Dopo aver assaggiato il cazzo per la prima volta, per caso, mi sono reso conto che era piacevole. Stringerlo in mano, leccarlo, accarezzare le palle, prendere la cappella tra le labbra, tutto questo cominciavo a desiderarlo. Allora, tramite annunci69, mi metto in contatto con altre coppie. Faccio un po’ di selezione, tra quelle che hanno risposto ai miei messaggi, e ne scelgo una che abita in un’altra città vicina alla mia. Dopo qualche breve mail e una telefonata con lui, un simpatico professionista di circa 45 anni, decidiamo di incontrarci. Arrivo all’appuntamento e dopo pochi minuti arriva lui. Ci presentiamo e pochi minuti dopo partiamo per raggiungere casa loro, distante un paio di chilometri. Appena entrati in casa, ci accoglie lei, stupenda donna, sui 40 anni. Alta circa 170 cm, capelli castano scuri lunghi, bel viso con espressione da porcellina. Seno grande, un po’ cadente ma bello con areole larghe e capezzoli grossi e lunghi. Indossa un babydoll bianco trasparente, senza reggiseno e solo un minuscolo string bianco che lascia intuire una bella fica pelosa. Mi fanno accomodare in salotto, su un divano e mi preparano da bere. Poi vengono a sedersi accanto a me, lui alla mia sinistra e lei alla mia destra. Mentre si parla del più e del meno lui mi mette una mano sulla gamba e comincia ad accarezzarmi sempre più su. Lei mi guarda e mi sorride. Allora mi avvicino al suo collo e inizio a baciarla e respirare il suo odore dolce ed eccitante. Nel frattempo lui mi sbottona i jeans e me lo tira fuori che è già duro. Avvicino le mia labbra a quelle di lei e iniziamo un bel lingua in bocca gustoso ed eccitante. Poco dopo sento la bocca di lui sulle palle. Me le sta leccando mentre con la mano stringe la mia cappella già grossa e bagnata. Allora abbasso le spalline del babydoll e scopro quelle fantastiche tette che inizio e leccare di gusto. Prendo un capezzolo in bocca e lo succhio mentre con una mano stringo l’altro seno caldo e morbido. Lui ha preso a succhiarmi il cazzo. Sento che se lo mette dentro fino alla gola, nonostante io abbia un bel cazzo di quasi 20 cm. Metto la mano sulla nuca di lui e lo accompagno per un po’ nei movimenti. Poi la tolgo e la metto in mezzo alle cosce di lei. Sposto il perizoma e sento che è già bagnatissima. Le metto la mano a coppa sulla fica e la stringo forte con tutto il palmo, Lei geme e comincia tremare. Ho voglia di leccarla. Mi alzo, mi spoglio, mi inginocchio davanti al divano, in mezzo alle sue cosce e tolto il suo perizoma comincio a leccare quella stupenda fica pelosa e bagnata. E’ calda e profumata. Sono inginocchiato impegnato a leccare quando sento lui che mi accarezza il culo. Sento che mi allarga le natiche e subito dopo la sua lingua bagnarmi il buco del culo. E’ bello, mi piace sentire la sua lingua umida. Poi scende più giù e mi lecca le palle mentre mi stringe il cazzo e mi masturba lentamente. Lei inizia a godere. Sento che si agita, alza il culo, si sporge in avanti per offrirmi tutta la fica e poi uno schizzo caldo mi arriva sulla lingua mentre grida tutto il suo piacere. Io continuo a leccare, mi piace la sborra vaginale. Appena lei si è calmata ci alziamo e mi invitano a spostarci in camera da letto. Io e lei andiamo avanti e lui dice che va in bagno e che ci raggiungerà in pochi minuti. Arriviamo in camera, lei si stende a cosce larghe e mi invita a penetrarla. Non chiedo di meglio, ho il cazzo teso al massimo. Mi sdraio su di lei, avvicino il cazzo alla sua passera ma non lo metto subito dentro, lo appoggio di piatto sul pelo e lo sfrego avanti e indietro. Colpisco il clitoride con la cappella dura e lei geme e vibra ad ogni mio colpo. Quando lei non ce la fa più, e nemmeno io, prende le sua gambe, me le metto sulle spalle, appoggio la cappella alle labbra umide e pelose e affondo in un colpo secco, deciso, fino a quando le mie palle sbattono contro le sue chiappe. Lei resta per qualche istante a bocca aperta, senza respiro, poi comincia a respirare forte e tremare tutta. Nel frattempo arriva lui, si posiziona in piedi ai lati del letto e assiste per qualche istante alla scena. La moglie gli fa notare come le sto riempiendo la fica e come la faccio godere. Lui risponde che è una grande porca affamata di cazzo. Capisco anche il perché di questa frase, Lui ha un cazzo piccolo, teso ma non più lungo di 8-10 cm. Lui porta avanti il bacino e mette il suo cazzetto in mezzo alle nostre teste, quindi lo prendiamo in bocca alternandoci. Purtroppo è un cazzo piccolo, non quello che mi aspettavo ma comunque sa di buono. Lo spampiniamo a turno, a volte lo lecchiamo insieme, unendo le nostre bocche mentre il continuo ad affondare dentro la fica calda e sempre più bagnata. Poi lui si sposta e si mette dietro di me. Riprende a leccarmi il culo ed accarezzarmi i coglioni mentre scopo e faccio godere la sua donna. Mi mette un dito dentro al culo e accompagna i miei movimenti. Mi piace, mi fa eccitare ancora di più. Metto la lingua in bocca a lei che gradisce e me la succhia tutta. Poi sento qualcosa che forza il mio culo, è lui che mi spinge dentro il suo cazzo. Per fortuna è piccolo perché sono ancora vergine. Entra pochi centimetro, è quello che riesce a fare con il cazzetto che si ritrova ma è comunque eccitante. Lei nel frattempo ha goduto diverse volte. E’ molto calda o forse solo molto eccitata per avere a disposizione un bel cazzo rispetto a quello del marito. Esco dalla fica, mi metto sopra in posizione 69 e lecco la fica che ormai è un lago, sembra si sia pisciata addosso. In questa posizione offro il mio culo a lui, lo agevolo, visto che ha difficoltà a farlo entrare. Almeno così, messo a pecorina, riesco a prenderne qualche centimetro in più. Mi faccio scopare per qualche minuto. Mi eccita da morire sentire un cazzo nel culo, anche se piccolo, e una succosa e calda fica che mi sbava in bocca. Lei continua ad avere orgasmi a ripetizione, ormai grida di continuo. Allora fermo tutto, mi alzo e scendo dal letto. Metto lei a pecorina sul bordo e comincio a sbatterla con tutta la mia forza. Mi aggrappo da dietro alle sue tette penzolanti. Le strizzo i capezzoli. Voglio incularla. Lo tiro fuori e lo appoggio al suo buco del culo ma lei mi ferma, mi dice che è vergine da questa parte e per ora non se la sente. Allora lui si mette accanto alla moglie, nella stessa posizione, e mi invita e metterlo dentro il suo culo.. Non me lo faccio ripetere e subito lo prendo per i fianchi, appoggio la cappella al buco del culo peloso e spingo. Il mio cazzo era bagnatissimo ma lui lancia un grido di dolore. Mi fermo ma lui mi invita a continuare, mi dice che non è vergine e che gli piace farsi sfondare. Allora spingo forte e lo faccio entrare tutto. E’ stretto, mi avvolge bene. Comincio a muovermi avanti e indietro mentre infilo tre dita nella fica della moglie ancora a pecorina accanto a lui. Si baciano si slinguano e gemono. Sono dei gran porci, penso, e io ancora più porco di loro. Sono eccitato come all’inverosimile. Sbatto sempre più forte contro le sue chiappe e annuncio che sto per godere. Lui si sposta subito. Lei fa altrettanto. Si siedono entrambi sul letto e io in piedi davanti a loro. Mi spompinano a turno. Chi mi succhia la cappella e chi le palle. A un certo punto lo tolgo dalle loro bocche, me lo meno fortissimo e sborroooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo, siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii godoooooooooooooooooooooooooooooo, esplodo contro i loro visi. Li riempio entrambi. Mi accascio sul letto ed osservo i loro volti. Sono tutti imbrattati della mia sborra. Lei ne ha che cola sul senso e lui gliela lecca. Che scopata e che sborrata. Dopo un alcuni minuti di silenzio mi indicano qual è il bagno per potermi rinfrescare. Lei mi accompagna, mi porge dei teli e mi da un bel bacio sulle labbra dicemdomi che ha goduto come mai le era capitato. Mi lavo, mi rivesto e li saluti con un arrivederci. Loro mi rispondono che vogliono rivedermi molto presto. .
Visualizzazioni: 10 510 Aggiunto: 4 anni fa Utente: