Da una chiacchierata con un amico sono stato inspirato a scrivere questo racconto di fantasia.
Era da tanto tempo che lo sognavo, un rapporto a tre con mia moglie. Nei nostri momenti intimi avevamo sempre fantasticato di inserire una terza persona, poi però tutto finiva lì.
Quando ne parlavamo usciva fuori la sua gelosia.
"Mai e poi mai ti metterei fra le braccia di un'altra donna!" mi diceva ridendo
"allora mettiamo un altro uomo nel nostro letto!" le rispondevo. Ma anche di quello non era troppo convinta. Lei era molto esigente in fatto di uomini
Una sera mentre ci divertivamo a vedere un filmetto erotico prima di una serata di sesso ci imbattemmo in un video dove una ragazza amoreggiava con un'altra.
Fin qui nulla di strano, la classica scena lesbofra due fiche stratosferiche. Le loro lingue si incrociavano e lsi leccavano a vicenda in un bellissimo bacio saffico, ma quando l'inquadratura scese percorrendo i due corpi perfetti avvinghiati fra loro, si scorgeva sotto le mutandine di una una strana protuberanza.
Nell'arco di pochi secondi, da quei minuscoli slip usci fuori un bell'uccello gonfio! Non era grandissimo, più piccolo del mio, ma attaccato a quel perfetto corpo di donna faceva una certa impressione.
La mia signora trasalì nel vederlo e ne fu evedentemente incuriosita e a me balzò immediatamente un'idea.
Le proposi a bruciapelo "ma se non vuoi inserire una donna nel nostro menage, perchè non proviamo con una trans? con una sola persona accontentiamo tutti e due!"
Lei lipperlì non rispose... attimo di pausa... le mie gambe tremavano. "Sì, e dove la trovi una trans così"
Cavolo, non aveva negato, anzi aveva già scelto come l'avrebbe voluta.
"Tu non preoccuparti, ci penso io a trovarla" fu la mia pronta risposta.
La sera scopammo con grande passione, come sempre del resto e fantasticammo, scherzando, di cosa avremmo fatto con quella ragazza dotata di gingillo.
Nei giorni seguenti inizio la mia ricerca. Dovevo battere il ferro finchè era caldo.
Tra siti di escort e informazioni prese in giro da i miei amici più porcelli, mi imbattei in una ragazza stupenda.
Aveva un fisico da bambina, magra non molto prosperosa e con un pisello di giuste dimensioni (non volevo sfigurare!). Il suo volto giovanissimo era allo stesso tempo dolce ma molto sensuale.
Il suo annuncio diceva chiaramente che aveva 20 anni (e si vedeva), si sentiva donna a tutti gli effetti ma aveva una dotazione che funzionava perfettamente.
La contattai e lei fu d'accordo a vederci una volta prima dell'incontro.
Lei era una studentessa di architettura, in Italia per mmotivi di studio oltre che per lavoro. Le spiegai che volevo fare in modo che fosse un incontro casuale e a mia moglie non avrei detto, fino a che non se ne fosse accorta, che era una trans.
Così facemmo.
Ci incontrammo "per caso" in un bar in periferia e la presentai a mia moglie come una mia giovane collega, che lei si occupava di designe di arredamento e altre storie. Rimanemmo a chiacchierare al bar come vecchi amici fino a che mia molgie ebbe l'idea di invitarla a casa nostra per dare un consiglio su come arredare il salotto.
Io feci finta di declinare "Ma no, non vorrai disturbare per lavoro anche a quest'ora!" dissi
"Nessun problema" disse Marianna (la trans) "vengo volentieri".
Era anche una brava attrice!
Arrivati a casa, mia moglie le mostrò subito la stanza da arredare e lei fu paziente e prodiga nel dare consigli. Sembravano due vecchie amiche e si notava che c'era una certa simpatia fra loro.
Poi ci sedemmo sul divano, una chiacchiera, un prosecco, una chiaccha , un prosecco, l'aria si stava scaldando.
Le due donne si facevano complimenti a vicenda per l'abbigliamento, i capelli, l'abbronzatura ecc.
Poi vidi Marianna che con la scusa di sentire la morbidezza della pelle di mia moglie allunga una mano e le tocca la coscia lascita scoperta dalla minigonna. Un attimo di imbarazzo.
Mia moglie rimase ferma e Marianna si fece coraggio e risali le gambe fin sotto la gonna.
Io feci finta di nulla e andai in cucina, ma di nascosto le sbirciavo.
"Hai una bella pelle liscia" disse Marianna
"Grazie" rispose mia moglie e per non sembrare scortese fece altrettanto toccando le gambe a l'altra "anche tu hai una bella pelle"
"Sì, ma il tuo seno è più grosso del mio" e dicendo così Marianna prese una mano di mia moglie e se la portò sulla tetta mentre con l'altra le accarezzò il seno .
Clamoroso! mia moglie si stava toccando con una trans credendola una donna!
Sapevo che l'alcol le faceva questo effetto, ma non pensavo che arrivasse a tanto e così in fretta.
Erano vicinissime e sono sicuro che potevano sentire l'una il profumo dell'altra.
Marianna, un po' più intraprendente, si allungò e le sfiorò le labbra con le sue.
"scusami" le disse "non ho resistito, mi piace troppo"
Mia moglie era imbarazzata, non era abituata a baciare altre donne e sapeva che io potevo rientrare da un momento all'altro nella stanza.
Non rispose al bacio, ma neanche si allontanò. Buon segno, pensai.
Per tranquillizzarla, gridai dalla cucina "Vado a farmi una doccia, ho troppo caldo, non vi dispiace?"
"no, no, vai pure!" si affretto di rispondere mia moglie.
Più serena sapendo che non sarei tornato prima di 10 minuti, si rilassò. Marianna si avvicnò ancora e questa volta il bacio non fu solo sfiorato. Le sue labbra presero quelle di mia moglie e le succhio delicatamente, poi tirò fuori la lingua per cercare di penetrare nella sua bocca .
Non trovò troppa resistenza . Mia molgie aprì piano le labbra e si lasciò baciare.
Io intanto avevo fatto una doccia velocissima, ma avevo lasciato l'acqua aperta per fare credere loro che ero ancora sotto. Presi la video camera e senza farmi vedere ripresi la scena.
Marianna ormai si era impossessata del suo seno, stuzzicandole i capezzoli, mentre con la lingua le leccava l'orecchio e il collo. So che queto trattamento fa impazzire mia moglie (sarebbe capace di avere un orgasmo solo così) e la vedevo completamente partita.
Lasciai la telecamera in funzione e tronai in bagno a chiudere l'acqua. Era arrivato il mio momento.
"Eccomi, arrivo" gridai per farmi sentire.
Fecero appena in tempo a rimettersi a posto. "Spero che non vi siate annoiate!" dissi a loro
"No no figurati" mi rispose mia moglie "Marianna è una ragazza molto simpatica, piena di risorse e molto carina!"
"Già" dissi io "insieme siete proprio due gran belle donne" poi le sussurrai "che ne dici se..." e le feci l'occhiolino.
Lei, che ormai aveva una gran voglia, capì subito ed annuì.
Era fatta!
Presi per mano le due donne e le feci alzare dal divano, con grande semplicità come se nulla fosse baciai sulla bocca mia moglie e subito dopo bacia Marianna, poi le spinsi l'una contro l'altra e feci in modo che si baciassero tra loro.
Questa volta il loro bacio fu più intenso, senza nessuna remora, vedevo le loro lingue cercarsii e leccarsi. Io ero in accappatoio e in pochi secondi era scivolato a terra lasciandomi nudo con il cazzo ritto in mezzo a loro.
Le lasciai un po' fare, poi mi bastò un cenno perchè Marianna, che era mia complice, scese portandosi dietro mia moglie e si mise vicinissima al mio uccello duro. Lo impugnò e lo spinse nella bocca di mia moglie.
Cominciò a succhiare come sapeva fare bene e dopo un po' fece quello che mi avrebbe negato fino a pochi minuti prima.
Tirò fuori il mio cazzo dalla sua bocca e lo portò alle labbra dell'altra. Ero in Paradiso!!!!
Mairanna prese a succhiarmi avidamente mentre mia moglie mi leccava le palle . Se continuavano ancora avrei sborrato dopo pochi secondi!
Le sollevai in piedi e le bacia di nuovo. Ci sedemmo sul divano, in bella mostra della telecamera che continuava a riprendere, e volli che si spogliassero.
Per prima fu mia moglie che si liberò dell'abitino che indossava e rimase in perizoma, poi toccò a Marianna e a me tremavano le gambe!
Cosa sarebbe successo quando mia moglie si fosse accorta di chi era Marianna?
Lo avrei scoperto dopo pochi secondi. Marianna fece scivolare il suo abito a terra e anche lei rimase con solo le mutandine. Il suo seno scoperto rapì lo sguardo di mia moglie che ebbe la voglia irrefrenabile di baciare, distraendola dalle parti basse.
Lo leccava e strizzava i suoi capezzoli con le labbra e io stavo impazzendo a vederla così.
Poi lentamente una sua mano si staccò dalla tetta di marianna e percorse il suo corpo fino ad arrivare all'elastico delle mutandine. Era arrivato quel momento.
Un attimo di panico mi pervase, la mente mi si era affuscata pensando alla sua reazione.
Come l'avrebbe presa? si sarebbe incazzata di brutto interrompendo quell'idiliaco momento o si sarebbe fiondata su quel cazzo a succhiarlo?
Vidi la pelle di Marianna, che era la mia complice, accapponarsi dai brividi. Non so se provocati dal piacere o dalla paura della reazione di mia moglie.
Le dita scivolarono dentro il tessuto e incontrarono l'intruso.
Mi amoglie si ritirò improvvisamente, volgendo lo sguardo verso il basso e...
"Oh cazzo!" disse
"Ecco, appunto..." dissi io per cercare di sdrammatizzare.
"Ma... ma..." proseguì lei "sei un uo..., non una do.. " non riusciva a terminare quelle parole che innogni caso erano improprie.
Marianna era quasi imbarazzata.
"Sai, la mia amica Marianna era quel genere di persona che avevamo sognato di avere in mezzo a noi"
"Ma allora tu lo sapevi?" mi rispose lei arrabbiata.
"cco, pensai ora si incazza e vinisce tutto qui. Ma lei continuò
"Ma perchè non me lo hai detto prima!" disse sorridendo con una faccia maliziosa.
Mentre diceva così, la sua mano aveva liberato il cazzo di Marianna fuori dalle mutandine e aveva iniziato a menarlo delicatamente come per saggiarlo.
"Scusa la mia sorpresa Marianna, non volevo offenderti, anzi Sei bellissima in tutti i sensi. Io non sono molto avvezza all'amore saffico, non mi sento bisex, ma con te ho provato subito qualcosa e ora ne capisco il motivo. Hai tutto che mi piace di te: il tuo corpo perfetto, il tuo viso così dolce e il tuo ..."
dicendo così, si chinò ai suoi piediportandosi il cazzo di Marianna a portata di bocca. Iniziò a baciarlo come se fosse la prima volta che ne vedesse uno, delicatamente con le labbra, poi tirò fuori la lingua e ne percorse il profilo in lungo e in largo, circumnavicando la cappella che mia piano si stava gonfiando, leccandola in cima dove c'è il buchino, per poi farselo affondare per intero in bocca.
Io, dopo lo spavento iniziale, mi stavo gustando quella scena.
Sfido chiunque a rimanere indifferente nel vedere la propira moglie impegnata a spompinare una trans così bella!
La mia mano lentamente stava scivolando sul mio cazzo che avrebbe voluto la sua parte di lingua. Ma sapevo che prima o poi sarebbe stato il mio turno. Per il momento non avevo fretta.
Marianna aveva messo le mani sulla testa di mia moglie e ne seguiva compiaciuta il movimento. La vedevo gemere dal godimento e posso capirla, visto che conosco bene le qualità orali di mia moglie.
Dopo un po di questo trattamento, capendo che orami la situazione stava andando per il verso giusto, Marianna mi fece cenno di avvicinarmi e impungò il mio uccello turgido portandolo vicino al suo. Il segnale era chiaro e mia mmoglie lo prese al volo. Inizò a pompare alternativamente me e lei in un doppio bocchino da paura. Era partita alla grande e stava dando il meglio di sè. Se avess continuato ancora per un po' sarei venuto subito!
Ma era troppo esperta perchè succedesse questo e non le sarebbe bastato certamente.
Smise di succhiarci e andò a distendersi sul divano invitando Marianna sopra di sè.
Allargò le gambe mettendo in mostra la sua fica lucida di umori e lasciò che la trans la penetrasse.
Come detto precedentemente non aveva un cazzo enorme ma le fu sufficiente per farla urlare di piacere. Sarà stata la situazione trasgressiva, ma mi sembrava davvero impazzita!
Per non farla gridare troppo, per paura che la sentissero i vicini, mi misi in piedi sopra di lei e inizia a scoparla in bocca.
Finalmente avevo (avevamo) raggiunto il nostro scopo. Un bel triangolo con un soggetto che avrebbe accontentato entrambi!
Mia moglie venne gorgogliando qualcosa con il mio cazzo in bocca. Era bellissimo vederla così.
Dopo un paio di minuti, Scivolò a terra e Marianna si intrufolò fra le sue gambe e si mise a leccarla delicatamente.
Il trattamento fu molto gradito da mia moglie che apprezzò molto la sua lingua giovane ed esperta.
Le succhiava il clitoride alternando delle penetrazioni con la lingua nella sua caverna profonda. Succhi lucidi continuavano a colare dalla sua fessura.
Mi avvicinai a quei corpi di femmina e iniziai ad accarezzare la nostra ospite lungo tutto il suo corpo.
La sua pelle morbida e giovane mi arrapava tantissimo e la mano scivolò anche sul suo sesso maschile.
Mi fece uno strano effetto, non ero abituato a toccare un membro che non fosse il mio. Ma la situazione era talmente strana e assurda che volli provare a continuare. Lo presi in mano e lo feci scorre su e giù. Era ancora impregnato degli umori di mia moglie, ne sentivo il profumo. Mi balzò l'idea di rendere il favore che stava facendo a lei. Mi chinai e lo accolsi fra le mie labbra. Per la prima volta provai cosa vuol dire avere un cazzo in bocca.
Il fatto che avesse il sapore di mia moglie mi facilitò non poco, ma ammetto che fu piacevole sentire quel pezzo di carne scivolarmi sulla lingua fino in gola.
Io che avevo sempre pensato che quando una donna ti fa un pompino lo fa per fare un piacere a te, capii che in realtà è un piacere reciproco.
Mia molgie alzò la testa e mi vide intento a pompare Marianna. Non disse nulla, ma cercò il mio sesso e lo presee in bocca anche lei.
Avevamo chiuso il triangolo! Fantastico, non c'è che dire.
Dopo un po', mi distesi e feci venire mia moglie sopra di me.
In quella posizione si poteva coronare il suo sogno. Mettendo i culo in bella mostra mentre si faceva sfondare da me, Marianna le si piazzò dietro allargandole le natiche per mettere in mostra il suo orifizio più stretto. Iniziò a baciare i glutei creando un cerchio sempre più stretto fino a che non arrivò al solco, che percorse lentamente facendo scivolare la lingua fin dentro il buco del suo culo. Sentivo mia moglie che ansimava forte. quel doppio trattamento la faceva impazzire e presagiva quello che sarebbe successo da lì a poco. Infatto dopo che Marianna aveva ben allagato e allrgato con le dita, il suo culo, si sollevò ed appoggiò la sua cappella proprio lì.
Io fermai il mio movimento per permetterle di lavorare con tranquillità. Vidi la faccia di mia moglie contrarsi e lasentii lanciare un piccolo urlo subito soffocato. Il cazzo di Marianna, se pur non enorme, si faceva spazio con fatica nel pertugio stretto e poco abituato ad essere violato.
Marianna sapeva come fare. Era abituata a lavorare in quelle zone.
Si fermò e aspettò che lei si abituasse all'ingombrante presenza. Quando mia moglie fu più tranquilla, riprese a spingere. Sentivo anch'io che cambiava qualcosa nella forma di mia moglie. Trovavo meno spazio nella sua fica perchè sentivo il cazzo di Marianna che spingeva da dietro. Questo naturalmente mi dava ancor più piacere.
Dopo un minuto Marianna era dentro mia moglie e lei poteva finalmente godere di una tanto aspirata doppia penetrazione. Ce l'avevo davanti agli occhi e vedevo il suo volto stravolto dal piacere e dal dolore.
Dov'era finità quella santerellina che quando parlava di sesso quasi arrossiva? Avevo davanti a me una troia consolidata che si divertiva a farsi penetrare da un uomo davanti e da un trans di dietro!
La scopata andò avanti così a lungo, non so quanti orgasmi provò (in seguito lo chiesi anche a lei ma anche lei non seppe darmi una risposta precisa).
Ad un tratto sentii Marianna che usci dal suo culo, fece mettere mia moglie distesa in terra e di mise a segarsi davanti al suo viso fino a che non le sborrò in faccia una quantità di sperma che non avrei mai pensato che potesse avere.
Mia moglie presa dalla libidine, aprì la bocca cercando di accoglierne il più possibile ma solo alcune gocce finirono fra le sue labbra. Il suo viso era una maschera di sperma che le colava dappertutto. Io a vedere quella scena non resistetti. Presi Marianna e la spinsi sul mio cazzo facendomelo sbocchianare per bene. Pochi colpi e le riempii la bocca del mio caldo seme.
Immediatamente dopo le due donne ancora assetate, si scambiarono un bacio pieno di sborra che colava da una bocca all'altra.
Fu una serata fantastica e ci siamo ripromessi di ripertela, ma per ora non è più successo.
Visualizzazioni: 19 829 Aggiunto: 4 anni fa Utente: