Faceva un gran caldo quella sera di maggio, io tornavo dai miei amici ma non avevo voglia di tornare a casa, avevo una gran sete e sulla strada trovai una birreria, mi fermai ed entrai, il bar era semivuoto, due persone che parlavano frà di loro e un'altra persona femmina se ne stava da sola in fondo al banco, io comandai una media birra rossa, non ricordo la marca e mentre bevevo guardavo l'unica donna che c'era, era bionda giunonica alta sul 1.80 con due grosse tette della 4 forse 5, i capelli con grossi riccioli le cadevano sulle spalle, gli occhi celesti, sembrava dai tratti somatici una sudamericana, ad un certo punto lei ha come un risveglio dai suoi pensieri va in cassa per pagare ma non trova i soldi, vedo che cerca nella borsa tutta spaventata allora chiedo al cassiere cosa deve pagare
"guardi ha solo bevuto una birra come la sua 5 euro"
" Gliela pago io allora, non mi sembra che faccia apposta per non pagare"
"No guardi, la signorina tutte le sere è qui e ha sempre pagato"
Finii la mia birra e lei mi venne vicino e mi ringraziò
"Grazie signore veramente, senta già che è molto gentile potrebbe portarmi a casa prendo il portafoglio e torno qui"
"Guardi ero in giro per fatti miei, venga in macchina e andiamo"
"Ohh grazie veramente, abito in via l.....o 38"
"Và bene andiamo"
Accesi l'aria condizionata e lei mi si mise vicino, mi mise un braccio intorno al collo e sorridemmo"
"Ciao io sono Marianna sono colombiana e lavoro vicino al bar nei pressi dell'ospedale"
"A quest'ora?"
"Certo sono una trans non l'avevi capito?"
"Veramente no sei molto femminile"
"Adesso che sai cosa sono mi lasci giu?"
"No anzi, mi piacete molto voi trans, siete simpatiche, molto avvenenti, tu sei operata o no"
"No non ci penso, sai a me piace scopare non essere scopata, anche se per lavoro devo accettarlo, tu sei gay?"
"Si sono gay vado con uomini e trans io"
" E sei passivo o attivo"
" Sono passivo"
" Allora ti piace il cazzo, fai i pompini e lo prendi nel culo anche"
Certo Marianna ah io mi chiamo Ivano"
"Sei molto interessante Ivano mi piacerebbe conoscerti meglio anche mooolto intimamente"
"Anche tu sei molto interessante, mi piaci, sei simpatica"
"Vuoi vedere il mio cazzo?"
" Tiralo fuori mentre guido alla prima occasione lo guardo"
" lo guardi soltanto?"
"Vedremo"
"Dai fermati qui, parcheggia, qui vicino c'è uno gabiotto, ho le chiavi, entriamo e ci conosciamo"
"Mi fermai lei uscì subito e venne ad aprirmi la porta , mi prese per mano dopo che chiusi la mia macchina e mi portò fuori dal gabiotto aprii la porta e accese la luce, ora potevo vederla meglio era bella, una bellezza selvaggia, si svestì e potei vedere il cazzo, un cazzo super già da moscio, si sdraiò su un letto e mi invitò a svestirmi e mettermi vicino a lei cosa che feci in fretta, una volta a letto lei mi si mise subito vicino, mi abbracciò e ci baciammo, lei mi mise subito la sua lingua in bocca e man mano che ci baciavamo lei mi palpava il culo poi mi entrò dentro con uno, poi due e infine tre dita
"Però è già larghino il tuo culo, ne hai presi tanti"
"Ammetto che tu non sei certo la prima, ho avuto amanti brasiliane e uomini anche neri"
"Sei un porcellino allora"
"Lo ammetto"
Lei mi mise supino, la nuca appoggiata su un cuscino mi prese le gambe e le mise sulla sua schiena si avvicinò col suo cazzo che intanto si è indurito e mi ha toccato il culo
"Sei pronto tesoro? la tua vicinanza mi ha eccitato"
"Si vai Marianna"
Spinse lentamente e una parte del suo cazzo entrò, poi si fermò un attimo e poi entrò per un'altro pò e infine un'ultimo colpo e mi entrò tutta, mi sembrava di essere aperto in due, mi mancò per un pò il fiato e mi vennero le lacrime agli occhi, lei stette ferma per un periodo di circa tre minuti, scese a baciarmi, poi cominciò la sua cavalcata, era scatenata, era martellante ed io ero un fuscello frà le sue mani il suo cazzo scorreva nel mio ano lubrificato dall piacere che provavo
"Siiii Marianna siiii che bello che cazzo che hai mi stai mandando in paradiso"
"Sono contenta che ti piaccia come ti scopo, io voglio essere tua amica, amica intima, voglio riempirti del mio piacere"
" Si Marianna si mi piace anche troppo, mmm che bello siii siiii"
"Ohhh amore mio, che ne dici se posso ritenerti il mio amico bambolotto?, ti voglio come amante"
"Sarei felicissimo Marianna ritirnimi come tale e scopami scopami"
" Siii siii e ti sborro nel culo così avrai dentro una parte di me, dopo ti blocco con della carta, voglio ingravidarti amore mio"
"Fallo pure mia signora, fallo"
" Godoo godooooo godooooooo"
Sentii una marea di sborra bollente e densa inondarmi il culo, quando lei uscì mi mise subito della carta nel culo poi io le puliii il cazzo rendendolo come nuovo e scoprii che il suo sperma mi piaceva tantissimo, era cremoso e dolce, lei si abbassò verso di me e ci baciammo, un lungo bacio, poi ci vestimmo, lei mi mise un braccio sulcollo e così uscimmo, spense la luce e chiuse il chiavistello.
Adesso possiamo andare a casa mia prendo il borsello dei soldi e torniamo.
"Certo ti aspetto qui"
"Ok ma la prossima volta ti voglio nel mio letto, voglio truccarti ed effeminarti un pò e presentarti alle mie amiche"
"Sarò felice di conoscerle"
Marianna scese dalla mia auto entrò in un portone e dopo 5 minuti era già di ritorno
"Che stupida l'avevo lasciato proprio vicino alla porta"
Accesi l'auto e partii la lasciai al fianco dell'ospedale dove lavorava ci baciammo e tornai a casa, ma portai tornai indietro ma lei già era col suo cliente quindi tornai a casa.
"
Visualizzazioni: 7 433 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti