Stasera ho il cazzo duro e decido di andare a puttane; salgo in macchina e mi dirigo alla Pellerina, un grosso parco in Torino, dove troie di ogni tipo girano seminude o addirittura nude invitando i clienti a scopare. Io che ho la minchia in tiro, fuori dai pantaloni, adocchio una vera vacca da monta, praticamente nuda, se non per un minuscolo tanga, che comunque spariva in mezzo alla sua figa spalancata, ma ben depilata. Abbasso il finestrino e lei infilando la testa dentro, vede la mia minchia in tiro, e bestemmiando dice: Porco Dio tesoro da quanto tempo è che non scopi, Dio cane, fammi salire che ti voglio mangiare il cazzo, perché sono più affamata di te, Dio bastardo. Sentendola bestemmiare come una vacca sguaiata, la tiro praticamente dentro l'abitacolo e lei subito si infila in bocca il cazzo stringendomi le palle e mugolando da troia ... Dio Porco, Dio Porco che cazzo duro tesoro che hai, lo voglio tutto in figa, ma poi mi devi sfondare anche il buco del culo, me lo devi allargare bene come quello della Porca Madonna, ok dio Cane? Non me lo faccio ripetere due volte, Questa vacca è davvero una ninfomane, il sogno di noi cazzi duri. La prendo per i capelli, la tolgo dal cazzo, e gli sputo in bocca e lei sembra apprezzare il fatto di essere trattata da cagna, anzi mi incita a maltrattarla, perché le troie come lei più sono maltrattate più godono.... gli tocco l figa, è un lago, mi accorgo che ha anche diversi piercing sulle labbra aperte della figa, la mia mano affonda tutta dentro quel buco spalancato e lei comincia a bestemmiare, dapprima piano piano poi sempre più urlando: Dio bastardo, voglio il cazzo dentro, Dio porco, sbatti la tua cagna da monta, sono in calore porca Madonna, usami per favore, fa di me tutto ciò che vuoi. A questo punto sono talmente infoiato anch'io, che tiro giù il sedile, li davanti alle altre troie con clienti e gli sbatto il cazzo in figa, urlando a mia volta: " che cagna che sei, Dio porco, tu stasera sei stata fortunata a trovare uno come me, che ti monta come una vacca", e lei " Si Dio porco hai ragione sono una troia in calore, e voglio cazzi, cazzi, cazzi, sbatti la tua vacca tesoro, che poi mi devi entrare nel buco del culo, che già mi prude, Dio porco". A questo punto gli ordino di girarsi a pecorina e mettersi a novanta: non vede l'ora si gira e mi spalanca con le mani il buco del culo dicendomi: " Porco Dio amore, entrami dentro e sbattimi fino a farmi urlare, voglio anche i coglioni nel culo tesoro". Non uso ne crema ne un cazzo di niente, tanto è sfondata la vacca, glielo pianto in un botto solo e lei dapprima resiste, ma poi si lascia andare e inarca ancora di più il culo per riceverlo meglio, incitandomi ancora più indemoniata a sventrarla, anzi ai miei colpi in culo lei li asseconda venendomi incontro, cosicché il cazzo gli entra veramente fino in fondo e vorrebbe trattenerlo li, come fanno i cani con le cagne quando hanno sborrato. Io stò per sborrare, a questo punto sfilo il cazzo dal culo, la giro di brutto e gli avvicino la minchia alla bocca. La troia non aspettava altro,e mi urla," Porco Dio disseta la tua troia che stasera ha proprio una gran voglia di bere sborra...." non finisce la frase che un fiume di sborra gli cola in gola, così tanta che ha dei problemi ad ingerirla, ma solo per un attimo, poi padrona della situazione, ingoia tutto e mi pulisce pure il cazzo la vacca. Quando esce dalla macchina la troia mi sorride e strizzandomi l'occhiolino mi invita a tornarla a trovare quanto prima....cosa che farò sicuramente.
Visualizzazioni: 16 624 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Voyeurismo