Salve, presento me e la mia famiglia, naturalmente con nomi inventati.
Io sono Claudio di anni 42 padre di 2 splendidi figli, una femmina e un maschio, il maschio Roberto di anni 15 e Barbara di quasi 17, infine mia moglie di anni 37, descrittovi la mia famiglia posso iniziare a raccontarvi la mia storia, strana.. ma vera.
Inizio la storia un po’ a caso x adesso ok?
Mia figlia Barbara già a 11 anni aveva un bel corpicino, non da bambina bensì già da signorinella e devo dire che man mano che passavano i mesi si all’età di 12 e mezzo aveva sviluppato un corpo quasi da donna matura, io la vedevo come figlia pur non nascondendo che in certe situazioni si lasciava guardare anche da me uomo, momenti credo che tutti x attimi gli passano x la mente, specialmente se lo fanno maliziosamente.
Detto questo le debolezze di pochi attimi di tanto in tanto vengo al dunque. Un giorno come tanti altri mia figlia doveva andare ad un concerto di un suo cantante preferito e naturalmente dovevo accompagnarla ed assorbire tutto il concerto nonostante non mi piacesse affatto, bene stavamo in una fila tremenda x entrare e come me tanti altri accompagnatori di ragazze poco più grande e poco più piccole di mia figlia.
Era il mese di luglio, un caldo tremendo e quasi tulle le ragazze e ragazzi compreso molti accompagnatori indossavano pantaloncini corti, qualcuna anche minigonna, Barbara indossava un pantaloncino corto molto aderente. I minuti passavano e la fila si faceva sempre più lunga e compatta, io provavo a stare di lato x stare un tantino più fresco e fu quello il fatidico momento che mai avrei creduto poteva succedere.
Un uomo di circa 45-50 anni era dietro Barbara con una minima distanza, diciamo 5-6 centimetri. Dite voi ..beh… allora? Infatti sin qua tutto ok, cmq osservavo questo signore dietro mia figlia e vedevo che la distanza era sparita, ma la cosa curiosa era che dietro di lui nessuno spingeva aveva spazio x stare un pochino più distaccato, però senza farsi tanti problemi era attaccatissimo a Barbara, ero vigile, guardingo, non gli levavo gli occhi di dosso x vedere se facesse qualcosa di anomalo. Immagino cosa state pensando, cosa aspettavo a dire a quel signore di mantenere le distanze. La normalità era quella, però non so cosa mi prese.. ero li che osservavo, si aspettavo che quel signore facesse qualcosa, ma non per reagire bensì volevo che lo facesse, mi stavo eccitando a vedere quel uomo dietro mia figlia che si strofinava sul suo grazioso culetto, tanto che si notava il gonfiore della patta dei pantaloni, era tutto così strano e allo stesso tempo eccitante… mi stavo eccitando vedendo quell’uomo che spingeva il cazzo sul culetto di mia figlia.
Barbara mi guardava sottocchio arrossendo, facevo finta di non accorgermi di nulla, però avevo capito che Barbara sentiva il cazzo di quell’ uomo dietro di lei e non si allontanava anzi…spostava il culetto all’indietro. Tutto questo mi stava facendo impazzire, vedere mia figlia di quasi 17 anni desiderare il cazzo in quel modo, a tal punto da sfidare il fatto che potessi accorgermi di tutto.
Alla prossima x il proseguimento.
Visualizzazioni: 16 671 Aggiunto: 4 anni fa Utente:
Categorie: Incesti