Se ne era andato di casa perché si davano la colpa reciprocamente del brutto incidente che aveva costretto mio fratello alla paralisi. Da qualche giorno toccava a me aiutare mamma a cambiare il pannolone e tutto il resto e la mia vita sociale era rovinata finché trovandomi solo in casa con mio fratello gli dissi chiaro e tondo che stavolta me ne andavo per conto mio, lui non voleva saperne ed io alla fine, con tono di sfida gli gridai stizzito: e allora prendo il posto di nostro padre! Lui con tono sospettoso osserva: ma già lo fai, hai cacciato nostra sorella con tutta la sua famiglia, hai rimproverato quel corteggiatore insistente ma io protesto che ogni volta vengo criticato anche quando decido a che ora si cena o dove mettere il posacenere e ...devo rifarmi il lettino da solo! Voglio dormire nel lettone così risparmiamo e vedendolo allibito aggiungo: e comunque mamma non è certo obbligata a fare sesso. Sei un porco mi grida lui e la discussione finisce poco dopo. Mamma lo viene a sapere e in privato mi singhiozza di non essere una prostituta. Ma no mammina guarda che hai capito male, era solo un malinteso e per farmi perdonare ho già comprato una costosa bottiglia e un gioiellino...una fedina facciamo finta che ci sposiamo davvero ed io prometto che non vado via e mia sorella ti fa da damigella. Lei le telefona sbraitando senti quale pazzia ha inventato tuo fratello per avere la coscienza a posto prima di andarsene ma alla fine viene il giorno dopo per questa piccola recita tra noi 4: almeno ci divertiamo, lo sfottiamo e ci giochiamo l'ultima carta. Io sto allo scherzo ma all'ora di andare a nanna sembra davvero che voglio entrare in camera ma lei si chiude a chiave mentre mio fratello sbraita dalla stanza accanto, lei sussurra smettetela che svegliate i vicini e io a supplicare: apri, voglio solo scusarmi e non voglio davvero dormire nel tuo letto...lei apre pian pianino tutta sospettosa e io tutto nudo gli dico guarda che asta e lei si richiude di nuovo ed io protesto: mi accontento anche di una sega, chi me la vuole fare? Altrimenti vado via! E mio fratello dall'altra stanza no, no ti prego...Allora lei riapre la porta e inferocita mi minaccia entra che te lo stacco a morsi ma io replico però ti diverti quando fai il bagnetto a mio fratello! Non è vero io muoio di vergogna, gli sorrido perché altrimenti non si laverebbe mai, anzi senza di me morirebbe e comincia a piagnucolare chiedendosi se è questo quello che pensano tutti ma io gli dico: non ti preoccupare, guarda mi sto rivestendo. Lei però si spoglia e dicendo sono tua madre come puoi solo pensare di farlo? Guarda anche come sono brutta, vecchia e grassa! Si però una sega me la potresti fare: fai finta che me lo stai insaponando...Va via brutto maiale mi dice spingendomi sino a sorprendermi la poltroncina dietro dove cado seduto malamente ma poi si inginocchia, afferra con forza il mio membro come se volesse staccarmelo, con quella mano da contadina e lo smalto mezzo scolorito ma poi allenta la presa e comincia a scorrere su e giù al ritmo del mio respiro, la mia fidanzatina con quelle manine da fatina niente, inutile e dannosa se non dopo diversi tentativi e mezze seghe ma lei non ci crederete che con tutto l'imbarazzo mi fa schizzare una sborra torrenziale nel suo viso chino e vicino come a volerne sentire l'odore e non fa in tempo ad allontanarsi che quella sborra bollente le ferisce un occhio lamentandosi e accusandomi che scherzavo ma poi non mi sono tirato indietro e che me ne fossi venuto come se fosse la cosa più naturale del mondo mentre il cazzettino di mio padre richiedeva grandi preliminari spesso andati a vuoto!
Visualizzazioni: 17 879 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Incesti