un oretta e quei due non avevano ancora voglia di smetterla, mamma continuava a guardarlo vogliosa come una cagna in calore e lo sottomise iniziando a fare lo smorzacandela ad ogni affondo era un gemito cagnesto."Si così amichetto di antonio scopami più dentro si così dai..." nonostante avessi sborrato da poco il rumore delle palle di gennaro che sbattevano sul culo di mamma me lo fece ritornare durissimo! e mi risegai. gennaro le disse che in casa mia neanche se io e mio padre avessimo messo insieme i cazzi potevamo farla godere come faceva lui e mia mamma di tutta risposta gli disse che era uno stallone;quei due scopavano da almeno due ore decisi di chiamarla..."Mamma?" e lei:"Si che c'è antonio...(in sottofondo sentivo ansimare)","Mamma ma ci vuole molto tempo mio devo fare la doccia..." intanto gennaro aveva iniziato a leccarle la figa piena di umori..."Ah...mmm antonioo non ti preoccupare vaiii siii fatti la docciaaaa ci sentiamo dopo...ti voglio bene" e stacco...quella puttana neance la decenza di smettere mentre parlava con me! "ma quel frocio di tuo figlio che voleva?" disse gennaro...
e lei: "non so... però cavolo tu potevi evitare di leccarmela... chissa se ha capito qualcosa"
"ma che deve capire quel frocio e poi se rompe lo lego a una sedia e lo costringo a vedere quando la madre è troia". Mamma disse che dopo tutta quella ginnastica aveva sete...gennaro le chiese se volesse dell'acqua,,,ma mamma di nuovo con lo sguardo porco
con la quinta di seno inizio a fare una spagnola con leccate di capocchia finche gennaro non inizio ad ansimare e mamma gli disse - fammi bere che ho sete - e credetemi bevve fino all'ultima goccia quella troia! dopo che mamma risali sopra tutta rilassata con una scusa scesi da gennaro e parlando del più e del meno mi disse che io restavo il suo amichetto di infanzia e detto questo mi diede una carezza ma non una carezza normale... come quella che fa un commorrista con un sottomesso, come quella che si da a un soggettone. mi diede una carezza con la stessa mano che un ora prima aveva fatto un ditalino a mia mamma!

che ve ne pare di questa storia?scusate per l'italiano ma l'ho scritta velocemente inoltre è la mia prima storia quindi siate buoni :P
se volete contattarmi e parlare un pò di tutto ciò che volete anche della storia contattatemi
trasgressionepura@hotmail.it o su
skype: trasgressione.pura (napoli)
Visualizzazioni: 9 391 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Etero Racconti Cuckold