Tiziana Cantone sborrata in faccia

  • Aggiunto: Durata: 2:45 Caricato da:
  • Visto: 159675
Avatar di Mike Stato di Mike

Video della sborrata in faccia a Tiziana Cantone la troia napoletana di Posillipo. In questo video indossa gli occhiali e viene insulata dall'uomo a cui succhia il cazzo e lo ripulisce dalla sborra

Commenti (10) Mostra commenti
Anonimo
Questo campo è richiesto
Grazie! Il commento comparirà a breve !
Si è verificato un errore, contatta il supporto tecnico
Anonymous
Anonimo 20 October, 2016

Tu che hai scritto qui sotto, mi sa che confondi il concetto di "responsabilità (causale)" e "colpa (morale)". Nessuno mette in dubbio che la divulgazione di materiali privati abbia tra le sue precondizioni un comportamento rischioso della vittima (c'è però anche da dire che spesso un comportamento è additato come rischioso solo a posteriori, dopo il patatrac, e allora son buoni tutti - vorrei però sapere quanti di noi puliscono regolarmente l'hard disk e la cronologia per essere sicuri che un cugino o un amico curioso non li sputtani in pubblico, perché oramai è rischioso tutto, per stare sicuri bisognerebbe tornare ai pizzini di Provenzano, e allora mi vien da pensare che è soprattutto il caso a salvarci o meno). Il concetto di colpa è però diverso da quello di responsabilità, parlare di "colpa" presuppone una condanna morale e una ratifica della relativa punizione. Affibbiare a Tiziana una colpa in questa vicenda non vuol dire semplicemente riconoscerla come concausa della distribuzione dei suoi video, vuol dire far passare l'idea che in fondo SI MERITAVA qualcosa di quello che successo. C'è una bella differenza semantica, tra POTERSI ASPETTARE qualcosa e MERITARSI qualcosa. Chi testimonia contro la mafia può ben aspettarsi una pallottola, ma di certo non la merita. Allo stesso modo, chi mette nelle mani di un "amico" un video compromettente può certo aspettarsi uno sputtanamento pubblico, ma altrettanto certamente non lo merita. E lo Stato - per non dire il legame sociale nel suo complesso - è posto in essere anche al fine di tutelare chi non si merita le conseguenze di un proprio atto rischioso. Se un alpinista rimane bloccato fuori da una pista si aspetta giustamente di essere tratto in salvo anche se egli stesso è stato concausa del suo problema, perché comunque non merita certo di morire per quello; e la società di certo si stringerà attorno all'alpinista, sperando in un pronto recupero. L'alpinista queste cose le sa; da un lato è stato sconsiderato, avventurandosi fuori pista; dall'altro è stato oculato, perché sa di vivere in uno Stato che gli garantisce protezione in caso di inconvenienti (torno a dire: è anche per questo che lo Stato è posto in essere, è anche per questo che tutti noi paghiamo le tasse, per avere una rete di salvataggio che ci salvi quando commettiamo errori di cui non meritiamo le conseguenze). Tiziana ha fatto un errore, e in questo è stata forse sconsiderata, ma allo stesso tempo aveva tutto il diritto di chiedere e anzi di pretendere aiuto successivamente (e in effetti l'ha fatto, vincendo anche cause contro grandi multinazionali di internet, ottenendo la rimozione di molti suoi video da molte piattaforme, etc.); ma più ancora di questo, aveva il diritto di chiedere e aspettarsi solidarietà dalla società civile, né più né meno di un alpinista bloccato in montagna: l'avesse ottenuta, sarebbe forse ancora fra noi. Essere tra le cause del proprio male (e chi non lo è poi?) non vuol dire esserne colpevoli. Far passare questa equivalenza conduce dritti dritti all'omertà, al menefreghismo e all'egoismo sociale.

Anonymous
Anonimo 05 October, 2016

Ma la vogliamo smette co sto cazzo di finto moralismo..adesso tutti a dire che era una povera vittima innocente solo xk sè suicidata..l ha detto anche lei che era una troia in questo video poi non ha sopportato il peso della vergogna e si é uccisa..ammetto che é una cosa bruttissima quello che gli é successo ma di sicuro lei non é esente da colpe..siamo tutti responsabili e consapevoli delle nostre azioni..

Anonymous
Anonimo 23 September, 2016

Era bella. che tu possa riposare in pace amica mia, e che un giorno possa rivederti, un angelo così in cielo era atteso. sei l Angelo più bello del paradiso ora, splendi la luce sui tuoi cari e l agonia per quelle persone che ti anno fatto soffrire tanto.tvbs

Anonymous
Anonimo 20 September, 2016

Mi dispiace. Riposi in pace!

Anonymous
Anonimo 18 September, 2016

Pacha: "Vedete? Quando l'ipocrisia illumina l'italiano medio da questa posizione... le colline CANTANO!"

Anonymous
Anonimo 18 September, 2016

prima troieepoi portateagli onori..mandate tutte affanculo......delle donne sfruttate ......e assasssinate daimariti e dai fidanzati nn se ne parla mai

Anonymous
Anonimo 17 September, 2016

RIP

Anonymous
Anonimo 16 September, 2016

Adesso avrà un po di pace

Anonymous
Anonimo 16 September, 2016

Fatto bene che lo hanno bloccato. È stata la massa che la fatto sto brutto gesto

Anonymous
Anonimo 15 September, 2016

Poverina rip