Mia figlia Barbara 15
Aldo andò di corsa ad affacciarsi x assicurarsi che io non arrivassi, mentre Barbara mi mandò un’ altro messaggio chiedendomi se mi stesse piacendo come lo succhiava a zio Aldo, risposi subito che non vedevo nulla e che erano troppo sotto la finestra, intanto Aldo gli chiese cosa scrivesse e con chi, Barbara furba e pronta disse che si era assicurata di sapere dove io fossi e sarei tornato tra una mezzora tre quarti d’ora.
Aldo a quel punto più tranquillo, Barbara si mise più lontano dalla finestra, vedevo si non chiarissimo ma tutto spettacolare, Barbara si liberò dei pantaloncini che aveva tra i piedi e girandosi con il culetto verso Aldo si infilò il cazzo in mezzo alle gambe e con la mano lo premeva in mezzo alla figa, Aldo la teneva stretta x le tette baciandola sul collo, poi di colpo mise una mano dietro la tasta di Barbara e la spinse in avanti mettendola a 90 gradi, io ero li che guardavo e mi segavo quello che in realtà voleva mia figlia, però la cosa più eccitante, non so magari perversa non vedevo l’ora che glie lo infilasse dentro e che la scopasse in tutti i modi immaginando di prendere parte al gioco. In quegli attimi che immaginavo tutto quello, Aldo con molta lentezza glie lo infilò tutto dentro e fu proprio in quell’ attimo che sborrai con estrema potenza anche se non volevo ancora. Dopo alcuni colpi Barbara si spostò facendolo mettere steso x terra sedendosi sopra di lui pochi colpi in salita e discesa di Barbara e Aldo sborrò tirandolo fuori dalla fighetta riempendole le gambe di sborra.
Non avevo mai visto tanta sborra in una sola volta, pensai… chissà da quanto tempo non scopava.
Lasciai passare ancora una diecina di minuti e feci ritorno a casa di Aldo, mia figlia Barbara tutta sorridente e felice mi venne subito incontro abbracciandomi e dicendo allora? Ti sei divertito? Io non risposi in quel momento guardavo Aldo tutto impacciato cercando di non incrociare il suo sguardo con il mio.
Nella casa si sentiva ancora l’odore di sesso, ma in quel momento volevo solo fare ritorno a casa e mettermi sul mio letto a pensare e riposare. Salutammo Aldo che naturalmente disse che dovevamo tornare presto a fargli visita e che appena poteva sarebbe passato anche lui x casa nostra. Entrati in macchina Barbara venne subito al dunque, voleva sapere come fosse stata quell’esperienza, voleva sapere tutti particolari, si vedeva che voleva altro, io però le chiesi di parlarne in un ‘altro momento in quanto avevo forte mal di testa (una scusa) ero solo stanchissimo, lei mi chiese se ero arrabbiato, le dissi semplicemente che adoravo quella situazione e che volevo continuare, lei sorridendo e rincuorata x il fatto che non fossi arrabbiato, mi diede un bacio dicendo… vedrai papà, ci divertiremo un mondo io e te.
Alla prossima x il prosieguo.
Visualizzazioni: 9 413 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Incesti