Massimo, un uomo sulla cinquantina era felice fra pochi mesi avrebbe coronato il suo sogno e quello della sua compagna .
il primo di settembre si sarebbero sposati .
Aveva avuto gia altre esperienze e convivenze ma ora si sentiva sicuro con questa donna voleva passare il resto dei suoi giorni.
In questi giorni la sua compagna era andata a trovare i genitori che vivevano in campagna e lui restato solo decide di andare a farsi un pò di spesa magari molte confezzioni di cibo , rapido da preparare, o precotto .

girando tra gli scaffali nota una giovane ragazza indaffarata a posizionare alcune confezzioni di detersivo sugli scaffali operazione che gli riesce difficoltosa vista la sua statura .
Massimo allora gli si avvicina e gli ofre il suo aiuto " ciao posso aitarti "lei sorpresa quasi si scusa
" no grazie è il mio lavoro devo farlo io " ma massimo non si lascia convincere e prendendola per i fianchi la solleva dicendo
" vedi lo stai facendo tu " la ragazza facendo un urlo divertito e ridendo appoggia le confezioni sullo scaffale e da del matto a massimo che ridendo la rimette per terra .
i due si gurdano divertiti massimo si presenta e anche la ragazza "mi chiamo Anna "
"bel nome come Anna dai capelli rossi "
"pero io non sono rossa"
"vero sei una bellissima brunetta"
lei arrossi e per lui divento ancora piu bella , si salutarono e lui ando alla cassa , mentre usciva guardo sulla porta e vide che il supermercato chiudeva da li a poco pensò che se avesse passato un po di tempo nel bar forse l'avrebbe vista uscire.
mise le borse in macchina e si sedette ad un tavolino del bar che stava di fronte alle porte del grande magazzino, ordino una birra ed aspetto cercando di capire da dove uscissero i dipendenti.
dopo una mezzora vide uscire dapprima tre ragazze poi due uomini ed una donna e dopo una pausa di pochi minuti ecco Anna che tutta sola usci e attraverso la strada , lui allora quando gli passo abbastanza vicino la chiamo
"ciao Anna " lei si volto verso la voce e lo vide
"A ciao "lui non la lasciò pensare e la invito a sedersi
" dai ti ofro qulcosa , cosa ti va " lei ci pensò un attimo e poi si decise e sedendosi chiese un succo tropical .
chiaccerarono per un bel pò , lei aveva 27 anni usciva con un ragazzo da piu di un anno anche se confido che era in un periodo un po di maretta . lui le disse che si stava x sposare e che era momentaniamente solo x via del viaggio di lei .
massimo la gurdava molto attratto da questa morettina dai capelli a caschetto un po fuori moda aveva due occhi scuri bellissimi era piccolina un metro e sesanta scarso e anche un po ciciotella nulla di esagerato ma non era certo una modella lunica cosa che non abbondava nel suo corpo era il seno che si vedeva sotto alla camicetta molto contenuto forse una seconda .
eppure la ragazza lo attraeva tantissimo .
finito di bere decisero di salutarsi , un bacio sulla guancia , un abbraccio che fece sentire tutta la morbidezza del corpo di anna si dissero che era stato un piacere e che se passava dal supermercato si sarebbero rivisti . Massimo sali in macchina e passando davanti alla fermate del bus la vide giro e si accosto dicendo dal finestrino
"non ti ho chiesto se vuoi un passaggio "lei disse che non era il caso viveva a poche fermate da li lui insistette
"dai mi fa piacere cosi chiacceriamo ancora un po "anna ci penso un attimo e poi sali, in fin dei conti massimo non gli dispiaceva era un uomo divertente e molto educato la macchina percorreva le vie della cittadina senza fretta ed Anna dava le indicazioni
" gira qui ora vai dritto ora a destra " dopo un po pero lei disse
"ferma ferma" massimo accosto un po stupito dicendo
" sei arrivata " lei disse no aspetta e guardando una panchina non molto distante esclamo
"BASTARDO !!!!!!!" massimo disse
"chi Io?"
"ma no lui" e indico un raazzo che baciava con molta passione una ragazza seduti sulla panchina massimo inizo a capire e chiese se era forse uno che conosceva lei disse
" si e il mio ragazzo" e disse a massimo di andare via piangendo; massimo guidò per un po senza dire nulla mentre lei guardava fuori dal finestrino e si asciugava le lacrime con un fazzolettino . poi lui le mise una mano sulla spalla e disse
"mi spiace" anche se forsoìe non lo pensava lui accosto e parcheggio, lei appoggio la testa contro la sua spalla mentre lui le accarezzava i capelli per consolarla , le lacrime gli sendevano copiose bagnando il braccio , e parte del petto di massimo, lui disse che non doveva piangere era il suo ragazzo che non la meritava , lei lo guardo e gli porse le labbra massimo non esito e abbracciandola la bacio con passione gli spinse la lingua in bocca , lei la accettò e ricambiò con maggior ardore la passione li invase la mano di massimo scese tra le gambe di Anna sollevo la gonna le ganbe di Anna si aprirono poi lei stessa molto velocemente si sfilò le mutandine lasciando la sua fica libera in attesa delle dita audaci di massimo che continuando a baciare anna la accarezzo ta le labbra umide a calde le spinse due dita dentro di lei che gemendo di piacere le accetto .
massimo le muoveva sapientemente un po in cerca di stimolare il clitoride un po in cerca dei suoi liquidi lubrificanti lei senza smettere di baciarlo si contorceva e ansimava , lui senti il clitoride indurirsi , diventare enorme non ne aveva mai sentito una cosi grosso , cosi facile da stimolare , penso che sarebbe stato bello averlo in bocca tra le labbra ,
il corpo di anna inizio a fremere
a tremare
le gambe si strinsero come x fermare quelle dita cosi invadenti , cosi sfacciatea ma lui non le diede tregua e la condusse ad un orgasmo violento .
lei smise di baciarlo lo guardo negli occhi e disse "portami da te " massimo felice disse sei stupenda e accese il motore .
in pochi minuti furono sotto casa lui la prese x mano la porto dentro chiuse la porta si volto e la vide li in mezzo al corridoio la spinse contro il muro baciandola lei senti la sua erezione sulla pancia con le mane gli apri i pantaloni lui li fece scivolare giu lungo le gambe lei si chinò abbasandogli gli slip e facendo uscire il cazzo gia durissimo e inizio a baciarlo e laccarlo sulla punta , lungo lasta , e sulle palle poi se lo mise in bocca e succhio con voglia e passione affamata di quel cazzo duro massimo le accarezzava i capelli mentre lei succhiava senza tregua lui senti di non poter resistere moto a quel pompino e disse ad Anna di rallentare , la ragazza capi e smettendo di succhiare inizio a leccare prima il cazzo poi le palle d andando con la lingua nel linguine dando brividi di piacere poi giu sotto alle palle massimo apri le gambe e si sollevo sulla punta dei piedi e lei arrivo con la lingua cosi sotto da poter baciare il culo di massimo che apprezzo molto , lei capi e si mise a leccarlo dando un piacere sconosciuto ma apprezzato tantissimo .
quella lingua calda e biricchina arrivava propio sul buchino di massimo che con le mani spingevano la testa di anna sotto tra le gambe per sentirla meglio ,
poi lui sentendo di non resistere piu la sollevò e la baciò in bocca , lei gli mise le bracci al collo e lui sollevandola spinse il cazzo nella sua fica tenendola sollevata per le gambe .
tornarono a baciarsi mentre lui la scopava dandole colpi a volte forti a volte lenti affondando il cazzo in quella fica cosi gonfia cosi aperta e completamente bagnata dopo un po lui senti che stava x venire e lo sfilo cercando di fermare l'orgasmo lei si chinò e lo prese in bocca lui cerco di fermarla ma era tardi basto sentire quella bocca calda succhiare che un getto di sperma sali incontrollato,
Anna fece fatica a tenerlo tutto in bocca e continuando a succhiare una parte gli usci scivolando lungo il collo .
il secondo getto fu meno possente e lei lo ingoio senza toglersi il cazzo dalla bocca e succhiò fino a che non senti il cazzo ammosciarsi fra le labbra ,
lui si senti spossato ma felice ando in bagno e quando usci vide Anna in camera sul letto completamente nuda.
si sdraiò vicino a lei e torno a toccarle la fica dopo pochi secondi si ricordo del clitoride enorme che aveva sentito in macchina e cercho di stimolarlo ancora mentre inizio a baciarle i piccoli seni senti i capezzoli duri fra le sue labbra, li baciò , li leccò, le sue tette erano bellissime gli stavano tutte in bocca ora le dita sentirono il clitoride diventare duro e grosso scese con la lingua lo lecco e succhio come fosse un piccolo pene lei apprezzo gli tenne la testa li tra le gambe e lui si senti eccitare tanto da far tornare il cazzo duro mentre succhiava la figa di Anna e quel bellissimo clitoride .
Anna apprezzava molto l'attenzione che massimo stava mettendo alla sua fica e inizio a contorcersi x il piacere si inarcava sulla sciena, e urlo di piacere quando massimo con fatica le spinse un dito nel culo che diede il via ad un altro orgasmo che produsse una gra perdita di liquido dalla vagina di Anna , ora massimo ha dinuovo il cazzo duro apre le gambe di Anna per penetrarla ma lei lo ferma e dice sottovoce
" il mio ragazzo a sempre voluto farlo ma io no ho mai voluto , ora mi voglio vendicare , se vuoi facendo piano mi lascio inculare da te "massimo senti il cazzo diventare ancora piu duro e sorridendo disse
"saro dolcissimo" prese dal comodino del lubrificante e se lo mise sulla punta del cazzo ormai paonazzo , mentre Anna si mise alla pecorina lui le apri le natiche e inizio a leccarle il culo mettendo la lingua propio sul buco come x penetrla con la punta la roteo per un po dando un sottile piacere alla ragazza poi lascio molta saliva e si mise a toccarla con un dito , mentre faceva questo schiaccio altro lubrificante sul culo e lo spalmo tutto attorno a buchino poi spinse dentro il dito Anna si inarco e disse
"si!!!" mentre massimo inizio spingere un secondo dito e a muoverli dentro il culo ruotandoli , poi entro anche con il terzo e inizio a scoparle il culo con le dita lei aggrappata alle lensuola sembrava in estasi non diceva nulla solo un po ansimava
massimo la piego su un lato dicendo che cosi fa meno male appoggio la cappella e spinse con controllata forsa il buco ben lubrificato non fece molta resistenza e la cappella entro lasciando senza fiato la ragazza allora lui spinse un po di piu poi lo tirò indietro e torno a spingerlo lo fece molte volte guadagnando pochi centrimetri ogni volta chiedendo ad Anna se sentiva male .
lei diceva
"un pò" ma quando massimo inizio a muoverlo con piu ritmo dentro e fuori lei si apri le natiche con le mani x agevolarlo dopo un po tornarono nella posizione della pecorina, e massimo affondo sempre di piu il suo cazzo nel culo di Anna che lo supplicava di incularla che si sentiva una cagna in calore e che voleva il cazzo tutto dentro di lei queste parole non fecero altro che eccitare ancor di piu massimo che ora la stava montando veramente come fosse una cagna e in poco tempo reggiunse l'orgasmo svuotando nel culo di Anna tutto lo sperma che aveva nelle palle finirono sfiniti e si addormentarono abbracciati ......
Visualizzazioni: 8 352 Aggiunto: 4 anni fa Utente: