Che la mia ex moglie Cristina fosse una porca l'ho sempre saputo, basti pensare che quando l'ho conosciuta, ad una classica uscita a 4 con coppia di amici, si era infilata il mio cazzo in bocca mentre andavamo a ballare. Mi ha decisamente conquistato quando, ad un pranzo pallossissimo di ferragosto, mi trascina in bagno tra una portata e l'altra, si abbassa gli slip alza la gonnellina e se lo spinge nel culo. Mi invitava ad impalarla e avrebbe desiderato anche le palle dentro. Un anno dopo ci sposiamo.Il nostro unico pensiero era quello di scopare continuamente. Il pensiero non era trovare il modo di farlo, ma solo continuare a schizzare abbondantemente. Due mesi dopo il matrimonio resta incinta. Non che pensassi o tanto meno desiderassi che si placasse, ma mai avrei pensato di essere prosciugato. Sono 1,82 e peso medio di 78 kg...già tre mesi dopo ne pesavo 70. Aveva sempre caldo anche in inverno, girava per casa sempre nuda e aveva due pensieri fissi: una gravidanza perfetta e il sesso. Si pranzava o cenava e lei sempre nuda era. Bastava nulla per farle venire voglia. Non considerava sesso farmi un pompino, ma solo un aperitivo. Ricordo ancora come trovava eccitanti le forme del cibo. Le classiche zucchine le doveva provare, le sceglieva accuratamente al Market. Ricordo ancora lo sguardo di fronte alla banana, il frutto spari' tra le sue gambe, e la bocca succhiava il mio cazzo. Ma subito dopo occorreva riposarsi nel letto, ma si doveva calmare, cavalcando prima e degustando lo sperma subito dopo. Si svegliava e diceva - mi ignori...- di nuovo cazzo in bocca - ma adesso allargami il culo per bene - La sua pancia cresceva e confesso che diventava sempre più eccitante. Se mai ci fossero stati dei limiti tra noi...ormai non esistevano più. Ormai anche l'estremo era diventato la norma. Una sera mi dice che per purificarsi, il ginecologo le aveva consigliato di fare dei clisteri ed io dovevo aiutarla. Andiamo nella vasca e mi consegna la classica peretta. Mi dice - dai infila nel culo e pompa - incuriosito ma a dire il vero anche eccitato, vederla piegata con le tette ormai grosse e col pancione in attesa della pompetta nel culo mi faceva un piacevole effetto nel cazzo. Appoggio il beccuccio e lentamente pompo. Sentivo dei deboli lamenti e notavo che stringeva il culo, ma la sua figa si allargava come una farfalla. Ha iniziato a pisciare prima debolmente e poi con uno schizzo fortissimo. Non nascondo che ho appoggiato il viso per farmi bagnare dalla sua urina. Si massaggiava la pancia e all'improvviso ha fatto uscire il liquido dal culo. Scivolava tra le chiappe un liquido biancastro appiccicoso, denso. Ho accarezzato il buco e massaggiato la figa. Vedevo che gradiva la situazione e il mio cazzo spingeva nei pantaloni. All'improvviso mi dice - ho un'idea, smonta la doccetta, intanto regolo la temperatura dell'acqua - Eseguo e poi aggiunge - ora infilamela nel culo - . Prendo il tubo, tiro indietro la maglia metallica di una decina di centimetri e inizio a metterlo nel culo, Lo faccio penetrare fino in fondo e inizio aprire l'acqua, lei mi dice - provo a trattenerla il più possibile - Il flusso inizia a riempirle la pancia, il buco del culo si stringeva e lei - mmm si calda, mi sta riempendo, sento la pancia piena, fammi toccare il cazzo, mmm sii devo mettermelo in bocca - improvvisamente emette un urlo e vedo partire uno schizzo dal culo, ma questa volta un misto di acqua chiara e scura, il culo rimaneva leggermente aperto e usciva continuamente acqua. Lei si masturbava succhiandomi il cazzo - mi dice - dai ora inculami e spingi forte- Entro nella vasca mi metto dietro di lei e il cazzo entra immediatamente, le afferro le enormi tette da donna incinta e inizio a stantuffare nel culo. Aveva orgasmi continui - dai così sbattimi, spaccami il culo - sei una gran troia- ssiii mi stai rompendo il culo, lo sto sentendo anche in figa, dai spingi che il cazzo lo sento io e quella che sta dentro di me -. Sfilo il cazzo dal culo, prendo la spazzola e la infilo dal manico nel buchino ormai largo. Le alzo la gamba sinistra e infilo il cazzo in figa. Lei - mmm ohhh si due cazzi mmm godo, ne vorrei anche in bocca, dovremmo provare mmmm che dici....poi ti ricambio e ti faccio usare una porca insieme a me, mmm dai amore ho voglia - ed io ormai preso dalla situazione le dico - sei una grande zoccola, poi ci penseremo, adesso fatti riempire di sborra....- non termino la frase che inzio a schizzare nel culo, e lei - mmm nooo potevo continuare all'infinito - Ci baciamo e infiliamo nel letto, - giornata piena - le dico - e la mia ex - piena devo essere io....- viene sopra di me e si struscia sul cazzo - amore ma abbiamo appena scopato...-, - sta zitto - e continua a strusciare le tettone sul cazzo leccando quando le arrivava vicino la bocca, appena ritornato duro monta sopra e inizia a cavalcare. Spettacolare, lei si muoveva sul cazzo ed io afferravo le tette gonfie, la pancia grossa sfiorava la mia. I suoi orgasmi erano infiniti. Apriva la bocca e faceva scivolare la sua saliva nella mia lingua - Ti immagini amore...- dice lei - se adesso mentre ti monto, avessi avuto un altro cazzo da succhiare ed un altro nel culo...oppure una giovane vacca da leccare...mmm eccolo che arriva...si dai amore mio riempi la tua zoccola....eccolo eccolo sento che sale....umhhhh anche il mio.....ohhh si amore sborrami - Ero esausto con dolori ovunque....Il mattino dopo esco per andare a lavorare, ripensando alla sera precedente. Avevo un chiodo fisso...
Arrivo a lavoro e parlando del più e meno con il mio socio, scherzando gli dico che mia moglie mi stava prosciugando e racconto sommariamente la scopata della sera precedente...- Beato te- dice lui - io sono almeno tre mesi che non scopo, mi sto facendo solo seghe - Beh se vuoi stasera andiamo a prendere una birra - dico io e lui - ahahahaah mi fai una sega? Non ti basta tua moglie che ti sfinisce? - Ahahaha idiota no era per riprendermi ahahahaha - dico io. Decidiamo che in serata all'uscita dal lavoro saremmo andati al Pub - In ogni caso sapevo che tornando a casa avrei trovato mia moglie in attesa di ricevere la sborra serale . Arriva sera e Marco il mio collega ed io andiamo al parcheggio a prendere la macchina per dirigerci al Pub. Montiamo in macchina e mi giro verso di lui e gli dico - ho un idea...anzi ho cambiato idea - lui sorpreso - cioè dimmi -, - sbottona i pantaloni, non fare domande e sbottonali - lui - ahahahah addirittura così senza andare a bere qualcosa prima -, - cretino - faccio io - dai sbottona e abbassa gli slip -, - stai fuori, ma ok e gia che ci sei...ahahahaha -, -ribadisco sei un cretino ahahahaah - . Slaccia la cintura, si sbottona, alza leggermente il bacio e si abbassa pantaloni e slip. Lo osservo e vedo, il suo cazzo non ancora durissimo, ma visibilmente si stava eccitando. Deve avere sui 16 - 17 cm pensai, pendente leggermente a destra, con nervature evidenti, pelle scura, palle grosse e folti peli nerissimi, diversamente da me che ormai mi depilavo insieme a quella maiala di mia moglie. Ormai lei era completamente senza peli, le labbra della figa erano gonfie e si notavano subito, spacco grosso e buco del culo alle soglie del prolasso. Era il minimo...erano mesi che si infilava di tutto, e non solo scopavamo 3 o 4 volte al giorno, ma si masturbava continuamente. Una sera ritornando a casa, la trovai a pecorina per terra, nel salone con dietro la sedia. Si stava penetrando, ora la figa ora il culo con la gamba della sedia, non mi fece togliere la giacca. Sbottonò i pantaloni e ingoiò il cazzo, e pompava mentre si impalava con la sedia......Feci appena in tempo a dirle - quella bambina che hai dentro la stai scombussolando, per non parlare dello sperma che le stai facendo prendere - e partì uno schizzo in bocca, e lei - mmmm buono almeno riconosce subito il sapore -. Beh come dicevo il mio socio col cazzo di fuori in macchina mi dice - allora è fuori....me lo seghi o addirittura me lo pompi....ahahahah - Rispondo - ahahaha scemo - e parto a razzo con la macchina. - Ma dove andiamo? mi rivesto...? - Fa come vuoi...magari al semaforo un vigile ti spompina...ahahahaah-
- Siamo arrivati- dico - andiamo, zitto e seguimi - Saliamo le scale, infilo la chiave nella porta ed apro, mi giro e dico - la riconosci cretino casa mia? Entriamo e inizio a cercare la vacca incinta...era in bagno a pisciare. Chiamo il mio socio e a lei dico....- ciao vacca in calore, ti ho portato un regalo, stasera useremo una variante che desideravi, stasera rischi di partorire , non asciugarti e non fare doccia, lo sai che amo i tuoi odori-. In quell'istante arriva il socio e vede mia moglie nuda che sta pisciando - ops scusa- dice lui, ed io - ma che scusa coglione, mostra quello che avevi fuori in macchina - e lui - ma che dici...- mi giro, con lui immobile lo sbottono velocemente e abbasso pantaloni e slip, - ahhh vedi mia moglie nuda che piscia già fa effetto, che ne pensi zoccola, può soddisfare le tue voglie da ninfomane? - e lei con un dito in bocca...-beh non è un cazzo enorme....ma mi sto bagnando. - Allora alzati da quella tazza e mostra quanto sei brava, socio domani dobbiamo essere a lavoro alle 8.00...Mia moglie si avvicina, si inginocchia, mi tira fuori il cazzo e inizia a succhiare i due uccelli, alterna manie bocca, accarezza i nostri culi, ogni tanto mentre succhia infila un dito nel nostro culo. All'ennesimo colpo di lingua il mio socio schizza in bocca a lei e quasi per vergogna di essere gia venuto, lo sfila schizzando il viso di lei....- scusate ma sono mesi che non scopo- e lei - tranquillo fino a domani verrai ancora, ora guardaci e diventerai duro. Andiamo nel letto, ci sdraiamo e mentre il socio a fianco guarda, lei monta su di me e parte la cavalcata dei suoi orgasmi. Il socio non tarda a far svegliare il suo cazzo. La bacia mentre è in sella e lo sega. Lecca il seno, davanti al mio viso e il mio sguardo era rivolto alla mano di lei che segava. L'accarezza, lei è fradicia di umori. Lui fa scivolare la sua lingua sulla schiena di lei, soffermandosi nel buco del culo e lei orgasma nuovamente, senza fermare la cavalcata, la lingua di lui scende, sfiora il perineo. La lingua di lui mentre la lecca sulle grandi labbra sfiora il mio cazzo e mi arriva un brivido al cervello, lui mi fa - scusami, ma è un caso....- ed io - tranquillo anzi piacevole - e lei - che porci vi leccate pure- Il caso vuole.....che la lingua di lui sfiorasse più volte la mia asta. Mia moglie fa una supplica - dai inculami, voglio sentire due cazzi dentro, fateli sentire alla puttanella in grembo - Dopo la richiesta di essere impalata e la lingua di lui che leccava il culo di lei sfiorando le mie palle, partono dentro di lei fiotti di sperma. Stavolta sento chiaramente, lui che lecca la sborra che scivola sul mio cazzo e che cola da lei.....Il socio con ancora me dentro, infila il suo cazzo, e lei - dai non smettete mai continuate e te anche se hai sborrato non ti togliere ci penso io. Ora era l'altro che se la fotteva selvaggiamente, piano piano il mio cazzo si ammosciava, ma sentivo il suo che velocemente la scopava, lei continuava ad avere orgasmi. Mi urlava nelle orecchie come godeva, strofinava le tette su di me, l'altro l'aveva presa per i fianchi e dava colpi violenti. Mia moglie mi dice - dai pervertito senti come mi scopa, fattelo tornare duro. Già mi è venuto in bocca ed ho ingoiato con piacere. Dai fammelo sentire duro insieme a lui. Piano piano torna duro ed ora sono due cazzi che la montano nello stesso punto, ha una figa larghissima sembra spaccarsi. Ad un colpo del socio, corrisponde un affondo mio dentro la vacca, lei urla il suo piacere. - Dai in culo ora - dice lei - dai socio spaccale il culo alla zoccola - lui si sfila e penetra nel culo, il colpo fa inarcare lei e spinge la sua pancia e le tette verso di me. I due cazzi la montano in quella posizione per almeno mezz'ora, poi l'altro le afferra il collo, la morde a sangue e skizza nel culo, verso la fine la schizza anche sulla schiena fino al culo. Nel sentire con la mano lo sperma dell'altro scivolare sulla schiena, afferro il seno pizzico violentemente il capezzolo che fa uscire alcune gocce bianche. Lei urla ed io sborro nella figa, lei velocemente va a mettere la bocca sul mio cazzo e inizia a leccare lo sperma che era sulla mia pancia e che colava dal cazzo. Nudi tutti e tre sul letto, fumiamo una sigaretta e beviamo del vino rosso. - Socio- faccio io - silenzio con altri di questa nottata....e lui - tranquillo lo sai che ti voglio bene come ad un fratello - E lei - fratelli.....mi viene un idea e se ci penso mi bagno - il socio - avevi ragione tua moglie prosciuga - -Sentite- dice lei - mi fate vedere....come fanno....-chi? - dico io - due fratelli....molto particolari...ma molto - cioè?-si insomma - fa lei - voglio vedere o meglio fatemi vedere due fratellini affettuosi...nel letto...insomma dai....chi inizia..? il socio - ma dai su....- ed io - va beh fratellino su...rimane qui...tranquillo....da ragazzino.....e non solo....- Del resto ancora ricordo i giochi nel lettone dei miei, dove spesso mi facevano dormire...Poso il bicchiere, scavalco mia moglie che da brava zoccola era in mezzo, e scivolo giù tra le gambe di lui...come spesso mi era accaduto da ragazzino, inizio a leccare lo spacchetto della punta del cazzo, apro la bocca e lo avvolgo completamente ancora moscio, mia moglie a fianco si masturba e - dai maritino succhia per bene, fallo crescere - in effetti cresceva e il socio apprezzava, palpava mia moglie e la baciava mentre si masturbava. Avevo preso un bel ritmo e il suo cazzo come il mio erano diventati grossi. Era eccitante nuovamente la situazione, non a caso strofinavo il mio cazzo nel lenzuolo allargavo il culo alla ricerca di qualcosa e succhiavo. Mia moglie aveva ripreso ad avere orgasmi, ma accorgendosi della mia ricerca con il culo, si mette dietro a leccarmelo infilando le dita. Il cazzo del socio, profumava di sperma e degli umori della mia vacca. Avevo un cazzo durissimo, ma leccare quell'uccello mi stava dando un piacere folle. Mia moglie, passa sopra e mentre lecco, comincia a infilarsi il cazzo dell'altro nel culo, una volta dentro si muoveva ed io potevo leccare lei e il cazzo che si muoveva. Stavo esplodendo dovevo infilarlo da qualche parte, e scelgo la figa di mia moglie, che gradisce anche quella doppia figa - culo. Dovevamo fare attenzione al pancione, ma lei sembrava troppo presa dai cazzi. Montata per un po' cosi'....dice - dai fratellini ora il pezzo forte.....- si toglie si gira e dice - chi mi incula...? E lei....-quello che volevo...dai sbattilo in pancia- immediatamente lui si mette dietro di lei e parte l'ennesima inculata della vacca. -maritino vedi come me lo spacca? Guarda come si muove....non ti eccita? e non ti eccita anche il suo culo...ha anche pochi peli...che dici....- e lui - non fare scherzi - io senza pensarci ma soprattutto per sottomette l'altro maschio...avvicino la punta e lui - stronzo fermo- ed io - ma se neanche ti sposti...-e piano piano dopo anni entro in culo maschile...più stretto di mia moglie e probabilmente vergine, non ho avuto mai il coraggio di chiederlo a lui. Eravamo un porco trenino, stessi movimenti, lei urlava e godeva, lui urlava godeva e soffriva ed io....-siete delle zoccole, con culetti strepitosi...- e lui - te un gran cornuto, guarda come te la sfondo la vacca in calore - io - hai ragione la sfondi e mi eccita, ma senti come ti apro il culo...- Lui sfila il suo cazzo dal culo aperto di mia moglie e le sborra in bocca, lei non fa cedere una goccia, ne sputa solo un pochino sulle tette. Io velocizzo le pompate nel culo di lui, che ormai svuotate le palle urlava di dolore. A malincuore schizzo in culo e dopo un paio di fiotti mi rifugio nella bocca di mia moglie, che ingoia assaporando anche una puntina marrone che lui mi aveva lasciato sulla cappella. Di nuovo con la sigaretta lei esclama - che bei fratellini incestuosi...- il socio - mi ha rotto il culo....ma non posso dire che non mi sia piaciuto. Impiastrati di ogni cosa ci addormentiamo, lei in mezzo con i cazzi nelle sue mani. Erano ormai le 5 e alle 8 avevamo riunione in ufficio....verso le 6.30, apro gli occhi e sento strani movimenti...Era mia moglie già sveglia, bocca aperta e gambe aperte, e lui in mezzo se la stava scopando. E loro due - se ti sbrighi partecipi è un pò che la sto aprendo - dice lui ed io - quasi quasi mi rimetto dietro di te - e lui - quasi quasi- e lei no - voglio un'altra doppia, chissà quanto tempo passerà - Lei di nuovo monta su di lui, se lo infila in culo alza le gambe fino in alto, si allarga il buco del culo con le mani e si infila in culo anche il mio...Stavolta anche lei comincia a sanguinare, ma con orgasmi - alla vista del sangue sborro in culo, inondando lei e l'altro cazzo, lei si toglie e mi dice - su dai - col cazzo che mi si stava ammosciando, appoggio la bocca sul bastone di lui e lo porto allo schizzo con la bocca. Ormai in doccia tutti e tre, lei in mezzo per lavare i cazzi, che inevitabilmente tornano duri....- dai su chiudiamo ma prima pisciatemi addosso - Mentre ci spompina alza lo sguardo e dice - ahhh maritino stasera ho invitato Alice....-
Visualizzazioni: 28 122 Aggiunto: 4 anni fa Utente: