Ciò che mi serve é:
- Un paio di calze nere velate
- Un paio di mutandine di pizzo
- Un reggicalze
- Un reggiseno a balconcino di pizzo
misura 2
Tutto rigorosamente nero.
E per finire un paio di scarpe decolletée, tacco 12, misura 41 (ahimé) anch'esse nere. Parrucca e rossetto sono in casa.
Comincio dalle scarpe. Decido di andare dai cinesi, ne hanno di vistose e non fanno domande. Alla cassa mi vergogno un po' e cerco di pagare velocemente e senza far parole. Dal numero hanno capito che sono per me.
Reggicalze e calze nere le trovo in un negozio di intimo con la scusa che é vicino il Carnevale. Anche quí la negoziante matura e scafata ha capito tutto ma é stata molto discreta.
Per le mutandine e il reggiseno non c'é di meglio che il supermercato Carrefour. Scelgo velocemente il coordinato piú porcaccione che trovo e passo alla cassa. La cassiera avrà pensato che mia moglie é un troia o piú probabilmente, vedendo la taglia non proprio small, che io sono un crossdresser, com'é vero. Magari é una pervertita e si é pure eccitata bagnandosi le mutandine. Io ero al massimo dell'imbarazzo perché, forse l'avrete capito, sono un travestito in privato, segretamente. Comunque ora ho tutto ciò che mi serve, pure il cavalletto per la fotocamera.
Oggi mia moglie é fuori città per tutto il giorno ed io, dopo il lavoro, sono a casa da solo. Non resisto piú per l'eccitazione e passo la giornata con quella sensazione piacevole ma tormentosa di afflusso abbondante di sangue e di calore al basso ventre, che pur non arrivando all'erezione mi fa vivere ogni istante nell'attesa.
Finalmente corro a casa, mi chiudo la porta alle spalle e mi spoglio nudo. Non resisto piú e le ultime incombenze prima del piacere le sbrigo con il cazzo che mi sballonzola tra le gambe. Piazzo la fotocamera col telecomando sul cavalletto e tiro fuori la mia lingerie. Comincio dall'acconciatura e dal maquillage, rossetto a volontà e trucco pesante per gl'occhi. La parrucca casca sulle spalle spettinata, fa molto piú "porca". Mi guardo allo specchio, una vera bagascia, mi eccito al pensiero. La fantasia vola libera e in alto, il mio cazzo pure. Mi siedo sul bordo del letto con la lingerie ben piegata accanto. Comincio con le calze, sono fini e delicate e devo far attenzione con le mie manacce. Le estraggo dalla confezione, sono ben piegate, già al tatto sono picevoli, leggerissime, con una trama finissima eppur ruvida. Ne afferro una per il bordo e comincio ad arricciarla per poterla indossare, fino ad infilarci entrambi i pollici fino in punta. Piego la gamba fino ad avere il ginocchio all'altezza del viso, chino il busto un po' di lato e allungo le mani sulla punta del piede, pronto ad infilarmi la prima, in un atteggiamento che mi fa sentire molto "donna". Pian piano, con movimenti ritmici e regolari comincio a tirarla verso l'alto e sento la setosità del nylon sul piede, la sensazione immediata di calore. Su su verso il polpaccio, il ginocchio ed infine la coscia, per il massimo del godimento. Il mio cazzo é cresciuto istantaneamente. Non sono ancora al massimo dell'erezione, é piuttosto ancora un pesante salsicciotto caldissimo per l'abbondante irrorazione sanguigna, che mi dà piacere nel contatto con la coscia, quasi fosse di un altro che si struscia contro di me. Ripeto tutta la sequenza con l'altra calza e l'altra gamba. Guardo le mie coscie inguainate che potrebbero sembrare di donna e mi scatto un paio di foto.
É ora il momento delle mutandine. Le prendo e istintivamente le soppeso, molto piú leggere dei soliti slip maschili. Sento il piacere di toccare il pizzo di nylon. Sempre istintivamente le porto al viso e le annuso. Anche il nylon nuovo ha un suo profumo. Migliorerà come il vino man mano che si impregnerà del mio odore inguinale. Il pube e l'inguine, anche puliti, sono molto odorosi, profumati, per via delle molte ghiandole sebacee. Le indosso lentamente chinandomi per farle passare dal piede. Cosí facendo mi chino in avanti e fletto nuovamente la gamba, con gesto molto femminile. Al pensiero che mi sento donna ho una poussée di eccitazione e dal pene mi esce una lacrima che va ad impreziosire le mie mutandine simili ad un perizoma. Mi alzo in piedi ed il peso del mio "pacco" anteriore fa si che si infilino nel solco tra le natiche dandomi una piacevolissima sensazione di massaggio al buchetto.
Ed ora il reggicalze, indumento erotico per eccellenza. Me lo giro intorno al ventre e chiudo il gancetto chinando il capo in avanti, inarcando leggermente la schiena, protendendo il pube in avanti e flettendo impercettibmente le ginocchia,operazione che quando ho visto fare da una donna mi ha fatto impazzire. Poi afferro con una mano il poussoir e con l'altra mano sollevo e tiro il bordo della calza per agganciarlo. Ripeto tale operazione quattro volte e nel far ciò sento il nylon delle calze massaggiarmi le cosce come una sensuale carezza di dita che sfiorano. Il cazzo mi si erge prepotente e devo scostare la mutandina sul pube per fargli spazio, con secrezione di succo prostatico e ulteriore bagnato sulle mutandine.
Ora protendo il piede inguainato verso la scarpa, inizio ad infilarla e piego il ginocchio portando il piede all'indietro per aiutarmi a calzarla con la mano. E una! Faccio lo stesso con l'altra e sono una perfetta femmina seminuda sui tacchi (o perlomeno cosí mi sento nel mio intimo).
Completo ora l'opera col reggiseno, indumento femminile per eccellenza. Quando alzo le spalline le piccole coppe della seconda mi sfiorano i capezzoli e mi strappano un mugolio e un sospiro di piacere.
Faccio qualche passo incerto e ticchettante verso lo specchio e la mia mente vede una figa arrapantissima. Gli occhi vedrebbero altro ma guardano attraverso il filtro del mio desiderio di femminilità. Il cuore batte a mille e mi sparo decine di foto e filmati. Il cazzo mi scoppia e comincio a masturbarmi selvaggiamente finché non eiaculo con getti di sperma interminabili e un orgasmo estenuante. Cerco di reprimere le urla per via dei vicini ma sembro una cagna in calore e mi dimeno oscenamente. Poi mi lascio cadere sul letto ansimante, spossato e coperto di sborra, felice di essere donna.
Visualizzazioni: 6 271 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti